Sformat di Mariano Sabatini – Berlusconi a Ballarò si mette sulle punte, poi si lascia intervistare

Sformat di Mariano Sabatini – Berlusconi a Ballarò si mette sulle punte, poi si lascia intervistare

Silvio Berlusconi a Ballrò si lascia intervistare da Giovanni Floris

    Silvio Berlusconi a Ballarò 5 febbraio 2013

    Alla fine di questa violentissima campagna elettorale, tanto più esasperata per la posta in ballo che condizionerà in modo pesante il futuro degli elettori, non si conteranno solo morti, feriti e sopravvissuti alle urne. Sulla lavagna rimarranno i nomi degli intervistatori capaci e meno capaci a fronteggiare l’effervescenza di uno dei maggiori protagonisti della competizione, perché è innegabile che Silvio Berlusconi nel bene e nel male detti il timing del dibattito politico. Inevitabile che sia così, per l’attitudine istrionica del soggetto. Ieri sera, era molto attesa l’apparizione a Ballarò su Raitre, collocata nella seconda parte della scaletta, dopo il talk show a più voci.

    L’ex premier è arrivato e si è collocato accanto a Giovanni Floris, prima del lancio pubblicitario. Quando ha realizzato che l’inquadratura mostrava quanto è più basso del conduttore lo abbiamo visto sollevarsi sulle punte; scatenando l’ilarità di Andrea Vianello e della squadra di Agorà, dove stamane hanno riproposto la scena.

    Sarà per questo che Floris ha optato per il dialogo da seduto? Per evitare imbarazzi all’interlocutore? Facezie a parte, lo scambio è stato franco, abbastanza disteso, interrotto solo di tanto intanto dagli applausi dei supporter in studio. Floris li ha redarguiti ma erano comprensibilmente trascinanti dal politico-entertainer, che si è definito “irresistibile”. Con sottile abilità estrattiva, il conduttore lo ha portato a dire che la carica di Angelino Alfano, premier in pectore, sarà alla fine marginale. Decisivo sarà il ruolo di ministro dell’Economia e Sviluppo, che Berlusconi per l’appunto si riserva.

    Forse il leader del Pdl era stanco, gli sarà rimasta qualche stilla di umana debolezza nei gangli bionici, di fatto ha risposto alle domande di Floris senza affidarsi troppo agli slogan, ha accettato le interruzioni, è stato alle provocazioni. Si è fatto intervistare, insomma. Con un accenno di pugno in chiusura. Non esageriamo con le pretese di sobrietà.

    336

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BallaròSformat

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI