Sciopero degli attori, Tom Hanks invita alla calma, Jack Nicholson contro l’AFTRA

Sciopero degli attori, Tom Hanks invita alla calma, Jack Nicholson contro l’AFTRA

La contrapposizione AFTRA - SAG sta spaccando il sindacato degli attori di cinema e tv anche tra di loro: ultimi in ordine di tempo, Tom Hanks, Kevin Spacey, Jeffrey Tambor, James Cromwell, Tim Daly, Mike Farrell, Morgan Fairchild e Sam Freed da una parte, e Jack Nicholson, Ben Stiller e Martin Sheen dall’altra

    hanks favino howard a roma

    (Tom Hanks, Ron Howard e Pierfrancesco Favino nel corso delle riprese di Angeli e Demoni. Tratta dal Los Angeles Times)

    La contrapposizione AFTRASAG continua a spaccare il sindacato degli attori di cinema e tv anche tra di loro: ultimi in ordine di tempo, Tom Hanks, Kevin Spacey, Jeffrey Tambor, James Cromwell, Tim Daly, Mike Farrell, Morgan Fairchild e Sam Freed da una parte, e Jack Nicholson, Ben Stiller e Martin Sheen dall’altra.

    Hanks, assieme agli altri colleghi succitati (e non solo), invita gli appartenenti all’AFTRA a votare sì nella data fatidica dell’8 luglio, perché il contratto, scrivono i firmatari del messaggio di sabato, eviterebbe uno stop (di fatto già esistente) a tutta l’industria cinematografica e porterebbe benefici a tutta la categoria, benefici che l’AMPTP potrebbe ‘ritirare’ in caso di braccio di ferro.

    Dall’altra parte troviamo invece Nicholson and friends, tra cui Viggo Mortensen, Nick Nolte, Josh Brolin, Amy Madigan, Rosanna e Patricia Arquette, che in varie pubblicità pubblicate sui giornali invitano l’AFTRA a tornare al tavolo delle trattative: “Votare no significa no, senza altre retoriche: cosa ci dice l’AFTRA riguardo al tornare a trattare? Se i membri votassero no, il rifiuto odierno dell’AFTRA significa che non cercheranno di ottenere un contratto migliore? Il direttivo della SAG sa che se noi votassimo sarebbe non per scioperare, ma perché vogliamo delle migliori condizioni”.

    La seconda domanda si riferisce ad un’indiscrezione di Doug Allen, che aveva auspicato come l’AFTRA si unisse alla SAG nel trattare migliori condizioni: la richiesta è stata smentita con forza da un insider, secondo cui “è assolutamente certo che l’AFTRA non tornerà a trattare, mai e per nessun motivo, con la SAG. Qualunque affermazione contraria, è solo per destabilizzare la base e minare la leadership”. Una tesi avvalorata dall’AMPTP (soggetto comunque di parte), che spiega di non aver ricevuto, a cinque giorni dalla fine delle trattative, nessuna richiesta di prolungamento.

    La SAG, comunque, non demorde: Martin Sheen e Ed Harris sono i protagonisti di un video in cui si dichiarano sostenitori del team di negoziatori, Viggo Mortensen, in un altro filmato, si dice dispiaciuto di dover affermare che “l’AFTRA è uno dei nostri ostacoli più grandi in queste trattive” (risposta del sindacato: “centiaia di attori facenti capo sia a noi che all’AFTRA supportano il contratto”), senza dimenticare le telefonate “Vota No” fatte da Sally Field, James Cromwell (ma non era pro-contratto della SAG? Boh!) e Sandra Oh.

    Vi segnaliamo infine che, dopo le serie tv, questi sono, secondo il Los Angeles Times, i principali film a rischio:

    * Nottingham (Ridley Scott and Russell Crowe)
    * Funny People (Adam Sandler, Seth Rogen, Eric Bana, Leslie Mann and Jonah Hill)
    * Terminator Salvation: The Future Begins (McG and Christian Bale)
    * Night at the Museum 2: Escape from the Smithsonian (Ben Stiller)
    * Transformers: Revenge of the Fallen (BIG FUCKING ROBOTS)
    * Angels and Demons (Ron Howard and Tom Hanks)
    * Hannah Montana: The Movie (Miley Cyrus)
    * Prince of Persia: The Sands of Time (Jake Gyllenhaal)
    * Shrink (Kevin Spacey)
    * The Surrogates (Jonathan Mostow and Bruce Willis)
    * A Thousand Words (Brian Robbins and Eddie Murphy)
    * 2012 (Roland Emmerich with John Cusack and Amanda Peet)
    * Lost for Words (Hugh Grant and Ziyi Zhang)
    * Tooth Fairy (The Rock)
    * The A-Team (John Singleton)
    * Alice In Wonderland (Tim Burton’s Live-Action version)
    * The Jetsens (Robert Rodriguez)
    * The 28th Amendment (Phillip Noyce)

    814