Servizio Pubblico, lite fra Santoro e Brunetta: l’ex ministro gli dà dell’ignorante [VIDEO]

Servizio Pubblico, lite fra Santoro e Brunetta: l’ex ministro gli dà dell’ignorante [VIDEO]

Furiosa lite tra Brunetta e Santoro a Servizio Pubblico su La7 durante la puntata del 22 novembre

    Servizio Pubblico, lite Santoro Brunetta

    Lite fra Renato Brunetta e Michele Santoro nello punatata di Servizio Pubblico del 22 novembre. L’ex ministro della Funzione Pubblica ha attaccato l’ex presentatore di Annozero su più fronti e ha finito per etichettarlo come ignorante. A far scatenare l’ira di Brunetta alcune domande sul suo passato da professore precario postagli da Luisella Costamagna, dopo aver risposto infastidito, Brunetta è un fiume in piena e inizia a chiedere al presentatore quanto guadagna e la cosa – com’era prevedibile – ha fatto irritare e non poco Michele Santoro. Prima di questo exploit, inoltre, Brunetta aveva inviato una frecciatina al principale ospite della puntata di Servizio Pubblico, Nichi Vendola.

    Dopo una puntata dai toni normali e tranquilli, verso le 23:00 è cambiato tutto. È bastata una domanda di Luisella Costamagna sui trascorsi universitari di Renato Brunetta per farlo infuriare e da lì in poi ha attaccato prima la giornalista rea di aver fatto una domanda che già qualcuno gli aveva posto, Michele Santoro e, infine, Nichi Vendola. Ma andiamo con ordine, la Costamagna ha chiesto all’ex ministro della Funzione Pubblica se fosse stato assunto all’università in quanto professore precario e senza, invece, un regolare concorso. Brunetta ha risposto dicendo il nome del presidente della commissione e accusando la Costamagna di avergli fatto la stessa domanda che gli aveva già posto Lilli Gruber un anno fa. E qui Renato Brunetta ha iniziato il suo attacco a Michele Santoro chiedendogli: ‘Michele Santoro, lei quando guadagna?‘, il giornalista lo interrompe subito e gli chiede di quale anno sta parlando e inizia una serie di affermazioni concitate da entrambe le parti. Brunetta gli chiede diretto: ‘Quest’anno. Quando guadagna, lei, Santoro in un’azienda in perdita come La 7?‘.

    A questo punto Michele Santoro risponde: ‘Io non sono un dipendente de La 7. Lei è l’unico che non lo sa in Italia.

    Io sono una società indipendente. Quando pubblicherò i bilanci della mia società, metterò quanto ho guadagnato‘. Brunetta incalza: ‘Me lo dice?‘ E Santoro ribatte: ‘Le posso dire quello che ho guadagnato l’anno scorso. Come faccio a dirle quello che guadagno oggi? Brunetta, lei ha fatto il ministro, ma veramente, dovrebbe tornare un po’ a scuola’. L’ex ministro richiede ‘un po’ di trasparenza‘ e Santoro sottolinea: ‘Più trasparenza di così. E’ tutto sulla rete’. Brunetta risponde e Santoro, a questo punto, sbotta: ‘E ho chiesto a lei di farli mettere anche a Vespa‘. E Brunetta ripete: ‘La Rai si è rifiutata‘, Santoro aggiunge ‘Lei sta dicendo il falso. C’è stata un’interrogazione parlamentare solo su di me. Lei sta dicendo un sacco di sciocchezze‘ e mentre uno afferma che metterà oggi online gli atti parlamentari sulle sedute dedicate ai propri compensi: ‘Lei sta dicendo il falso. C’è stata un’interrogazione parlamentare solo su di me. Lei sta dicendo un sacco di sciocchezze‘, l’altro urla a ripetizione ‘la mia legge‘. Stanco di discutere, Santoro gli dice di andare via e Brunetta replica con tanto di gesto. Ad aver fatto saltare i nervi a Santoro il fatto che il ministro non accetta di scusarsi per quell’interrogazione parlamentare dedicata ai suoi compensi, Brunetta continua a dire che era previsto dal testo della sua legge (che ‘prevedeva la pubblicazione di tutti i redditi anche quelli della Rai‘) e al ‘ma chi se ne frega della sua legge’, l’ex ministro gli dà dell’ignorante. Per liberarsi dall’infinita polemica, Santoro chiama Giulia Innocenzi e chiede scusa per essersi fatto trascinare da questa polemica. Quanto a Brunetta, poco prima aveva anche avuto una mini polemica con Nichi Vendola.

    687

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI