Servizio Pubblico, dopo la lite con Marco Travaglio è crisi a La 7: la lettera di Santoro

Servizio Pubblico, dopo la lite con Marco Travaglio è crisi a La 7: la lettera di Santoro

Servizio Pubblico, dopo la lite con Marco Travaglio è crisi a La 7: la lettera di Santoro

    Travaglio contro Santoro a Servizio Pubblico

    In queste ore se lo chiedono in tanti. La crisi tra Michele Santoro e Marco Travaglio, dopo la lite a Servizio Pubblico, in diretta ieri sera durante la puntata a La 7, è fatta di malumori temporanei o tra i due rappresenta un divorzio televisivo definitivo? Santoro scrive una lettera, perché, finché l’editorialista del Fatto non scioglierà la riserva, non è dato sapere. Sì, perché nemmeno per il conduttore di Servizio Pubblico è certo il da farsi, così ha deciso di interrogare il giornalista scrivendogli una lettera, pubblicata poco fa sul sito ufficiale della trasmissione.

    Marco Travaglio lascia per sempre Servizio Pubblico?Non ho problemi a continuare il rapporto nel rispetto della linea editoriale del programma” ma, scrive Santoro, “se ciò non fosse possibile e una lunga collaborazione si dovesse interrompere“, scrive tra le altre cose, “non potrei che confermare amicizia e rispetto nei confronti di un giornalista che giudico eccellente“.

    Marco Travaglio, dunque, ritornerà in studio a La 7? I segnali più pacifici e distensivi di Michele Santoro, sono evidenti in questa lettera pubblicata poco fa sul sito web ufficiale di Servizio Pubblico, in cui il giornalista di La 7, al suo ultimo anno di conduzione della trasmissione, ha ammesso:

    Mi auguro che il comportamento di Marco Travaglio, che ha lasciato lo studio“, arrabbiato per quanto avvenuto in quei minuti così frenetici ma così decisivi, “sia stato determinato“, scrive, “da circostanze e umori del momento“.

    Lettera, quella scritta da Santoro a mezzo stampa-web e che pare confermare che i due non abbiano avuto modo di parlare dopo la burrascosa lite in diretta tv, tanto che sarebbe stato necessario un chiarimento a distanza, con questa pubblicazione:

    Per lui ci sarà sempre una porta aperta per manifestare il suo pensiero“, perché ritiene Travaglio e il suo giornale “essenziale per il pluralismo“, ecco perché, conclude, sarebbe auspicabile “aumentare la platea delle persone interessate al suo lavoro“. Michele Santoro e Marco Travaglio: la coppia che scoppia, come il talk politico italiano.

    Ultimamente, si erano già notate alcuni varianti apportate al format di Servizio Pubblico: su tutte, la scelta la cui responsabilità ufficiale non è pervenuta, di spostare l’editoriale di Marco Travaglio verso la parte finale della trasmissione, proponendo l’interazione del giornalista con gli ospiti.

    Secondo maliziosi addetti ai lavori, però, questa scelta non sarebbe andata giù al giornalista del Fatto, e avrebbe portato a prime incomprensioni con Michele Santoro, già lo scorso settembre, anche a causa, dicono i beniformati, ma non solo, del forte rischio per gli ascolti del programma, fermi intorno al 6% di share e circa 1 milione di telespettatori.

    504

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI