Sciopero giornalisti Rai Sport il 9 aprile 2017: la protesta contro Gabriele Romagnoli

Sono a rischio i programmi sportivi della domenica a causa della chiusura di Rai Sport 2 e il calo di ascolti dovuta alla cattiva gestione dei palinsesti.

da , il

    Sciopero giornalisti Rai Sport il 9 aprile 2017: la protesta contro Gabriele Romagnoli

    I giornalisti di Rai Sport hanno annunciato uno sciopero nella giornata di domenica 9 aprile 2017, in cui non andranno in onda i programmi sportivi, soprattutto quelli legati al calcio, sport che caratterizza la domenica di un grandissimo numero di italiani. Lo sciopero è stato approvato con 51 voti favorevoli, 11 contrari e 19 astenuti, per protestare contro il direttore di Rai Sport Gabriele Romagnoli, che sarebbe colpevole di non aver gestito bene la programmazione, causando un calo negli ascolti.

    Sono varie le motivazioni che hanno portato i giornalisti di Rai Sport a votare a favore dello sciopero di domenica 9 aprile 2017: innanzitutto la chiusura di Rai Sport 2, che ha causato diverse critiche tra i lavoratori i quali hanno quindi deciso di scioperare. Inoltre, i giornalisti hanno deciso di protestare contro il direttore Gabriele Romagnoli, che non è visto di buon occhio sin dalla sua nomina. Questa sarebbe la seconda sospensione delle trasmissioni della Rai in poche settimane: infatti, Quelli che il Calcio non è andato in onda domenica 19 marzo 2017 proprio a causa di uno sciopero.

    In precedenza, i giornalisti di Rai Sport hanno chiesto un confronto con Romagnoli, per ricevere risposte sulla mancata digitalizzazione, sul progressivo calo degli ascolti che sta inesorabilmente colpendo i programmi e anche sull’incertezza dei diritti su alcune future competizioni sportive. Le risposte, secondo i giornalisti, non sarebbero arrivate e, dunque, hanno deciso di indire lo sciopero del 9 aprile 2017, che mette a rischio numerosi programmi. Lo sport che ne risentirà di più, probabilmente, è il calcio: lo sciopero, infatti, cade esattamente di domenica, giorno in cui scende in campo la Serie A.

    I giornalisti di Rai Sport, inoltre, hanno emesso un comunicato, in cui chiariscono il loro atto di protesta nei confronti di Romagnoli: ‘I tagli al budget di testata aggravano la situazione della contrazione degli eventi stessi, nonché quella delle condizioni del racconto di ciò che è ancora in essere. Il tutto in un contesto in cui la concorrenza si fa sempre più agguerrita e la nostra testata non sembra fare il necessario per contrastarla.’

    La Rai sarebbe stata, dunque, accusata di non intervenire per migliorare la messa in onda della programmazione in mancanza di mezzi appropriati a contrastare la concorrenza, ormai molto più forte di Rai Sport.

    Lo sciopero del 9 aprile 2017 dei giornalisti di Rai Sport, comunque, non è ancora confermato del tutto: infatti, il direttore Gabriele Romagnoli ha ben 5 giorni di tempo per rispondere al comunicato dei giornalisti e accettare la richiesta di confronto, in modo che lo sciopero venga annullato.