Sciopero degli sceneggiatori, speciale sulle serie a rischio

Sciopero degli sceneggiatori, speciale sulle serie a rischio

Continua ad oltranza lo sciopero degli sceneggiatori statunitensi, deciso dopo che le loro richieste di cambiare la remunerazione dei diritti d’autore, tenendo conto dei nuovi sistemi di distribuzione (internet, lettori Mp3, telefonini e dvd), sono state rifiutate

da in 24, Attualità, Desperate Housewives, Film, Grey's Anatomy, Heroes, Jericho, Lost, Serie Tv, Serie TV Americane, angeli-e-demoni, Cinema, Writers Guild of America
Ultimo aggiornamento:

    sciopero hollywood

    Continua ad oltranza lo sciopero degli sceneggiatori statunitensi, deciso dopo che le loro richieste di cambiare la remunerazione dei diritti d’autore, tenendo conto dei nuovi sistemi di distribuzione (internet, lettori Mp3, telefonini e dvd), sono state rifiutate. Se per i film finora non si registra alcune problema (per Angeli e Demoni, sequel del Codice Da Vinci, la sceneggiatura è stata consegnata in tempo), sono i programmi satirici e le serie tv a registrare maggiori problemi.

    Oltre alla già annunciata Heroes, che potrebbe avere una seconda stagione interrotta già a Dicembre con l’undicesimo a fare da season finale e la cancellazione di Heroes: Origins, anche Prison Break e Supernatural potrebbero avere finali di stagione anticipati (in verità per Prison Break la pausa era comunque prevista). Problemi anche per 24, di cui, nonostante le rassicurazioni di Cherry Jones, sono stati realizzati solo i primi otto episodi, Nip/Tuck (14 episodi girati su 22 previsti), Gossip Girl con soli 12 episodi sicuri. La ABC rischia grosso per Grey’s anatomy, Desperate Housewives e Lost: come ha spiegato Patrick Dempsey, “Il problema è che non siamo andati molto avanti, le sceneggiature languono.

    Penso che abbiamo abbastanza puntate per andare avanti fino a Natale, dopodiché vedremo: non credo ci sarà una stagione compleda, e questo sciopero sarà duro, non tanto per noi attori quanto per i fan che ci seguono e per la tv in generale”. Secondo Variety, lo staff di Desperate Housewives, attualmente alla quarta stagione, dovrebbe “girare le ultime scene entro la fine della settimana” (le riprese di ieri ed oggi della serie sono state disturbate dalle grida dei manifestanti, cosa già avvenuta con Cane della CBS, ma saranno probabilmente sistemate in fase di montaggio, ndr); come ha spiegato Marc Cherry, ”Abbiamo finito di girare il decimo episodio: arrivati a metà dicembre, gli spettatori si troveranno davanti alla morte di un personaggio, non capiranno chi è e dovranno aspettare chissà quanto per avere la risposta, nell’episodio successivo”. Per quanto riguarda Lost, a parlare dai picchetti di Burbank, in California, è Carlton Cuse, che ha detto all’Entertainment Weekly che le cose non si prospettano per nulla buone se lo sciopero continuerà: “Abbiamo girato solo 8 episodi dei 16 previsti, ha detto Cuse, e se gli sceneggiatori non torneranno al lavoro saranno disponibili solo quelli. C’è un cliffhanger alla fine dell’ottavo episodio, e sarebbe frustrante per i fan di Lost dover attendere per vedere la seconda parte della stagione: come in un buon romanzo, la prima parte della stagione mostra tutti gli eventi, e la seconda cerca di chiudere il cerchio. Siamo orgogliosi di quanto abbiamo fatto finora, ma ci spiacerebbe lasciare le cose a metà”. Unici contenti, i fan di Jericho: la ministagione da 7 episodi è già pronta, e la CBS potrebbe usare la serie come tappabuchi da palinsesto.

    610