Servizio Pubblico di Santoro, Nichi Vendola e Antonio Di Pietro testimonial

Servizio Pubblico di Santoro, Nichi Vendola e Antonio Di Pietro testimonial

servizio pubblico_grazie

Anche il mondo politico di sinistra appoggia l’iniziativa multipiattaforma di Michele Santoro e annuncia a mezzo stampa di aver già versato i 10 euro richiesti dal giornalista per avviare l’avventura tv multipiattaforma di Comizi d’Amore. Nichi Vendola lancia un appello ai tesserati e ai simpatizzanti di Sinistra Ecologia e Libertà perché participino concretamente alla lotta per la ‘libertà’ d’informazione intrapresa da Santoro, seguito a ruota dall’Italia dei Valori, che trova testimonial santoriani in Antonio Di Pietro e nel neo-sindaco di Napoli Luigi De Magistris. E sul sito di Servizio Pubblico scattano immediati i ringraziamenti.

Lucia Annunziata, Antonio Di Pietro, Nichi Vendola, Luigi de Magistris sono solo alcuni dei personaggi del mondo politico e tv che hanno aderito (o stanno per farlo) all’associazione Servizio Pubblico, fondata da Michele Santoro per sostenere il suo nuovo progetto tv multipiattaforma che debutterà giovedì 3 novembre con Comizi d’Amore.

Tra i più appassionati testimonial c’è il segretario di Sel e governatore della Puglia Nichi Vendola, che ha sposato con passione la causa del servizio pubblico ‘dal basso’ di Santoro. “L’asfissiante assedio e il maniacale accanimento da parte del premier e della maggioranza di centrodestra nei confronti dei giornalisti e della libertà di informare gli italiani non conosce pausa – scrive Vendola sulla sua pagina Facebook – Con le norme sulle intercettazioni, non si vuole tutelare la privacy, più semplicemente si vogliono tappare le voci scomode ancora rimaste e far in modo che gli italiani non sappiamo. Bisogna che questo scempio non accada“.

Lancia, quindi, un appello ai suoi sostenitori perché supportino l’iniziativa di Santoro: “Occorre sostenere in ogni modo la nuova esperienza giornalistica di Comizi d’amore, per ampliare il pluralismo dell’informazione e arricchire la società italiana. I giornalisti producono una merce speciale: quella che ha a che fare con la libertà e la qualità della democrazia. Chiedo a tutti voi un piccolo sacrificio in questi tempi bui: sottoscriviamo su www.serviziopubblico.it per la nostra libertà” dice ancora Vendola che annuncia di recarsi alle Poste appena rientrerà da Bruxelles per effettuare il suo versamento.

Nel frattempo i fans di Servizio Pubblico su Facebook sono saliti a 45.000 e continuano ad arrivare versamenti: in Rai, ora, qualcuno vorrebbe salire sul carro…

431

Segui Televisionando

Mar 11/10/2011 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
FRANCESCO BUFFA DESIGNER 12 ottobre 2011 08:00

SONO SICURO CHE SARA’ UN SUCCESSO, C’ERA BISOGNO DI UN SERVIZIO PUBBLICO PULITO! TANTI E INFINITI SINCERI AUGURI!
Francesco

Rispondi Segnala abuso
Seguici