Serie tv british: Bryan Elsley difende i cambi di Skins Us, The Office avrà gli occhi a mandorla

Serie tv british: Bryan Elsley difende i cambi di Skins Us, The Office avrà gli occhi a mandorla

Serie tv british: Bryan Elsley difende i cambi di Skins Us, The Office avrà gli occhi a mandorla: dal suo blog, Ricky Gervais anticipa di star sviluppando una versione di The Office per la Cina

    Serie tv british: Bryan Elsley difende i cambi di Skins Us, The Office avrà gli occhi a mandorla

    The Office e Skins, due serie britanniche di successo che hanno avuto o stanno per avere un remake britannico (e presto una di loro arriverà pure in Cina): partiamo proprio da Skins, se nei giorni scorsi vi postavamo le foto del cast della quinta stagione, Bryan Elsley nei giorni scorsi ha dovuto difendere i cambi apportati nella versione statunitense della serie, dove il personaggio gay di Maxxie (Mitch Hewer) sarà sostituito dalla gay Tea (Sophia Black D’Elia).

    Quando una serie viene trasposta in un paese straniero è inevitabile che cambi: toccherà anche a Skins, serie british di cui MTV sta programmando una versione statunitense: “Capisco le preoccupazioni relative ai cambiamenti – ha spiegato Bryan Elsley al sito AfterElton – e so che tutti hanno amato Mitch, ma il bello di Skins è che il cast è stato formato dai ragazzi che avevo di fronte a me, c’è stata un’audizione aperta ed i personaggi nascono a seconda di chi mi si presenta davanti”.

    Insomma, in sostanza Elsley non è stato ‘ispirato’ a creare un personaggio gay da nessuno degli aspiranti attori che aveva davanti: “Non ho trovato nessun ragazzo che potesse ripetere la straordinaria performance di Hewer – ha confermato il creatore di Skins – ma quando ho incontrato Sofia, ho cominciato a pensare alla cosa in maniera diversa, e nonostante i cambi, posso assicurare che Skins Us presenterà una varietà di personaggi diversi, anche maschi gay, che però non saranno centrali nel cast”.

    Da Skins a The Office, dopo l’Inghilterra e l’America Ricky Gervais sta pensando di lavorare ad una versione dagli occhi a mandorla, che se fosse confermata sarebbe la seconda serie tv ‘cinese’ in poco tempo dopo Gossip Girl: ad anticiparlo il creatore (ed in Inghilterra protagonista) della serie dal suo blog, “ho delle news fantastiche, stiamo sviluppando una versione cinese di The Office.

    Quanto è fantastico?”.

    In maniera poco ‘british’, Gervais ha anche smentito che sarà lui a sostituire Steve Carell alla fine della settima stagione di The Office Us: “Non sostituirò Steve, continuerò a fare milioni non facendo un c****, grazie al solo fatto che ho creato questo show, i suoi personaggi e che detengo i diritti di questo show, guadagno soldi ogni volta che una versione qualunque di The Office è trasmessa in ogni parte del mondo”.

    495

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI