Servizio Pubblico: Marco Travaglio e Daniela Santanché a confronto da Santoro

Servizio Pubblico: Marco Travaglio e Daniela Santanché a confronto da Santoro

La puntata di Servizio Pubblico in onda stasera su La7 avrà come ospiti Marco Travaglio e Daniela Santanché

    Travaglio e Santanche a Servizio Pubblico

    Nuovo appuntamento stasera con Servizio Pubblico, il talk show di La7 condotto da Michele Santoro. Nella puntata intitolata ‘L’età dell’innocenza’ gli ospiti annunciati in studio sono Marco Travaglio, già presenza fissa da anni nei programmi di Santoro, e Daniela Santanché, una delle esponenti del Pdl più attive nelle partecipazioni televisive.

    Al titolo eloquente scelto per la serata di Servizio Pubblico si aggiunge la sintesi di quanto animerà la puntata sulla pagina Facebook del talk show: ‘Per affrontare i problemi del Paese il Governo Letta deve durare ma sulla sua vita pendono come un macigno le vicende giudiziarie del Cavaliere: quanto durerà l’età dell’innocenza? ‘. E, in effetti, mai quesito fu più adeguato in questa complessa situazione di politica interna caratterizzata da un governo di ‘larghe intese’ in cui centrodestra e centrosinistra si trovano a convivere, tollerando alcune macroscopiche differenze reciproche. Alfiera delle istanze giudiziarie del Cavaliere alle prese con i processi e le richieste di condanna del giudice Boccassini è naturalmente Daniela Santanché per la cui presenza una mole notevole di utenti Facebook ha espresso il proprio dissenso sulla pagina del programma. A fare da contraltare speciale alla difesa dell’ex premier sarà Marco Travaglio, finissimo conoscitore di tutte le sue vicende giudiziarie e assertore di molti dei principi enunciati dal Movimento 5 Stelle.

    Come ogni settimana, a Servizio Pubblico non mancherà lo spazio ai reportage e ad alcuni servizi focalizzati su questioni di interesse comune.

    Come già preannunciato dalla pagina Facebook, la redazione di Servizio Pubblico è tornata sugli ultimi sviluppi della protesta No Tav ed ha raccolto l’amaro sfogo di Martina Guarascio, figlia di Giovanni, l’uomo di 64 anni che si è dato fuoco a Vittoria per un debito di 10mila euro. Alla richiesta fatta alle istituzioni – ‘Non lasciateci un’altra volta da soli‘ – si aggiunge la possibilità di firmare una petizione a sostegno della ragazza e dei suoi familiari sulla pagina Facebook di Servizio Pubblico.

    Appuntamento stasera alle 21,10 su La7 con Servizio Pubblico.

    371