Serie tv: gli spin-off più famosi, da Mork and Mindy ad Angel [FOTO]

Serie tv: gli spin-off più famosi, da Mork and Mindy ad Angel [FOTO]

Dagli anni '70 a oggi, i migliori spin-off delle serie tv, tra capolavori di successo e fallimenti catastrofici

da in Serie Tv, Serie TV Americane
Ultimo aggiornamento:

    Con il termine spin-off, che tradotto letteralmente significa ‘derivato’, si indica nell’ambiente televisivo un prodotto nato da un’altra opera del piccolo schermo. Nel corso dei decenni la tv americana ha dato vita a un gran numero di spin-off, nei più disparati generi e dall’esito più o meno riuscito.

    Era la fine degli anni ’70 quando alcuni produttori decisero di realizzare una serie tv su uno strampalato alieno, giunto sulla Terra per studiare il comportamento umano. Lo spassoso personaggio apparve sugli schermi televisivi come prodotto onirico di Richie Cunningham, il giovane protagonista di Happy Days. L’idea venne ritenuta talmente intrigante da crearci attorno una sit-com a parte, con tanto di convivenza alieno-ragazza umana. Nacque così Mork and Mindy, una delle comedy più riuscite del piccolo schermo, che lanciò la stellare carriera di un allora sconosciuto Robin Williams.

    Happy Days dette i natali anche ad altri due spin-off, quello tutto al femminile di Laverne and Shirley e il poco fortunato Joanie Loves Chachi, incentrato sul tentativo di Joanie (Erin Moran) e Chachi (Scott Baio) di sfondare nel mondo del rock and roll. Durò appena due stagioni.

    Spostandoci ad epoche più recenti, gli anni ’90 hanno visto nascere Melrose Place, spin-off più adulto e dark di Beverly Hills 90210: tolte le ambientazioni liceali e le problematiche giovanili, Aaron Spelling virò pesantemente su atmosfere cupe, tematiche controverse e personaggi di dubbia moralità. Fu un cult al pari della serie madre.

    A cavallo tra gli anni ’90 e il duemila nacque invece Angel, spin-off con protagonista l’affascinante e tenebroso vampiro di Buffy.

    Il personaggio riscosse talmente tanto apprezzamento che i creatori della serie tv sull’ammazzavampiri decisero di costruirgli attorno un telefilm tutto suo. Anche qui il risultato fu più che riuscito, Angel durò ben cinque stagioni e ottenne un fama pari a quella dell’eroina bionda interpretata da Sarah Michelle Gellar.

    Per quanto riguarda gli spin-off del nuovo millennio, non si possono non citare i due distaccamenti di criminologia forense, CSI: Miami e CSI: New York, nati ovviamente da CSI: Crime Scene Investigation. In ambito medical si è sviluppato invece Private Practice, incentrato sulla bella dottoressa Addison Montgomery (Kate Walsh), ex moglie di Derek (Patrick Dempsey) in Grey’s Anatomy.

    Quanto al futuro, in casa CW si sta progettando The Originals, potenziale spin-off di The Vampire Diaries sui vampiri Antichi apparsi nella serie tv. Il network dovrà dare l’ok allo sviluppo effettivo di un telefilm, a partire dal backdoor pilot che è stato inserito nella quarta stagione di The Vampire Diaries. Nel caso, potrà replicare i fasti della serie madre o rivelarsi un flop colossale, come fu per lo sventurato Joey: basato sull’omonimo ed esilarante protagonista di Friends, l’esperimento dimostrò che il personaggio da solo non era in grado di reggere una serie tv e venne cancellato dopo nemmeno una stagione.

    516

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Serie TvSerie TV Americane