Sciopero, in attesa del giudice previsto un meeting per domenica

Sciopero, in attesa del giudice previsto un meeting per domenica
da in Attualità, Primo Piano, sciopero degli attori hollywood, Screen Actors Guild
Ultimo aggiornamento:

    David White, Alan Rosenberg e Doug Allen

    David White, direttore esecutivo nazionale ad interim dello Screen Actors Guild, ha convocato un meeting ‘coast to coast’ per domenica; al centro della discussione, sempre che il giudice non emetta un ordine restrittivo, il licenziamento definitivo ed in forma ‘legale’ di Doug Allen.

    Ricordiamo che Alan Rosenberg e compagnia hanno impugnato il modus operandi del licenziamento di Allen (ritenuto ‘incostituzionale’), ed il loro rivolgersi al tribunale ha bloccato anche le trattative tra Sag e AMPTP.

    Il licenziamento di Allen era già stato tentato nel meeting del 12-13 febbraio, ma Rosenberg, Anne-Marie Johnson e tutta la MembershipFirst avevano attuato la tecnica dello stallo che aveva mandato a monte tutto.

    A fine gennaio il licenziamento era avvenuto usando il “written assent”, una modalità inclusa dalla costituzione della Sag che prevede che la maggioranza del board, in caso di necessità, possa ‘fare qualcosa’ al di fuori delle riunioni del board stesso.

    Vista l’importanza di Allen (e del suo licenziamento), Rosenberg ha impugnato la mossa della Unite for Strenght, giudicandola appunto incostituzionale; di qui la decisione di White di indire una conferenza (usando anche la video conferenza) per ‘ufficializzare’ la decisione già presa grazie al written assent.

    In forse, al momento, la presenza dei ricorrenti, oltre a Rosenberg e alla Johnson anche i membri del board Kent McCord e Diane Ladd di cui, in una mail/petizione, si chiedono addirittura le dimissioni. Al momento l’unica cosa certa è che il giudice, l’altro ieri, ha respinto il ricorso per alcuni errori tecnici, come ad esempio il fatto che nella ‘citazione’ non fossero presenti i nomi dei 41 membri che hanno licenziato Allen.

    Per oggi, però, il giudice potrebbe approvare un ordine restrittivo che invalidi il licenziamento di Allen e la conseguente ‘nomination’ di White: se questo succedesse, il meeting convocato slitterebbe, con tutto il caos che ne deriverebbe.

    430

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AttualitàPrimo Pianosciopero degli attori hollywoodScreen Actors Guild