Sciopero degli attori, quali sono i film e le serie (eventualmente) a rischio

Mentre in Italia il pericolo sembra essere scongiurato, in America si fa sempre più probabile il rischio di uno sciopero degli attori: mentre l'AFTRA ratificherà il suo contratto entro il 7 di luglio, i prossimi giorni saranno fondamentali per le trattive tra SAG e AMPTP

da , il

    sag 2008 strike

    Mentre in Italia il pericolo sembra essere scongiurato, in America si fa sempre più probabile il rischio di uno sciopero degli attori: mentre l’AFTRA ratificherà il suo contratto entro il 7 di luglio, i prossimi giorni saranno fondamentali per le trattive tra SAG e AMPTP. In attesa di capire cosa offriranno i produttori (che hanno parlato di “ultimissima, e migliore, offerta”) e quale sarà la risposta degli attori, Variety e Hollywood Reporter ci preparano al peggio, annunciandoci quali saranno i film e le serie tv che la prossima stagione potremmo non vedere.

    • Per quanto riguarda le trasmissioni come i talk show, in ‘canna’ ci sono poche puntate, visto che la produzione è ripresa a pieno ritmo solo da poco, a causa dell’altro sciopero, quello degli sceneggiatori. Contrariamente a quanto successo allora, comunque, non dovrebbero esserci particolari problemi;

    le reti via cavo potrebbero accorciare le stagioni delle loro serie e/o posporre la data di ‘uscita’ della prima puntata (eventualità, questa, possibile anche per i grossi network);

    • solo ‘Til Death, Rules of Engagement e Reaper, che sono di competenza dell’AFTRA, non avrebbero conseguenze;

    • addio alle ospitate di attori nei late show (come nello sciopero degli sceneggiatori).

    Più nel dettaglio, un eventuale sciopero degli attori al 30 giugno rimanderebbe le riprese a tempo indeterminato e/o metterebbe in pausa film come “Angeli e Demoni”, “Transformers 2”, “2012”, “Prince of Persia”, “Terminator Salvation: The Future Begins“, e “Nottingham”. Tranquilli, invece, i fan di High School Musical 3 e di “Quantum of Solace“, che – quest’ultimo sfiga permettendo – verranno completati entro la fine del mese, assieme a “G.I.Joe” e “Shutter Island” (la cui uscita è stata comunque spostata)

    Quanto alle serie tv, l’unica che si salva è 24, che, già spostata a gennaio 2009 dallo sciopero degli sceneggiatori, non subirebbe più di tanto uno stopo più o meno lungo: la Fox sta inoltre concludendo proprio in questi giorni le riprese del prequel di due ore; anche Heroes, Dirty Sexy Money, i tre CSI, Senza Traccia e Cold Case, dovrebbero avere pochi problemi, così come “House“, “ER“, “Brothers and Sisters“, e “Chuck“. Si preannunciano invece problemi per le Casalinghe Disperate, Grey’s Anatomy, The Starter Wife, Monk, Psych, Burn Notice, Weeds, Dexter e Californication, oltreché per tutti i pilot delle nuove serie da girare in luglio, che potrebbero essere rimandati a data da destinarsi. Anche gli show che hanno iniziato presto la produzione devono comunque concludere quanti più episodi possibili entro giugno, mentre gli appassionati attendono di capire il destino di Fringe, visto che le riprese degli episodi sono in calendario per il mese prossimo ed il debutto della serie è previsto per il 9 settembre: verrà rimandato? Dobbiamo solo attendere ed incrociare le dita affinché attori e produttori trovino al più presto un accordo.