Scommettiamo che…?, partenza posticipata al 7 maggio. La Storia Siamo Noi dedicato a Mia Martini

Scommettiamo che…?, partenza posticipata al 7 maggio. La Storia Siamo Noi dedicato a Mia Martini

Scommettiamo che

    Stasera su RaiDue

    Ritarda di una settimana la nuova serie di Scommettiamo che…?, la cui prima puntata era stata annunciata per questa sera su RaiDue. Spazio, invece, al match Chelsea – Liverpool, ritorno della semifinale di Coppa Uefa in onda alle 20.35. Da non perdere la puntata di La Storia Siamo Noi, interamente dedicata a Mia Martini, sempre su RaiDue alle 23.35.

    Alessandro Cecchi Paone e Matilde Brandi avranno così a disposizione un’altra settimana per rodare gli ingranaggi di un programma ormai storico delle televisione italiana, che la Rai ripropone a cinque anni di distanza dall’ultime edizione (correva la stagione 2003/2004).

    Nella prima puntata tra le scommesse chiamate a sorprendere il pubblico ce ne saranno due che promettono ‘spettacolo’. La prima riguarda un concorrente in collegamento da Milano che sfiderà la gravità, alzandosi in volo spinto da una turbina per astronauti. Molto meno tecnologica, anzi di tutt’altro tenore, quella proposta da un pastore pugliese che promette (e scommette) di riportare nell’ovile un gregge di pecore a ‘botte’ di serenate suonate con la tromba. Prevista la presenza di ospiti vip, chiamati ad esprimesi sulle scommesse e a subire scherzi e penitenze.

    Assolutamente da non perdere, invece, La Storia Siamo Noi, dedicato a Mia ‘Mimì’ Martini, una delle più grandi intepreti della musica italiana. “Storia di una voce“, questo il titolo della puntata biografica, è già andata in onda il 9 maggio del 2005, a pochi giorni dal decimo anniversario della sua drammatica scomparsa. Mia Martini, infatti, si tolse la vita la sera del 12 maggio del 1995, a soli 47 anni, nella sua casa. Il suo corpo venne ritrovato solo due giorni dopo.

    Una storia di successi e di solitudine, di talento e di voci infamanti che la allontanarono per molti anni dai palcoscenici e dallo spettacolo, nonostante la sua voce intensa e la sua insuperata carica interpretativa. Quali? Che portasse sfortuna. “Può una calunnia distruggere una vita?“, questo di fatto l’argomento intorno cui ruota la puntata che vede la partecipazione di amici e colleghi, dal padre, con il quale Mimì ebbe sempre un rapporto difficile, alla sorella Olivia, dall’amica Alba Calia a Claudio Baglioni, Gino Paoli e Ornella Vanoni. Per ricostruire la sua storia e prepararsi alla puntata vi rimandiamo alla scheda del programma, realizzato da Caterina Stagno e Silvia Tortora.

    In una stagione dominata da presunti talenti alla ricerca di un palco, vale la pena ripercorrere la storia di un vero talento cui il palco ha tolto la gioia di vivere.

    604

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE