Servizio Pubblico: Bruno Vespa e Walter Veltroni ospiti di Santoro

Ospiti della puntata di Servizio Pubblico del 25 maggio 2013 saranno Marco Travaglio, Bruno Vespa e Walter Veltroni

da , il

    Servizio Pubblico Vespa e Veltroni

    Puntuale come ogni giovedì su La7 torna Servizio Pubblico. Ospiti di Michele Santoro sono naturalmente Marco Travaglio ed i ben più inaspettati Walter Veltroni e Bruno Vespa. Soprattutto quest’ultimo, conduttore del longevo talk show in seconda serata di RaiUno Porta a Porta è stato protagonista in passato di parecchi battibecchi a distanza con Santoro, il cui approccio alla cronaca politica è notevolmente differente dal suo.

    Nel ventunesimo anniversario della strage di Capaci in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, la redazione di Servizio Pubblico sceglie di intitolare la puntata ‘E’ Stato la mafia’. Il riferimento tutt’altro che velato alla presunta trattativa Stato-mafia si spiega con gli ultimi sviluppi relativi al periodo delle stragi come il falso scoop relativo al ritrovamento della famosa agenda rossa di Paolo Borsellino. Prevedibilmente avrà particolare rilievo anche il video choc di Bernardo Provenzano in carcere pubblicato in anteprima sul sito del talk show di La7.

    Molteplici gli spunti informativi previsti in questa puntata incentrata sulla mafia, tema più volte affrontato dal conduttore anche in tandem con Maurizio Costanzo.

    La curiosità più frivola per la serata riguarda, invece, il confronto tra Michele Santoro e Bruno Vespa dopo anni di frecciatine reciproche. Memorabile quanto detto da Michele Santoro nel bel mezzo della bufera preludio alla chiusura di Annozero nel 2010: ‘Stiamo prendendo lezioni da tutti, prendiamo lezioni perfino da Bruno Vespa. Ora che Vespa possa fare lezioni di morale e di contratti a noi. Lui che viene pagato come l’ultimo Oscar da protagonista per fare un programma in crisi. Bè, questo è veramente troppo‘.

    Mentre, invece, tra le più recenti esternazioni di Bruno Vespa si registra questa, seguita alla controversa partecipazione di Berlusconi a Servizio Pubblico: ‘Sono rimasto affascinato perché credo che Emilio Fede debba rinascere molte volte per dare lo stesso risultato al Cavaliere. Santoro resta un grande professionista, ma credo che Berlusconi abbia recuperato dei voti veri. L’ironia era prevedibile, uno faceva la spalla all’altro, e fa parte del gioco. Santoro non è stato complice, ma B. è riuscito a ribaltare il campo. Il vero regalo è stato l’attacco di Santoro mentre leggeva le condanne di Travaglio, che saranno fisiologiche e che la gente non conosceva, ma che lo fa scendere da una dimensione di semidio a una più umana‘.

    Si virerà verso il duello verbale o verso una composta diplomazia? Per scoprirlo appuntamento stasera alle 21,10 su La7 con Servizio Pubblico.