Sformat di Mariano Sabatini –Black Mirror, serie inglese dello scandalo, molto interessante

Sformat di Mariano Sabatini –Black Mirror, serie inglese dello scandalo, molto interessante

Sarebbe un peccato perdersi i tre suggestivi appuntamenti, in programmazione su Sky Cinema, di Black Mirror, serie inglese che ha riscosso meritatamente grande successo

da in Serie Tv, Serie TV british, Sformat
Ultimo aggiornamento:

    Black Mirror serie tv british

    Sarebbe un vero peccato perdersi i tre suggestivi appuntamenti, in programmazione su Sky Cinema, di Black Mirror, serie inglese che ha riscosso meritatamente grande successo. Ciascun episodio propone una spietata riflessione sui nostri tempi dominati dai media e il linguaggio scelto collima alla perfezione con i temi trattati, in un’ammirevole perfezione di stile, forma, confezione.

    Messaggio al Primo Ministro è il primo, scritto da Charlie Brooker e diretto da Otto Bathurst, con Rory Kinnear, Lindsay Duncan, Tom Goodman-Hill, Donald Sumpter, Lydia Wilson, Allen Leech, Anna Wilson-Jones. Plot inquietante, in cui il premier inglese per salvare da un sadico rapitore la principessa, membro immaginario della famiglia reale inglese, è costretto ad avere un rapporto sessuale con un maiale in diretta Tv. Nonostante i tentativi di scoraggiare la diffusione delle video-torture e una legge ad hoc per scongiurare la riproduzione dell’atto sessuale teletrasmesso, il perverso meccanismo ormai avviato sfugge ad ogni controllo.


    Rupert Everett, guest star del secondo episodio
    15 milioni di celebrità (sceneggiato da Charlie Brooker e Kanaq Huq, per la regia di Euros Lyn), è giudice in un talent show che, in un futuro claustrofobico, rappresenta il solo motivo per cui vivere ed uscire da edifici ipertecnologici.

    In Ricordi pericolosi i protagonisti hanno un aggeggio impiantato nel cervello, grazie al quale possono rivedere al ralenti, anche in compagnia, i propri ricordi piacevoli e spiacevoli.

    E il giovane avvocato Liam Foxwell costringe l’amante della moglie ad estirparsi i ricordi del sesso assieme a lei. Con tutte le conseguenze e compromissioni del caso. Scritto da Jesse Armstrong e diretto da Brian Welsh, con Toby Kebbell, Jodie Whittaker, Tom Cullen e Jimi Mistry.

    Inutile enumerare le infinite ed interessanti riflessioni che suggeriscono casi del genere, raccontati senza morbosità pur senza risparmiare nulla. La serie ha comprensibilmente innescato molte polemiche; non si consideri tuttavia superfluo il soffermarsi sui rischi dell’invasività della Tv che finisce nelle mani sbagliate, sulle insidie della riproducibilità incondizionata, sulla negazione del sacrosanto diritto all’oblio.

    369

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Serie TvSerie TV britishSformat