Sformat di Mariano Sabatini – Altrimenti ci arrabbiamo… lo diciamo noi a Milly Carlucci

Sformat di Mariano Sabatini – Altrimenti ci arrabbiamo… lo diciamo noi a Milly Carlucci

Milly Carlucci prova a sedurre il pubblico con Altrimenti ci arrabbiamo il sabato sera su Raiuno

    Milly Carlucci torna con 'Altrimenti ci arrabbiamo'

    Se si potesse imbustare l’entusiasmo e commercializzarlo per l’utilizzo nella grande distribuzione Milly Carlucci, presentatrice quattro salti in padella, pronto uso cioè, ne sarebbe la prima esportatrice a livello nazionale. Deve avere un segreto per quel sorriso a cinquantadue denti, per quella voce stentorea da battitrice d’aste, per la conduzione ipervitaminizzata… La guardi e ti senti esausto. Dopo averci fatto ballare con le stelle, se n’è uscita con l’ennesimo show che sfrutta le forze minorili. Questa tv, ed è la più brutta, sembra non saperne fare a meno.

    In Altrimenti ci arrabbiamo (il sabato sera su Raiuno), con la connivenza di genitori che sognavano di calcare i palcoscenici ma non ce l’hanno fatta, piccoli mostri – ballerini, cantanti, musicisti, atleti, etc. – insegnano le loro specificità a professionisti affermati nello spettacolo, o riconosciuti come tali, che è diverso: Simone Corrente, Gabriele Rossi (vincitore della prima puntata), Gianfranco Vissani, Nicoletta Romanoff, Maria Grazia Cucinotta, Amadeus, Tania Cagnotto; e i rimandati dello scorso appuntamento: Nino Frassica, Giancarlo Magalli e addirittura Attilio Romita, giornalista del Tg1 in cerca di un posto al sole nel varietà, come altri colleghi prima di lui. In un simile contesto, serviva una giuria, altrimenti la ciambella del cliché sarebbe uscita senza buco. A spargere amene banalità sono stati chiamati tre esodati o aspiranti tali dello sbowbiz: Cristina Parodi (defenestrata da La7), Ricky Tognazzi (quando non è impegnato a dimostrare di saper dirigere un film o a promuovere cetriolini, prende lezione da “prezzemolino” dalla consorte) e Teresa Mannino (ancora indecisa se far ridere o piangere in tv).

    Altrimenti ci arrabbiamo, che potrebbe diventare il nostro monito per la presentatrice, ha l’attenuante generica, si fa per dire, dell’adattamento da un format estero, Born to shine.

    Prodotto da Raiuno in collaborazione con Magnolia, è un programma di Milly Carlucci e Giancarlo De Andreis, Claudio Fasulo, Chicco Sfondrini, Maddalena De Panfilis, Gilda De Vivo, Giuko, Simone Pippo, Svevo Tognailini, Alessandra Guerra e Stefania Scarampi. Undici autori. I telespettatori sono un po’ di più. E neanche tanto.

    381

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RaiRai 1SformatTalent Show

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI