Sciopero degli attori, ancora stallo tra SAG e AMPTP

Sciopero degli attori, ancora stallo tra SAG e AMPTP

Attori e produttori ancora in stallo dopo il rifiuto della SAG di accettare l’offerta dell’AMPTP e ratificare il contratto entro la metà di agosto, uno stallo reso ancora più grave dalle non brillanti condizioni dell’economia americana (e mondiale)

    sag

    (Reuters)

    Attori e produttori ancora in stallo dopo il rifiuto della SAG di accettare l’offerta dell’AMPTP e ratificare il contratto entro la metà di agosto, uno stallo reso ancora più grave dalle non brillanti condizioni dell’economia americana (e mondiale).

    Ancora ieri, i leader degli attori insistevano nel voler trattare con le majors, nonostante queste considerino l’offerta 250milioni di dollari (più 10 ‘retroattivi’) un’offerta finale e non un punto di partenza: “La nostra offerta, hanno spiegato i produttori, è definitiva, e non sarà rivista”.

    “Noi, ha spiegato Doug Allen, abbiamo fatto le nostre proposte, alcune uguali a quelle delle majors, altre alternative; rimaniamo comunque dell’idea che si deve trattare sugli otto punti chiave, che poi sono le nostre priorità“. “Una controproposta alla nostra offerta finale, ribattono le majors, significa che la SAG rifiuta le nostre proposte, nient’altro”.

    Le trattative, definite franche ma cordiali, al momento continuano, con gli attori che fanno sapere di volere “un contratto giusto“, e le majors che sottolineano la non florida situazione economica: “Anche noi, spiega Carol Lombardini, vicepresidente dell’AMPTP, non siamo immuni agli effetti negativi, ed è possibile che – variando in peggio le attuali condizioni – dovremmo rivedere l’offerta al ribasso“.

    E se da un lato la SAG insiste nel voler un contratto migliore di quello di registi, sceneggiatori e AFTRA, dall’altro deve tenere conto che la ‘richiesta’ di dichiarare uno sciopero degli attori, potrebbe non raggiungere il 75%; la prossima settimana, probabilmente, ne sapremo di più.

    343

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI