Sciopero degli attori, gli studios televisivi contro la Sag

Mentre sullo sciopero degli attori regna il più completo e totale caos, la Fox TV fa una mossa non troppo a sorpresa, ossia minacciare di passare tutti i contratti delle sue serie tv dalla SAG all’Aftra

da , il

    sciopero oscar

    Mentre sullo sciopero degli attori regna il più completo e totale caos, la Fox TV fa una mossa non troppo a sorpresa, ossia minacciare di passare tutti i contratti delle sue serie tv dalla SAG all’Aftra; ricordiamo che, se un attore appartiene ad entrambi i sindacati, non può scioperare, in quanto l’Aftra ha firmato con i produttori, e quindi deve sottostare agli accordi del contratto tra attori tv/radiofonici e Amptp.

    La mossa non è inaspettata quanto piuttosto alquanto (troppo?) tempestiva, visto che – ad oggi – le sole voci pro sciopero sono quelle di pochi attori, a fronte di tre divi come Clooney, Hanks e Damon (giusto per citarne tre) che spingono affinché la Sag riveda le sue posizioni bellicose.

    La 20th Fox ha dunque annunciato di star considerando uno ‘scambio’ SAG – Aftra tra le serie attualmente in produzione ed anche se poi ha ritrattato quanto sopra, resta confermata l’intenzione di affidare i nuovi pilot solo ad attori Aftra: “Data l’incertezza dei negoziati con la Sag, ha spiegato un portavoce, la 20th Century Fox Television sta considerando la possibilità di girare i suoi pilot primaverili sotto contratti Aftra, ma tutte le possibilità sono aperte“.

    Poche ore dopo, dicevamo, la parziale retromarcia, visto che non solo la Sag ha attaccato duramente tanto la Fox quanto i produttori, ma anche l’Aftra ha fatto sapere che un programma contrattualizzato Sag non può diventare improvvisamente Aftra, e aggiungendo che se anche questo fosse stato possibile, sarebbe stato lo stesso sindacato a rifiutarecosa che, sottolinea l’Aftra, la 20th sa molto bene“.

    Non siamo sorpresi dalla tempistica del nuovo attacco dell’AMPTP, fa sapere in una nota la Sag, dato che i produttori usano tattiche intimidatorie per influenzare i nostri membri nelle votazioni per lo sciopero. Tra l’altro, ogni tentativo della Twentieth Century Fox Television di far diventare Aftra programmi che sono della Sag, viola le leggi federali e quelle dell’AFL-CIO“.

    Ma a minacciare non è solo la 20th Century: anche la Warner Bros. TV, che produce “Cold Case” e “Two and a Half Men” sotto contratti Sag, ha annunciato “causa incertezza su un potenziale sciopero della Sag“, di considerare “tutte le opzioni, compresa quella di far sviluppare le produzioni digitali sotto contratto AFTRA“.