Serie tv mediche fuori dallo schermo

Serie tv mediche fuori dallo schermo

da , il

    ER Medici in prima linea

    Le serie tv che parlano di medicina, quantomeno quelle straniere, riscuotono molto successo. Basti pensare al successo che dal 1996 (anno della prima visione in Italia) riscuote E.R. – Medici in prima linea, e ai più recenti successi di Scrubs – Medici ai primi ferri, Dottor House e Grey’s Anatomy.

    Se il mondo delle serie tv mediche appassiona anche voi, da oggi potrete goderveli anche al di fuori dello schermo.

    Con “E.R. – Medici in prima linea”, un misto tra E.R. e The Sims (molti i parametri da visionare per avere un buon rapporto con i colleghi e con i pazienti), gli appassionati potranno crearsi un personaggio ed entrare nel Chicago County, dove in sei turni dovranno misurarsi con emergenze più o meno gravi tipiche di ogni pronto soccorso, ma trovare anche il tempo per la loro vita sociale e – perché no? – amorosa.

    Andrew Holtz ha invece analizzato i casi del Dottor House, svelando curiosità e verità scientifiche: potreste per esempio scoprire che c’è molta più possibilità di contrarre le infezioni e in generale tutte le malattie “strane” che sembrano incurabili presenti nella serie di quanto non pensiate, ma tranquilli: Holtz scrive anche come queste dovrebbero essere curate da un medico “normale”, ovvero un medico che non sia House.

    “Grey’s Anatomy. Quel che si dice all’Emerald City Bar. Quel che raccontano le infermiere” è invece il libri ‘scritto’ a due mani che svela i retroscena del seguitissimo telefilm: tra i gossip di Joe, barista dell’Emerald City Bar (il locale dove i medici del Grace Hospital vanno per rilassarsi), e dell’infermiera Debbie, il lettore scoprirà voci, chiacchiere e segreti e, in generale , tutto quello che non si vede sullo schermo…