Scherzi a parte – Le Iene in diretta: Live prima puntata 12 gennaio 2015

Scherzi a parte – Le Iene in diretta: Live prima puntata 12 gennaio 2015

Scherzi a parte - Le Iene in diretta: prima puntata del 12 gennaio 2015 con gli scherzi ad Amadeus e Paolo Brosio e i monologhi di Paolo Bonolis su Canale 5

    Per Scherzi a parte…Avanti un altro. Stasera 12 gennaio 2015, la prima puntata con la diretta-live di Televisionando: Paolo Bonolis al timone con Le Iene su Canale 5 per tentare di risollevare le sorti di uno show dato per morto, dopo l’ultima conduzione-esperimento affidata a Luca e Paolo nel 2012. Paolo Bonolis introdurrà i nuovi scherzi con una sorta di monologo; saranno trasmessi in onda senza filtri, come per le ‘vittime’ Amadeus e Paolo Brosio. Un programma di Fatma Ruffini co-realizzato col gruppo di Davide Parenti per la regia di Marco Garofalo. Buona visione!

    Scherzi a parte Live, gli scherzi della prima puntata

    21:30 – L’annuncio della partenza di Scherzi a parte anche da parte di “Striscia”, che stasera ha avuto problemi di audio. Ufficialmente al via la nuova edizione dello show di scherzi targato Bonolis-Le Iene: studio tecnologico bianchissimo, Bonolis dal teatro 8, attorno a lui pubblico ‘circolare’. E via col primo scherzo (e monologo di Bonolis): il tema è la gelosia della prima ‘vittima’, Amadeus. Si chiede la complicità della moglie Giovanna che non sa di essere filmata di nascosto, almeno fino ad ora.

    Amadeus

    21:40 – Si cerca un giovane spasimante per Giovanna, così Amadeus andrà su tutte le furie. Intanto, passata qualche ora, si è pronti a partire con lo scherzo brutale: Giovanna dice al presentatore di Reazione a catena di aver incontrato un uomo… Amadeus s’insospettisce e chiede ‘quanti anni aveva’, ‘com’era’, ‘trenta, quarant’anni’… Il mattino seguente si va al supermercato, poi la seconda confessione e Amadeus sospetta di brutto. Quindi Giovanna riceve un mazzo di rose rosse e Amadeus s’infuma. Il ritmo dello scherzo è lento…

    21:50 – Si passa alla fase B con “La trappola”: dopo dieci giorni Giovanna chiama Amadeus e dice di dovergli confessare una cosa. La donna finge che qualcuno gli abbia regalato una macchina nuova. C’è anche un video-messaggio della persona del regalo. Amadeus s’innervosisce perché la moglie comincia a difendere lo spasimante. Problemi con il freno a mano… Amadeus incontra l’uomo e comincia a perdere le staffe!

    Lo scherzo ad Amadeus

    22:00 – Ora scopriamo che i fiori non erano per Giovanna…ma per lui. Il titolare dell’auto si finge gay e ci prova con Amadeus… il conduttore ringrazia e va avanti. Le Iene si palesano con Scherzi a parte. Il primo scherzo sembra finito, ma in realtà…ci sono ancora le telecamere. Finalmente spente, ritroviamo Bonolis in studio: si riflette sul perché è così geloso insieme ad Amadeus (che come secondo nome ha Rita).

    22:10 – Ma Amadeus – confessa in studio – è geloso anche della figlia… Che sta in America a studiare all’età di 17 anni. Più che gelosia quasi un’ossessione che qualcuno gli rubi la moglie… Questa parte da analisi da quattro soldi non la sto tanto sopportando… Pubblicità.

    Paolo Bonolis a Scherzi a parte

    22:20 – ‘Che cos’è uno scherzo?’, si chiede Bonolis tra ‘vittime’ e ‘carnefici’ delle burle. Il paragone è con la politica nel monologo di Bonolis sul finanziamento pubblico ai partiti, il ponte dalla Calabria alla Sicilia con la voce di Berlusconi, oppure in cento giorni il salvataggio del Paese. ‘Stanno a scherzà, è per ride’, dice. ‘Simpatiche canaglie…’, dice dei politici. Sembra stia arrivando il senatore Razzi, ennesima vittima dello scherzo! Vediamo lo scherzo: gli viene fatto credere che sia tutto finto, lo scherzo, ma… parte il monologo di Bonolis sulla fede – religiosa e calcistica. E tira in ballo ‘I dieci comandamenti’ (colpa di Presta?). Tutto un preambolo per parlare di Papa Francesco e lo scherzo telefonico a Paolo Brosio, telefonato dal Papa (quello finto).

    Paolo Brosio

    22:25 – Per lo scherzo nientemeno che Frank Matano, tra i più bravi in quanto a scherzi telefonici. Si finge un documentarista che vuole realizzare un’intervista con Paolo Brosio per parlare di Medjugorje. Per la voce (credibile) del Papa ci sarà un comico di Colorado. Intanto si organizza il finto set per l’intervista. La vera domanda è una: com’è possibile che Paolo Brosio non riconosca Frank Matano?

    22:30 – Gli passano al telefono prima un fantomatico padre Leonardo, poi il finto Papa ma non capisce. Poi, incredulo, Brosio dice: ‘Non mi dica che è il Santo padre perché mi fa svenire!‘, intanto chiede una penna per scrivere. Poi, piange di commozione: ‘Ho cambiato tanto la mia vita, non sa quanto l’ho aspettata’… Intanto si organizza la continuazione dello scherzo, anche se tutti hanno paura di dirgli la verità. Ci è cascato in pieno. Brosio è distrutto, chiede se sia uno scherzo, alla fine Matano si dice mortificato e confessa. ‘Non voglio essere raggirato, ma rispettato’, dice avvilito, ma è tempo di andare in studio. Vediamo un’anteprima con Razzi travestito.

    Paolo Brosio piange per il finto Papa

    22:50 – Lo scherzo a Razzi ora in onda. Crede che debba aiutare una suora con l’auto, ma lo scherzo continua e il senatore è stato praticamente abbandonato per strada travestito orribilmente. Bonolis si diverte da studio a dare indicazioni: ‘Ai politici gli dai un posto e non si schiodano’…è proprio il caso di dirlo. Poi, ancora un monologo del conduttore: si parla di mamme per introdurre lo scherzo di Alba Parietti; è iper-presente nella vita del figlio di 32 anni…

    23:10 – Si chiede l’aiuto di Federica Panicucci per non generarle sospetti.

    Lo scherzo consiste nell’allontanamento del figlio. La conduttrice di Mattino 5 chiama la Parietti per invitarla nel programma insieme al figlio. Mamma e figlio litigano in auto, mentre si dirigono negli studi Mediaset di Cologno Monzese. Di ritorno dalla trasmissione, i due continuano a punzecchiarsi.. e fermi all’autogrill il figlio Francesco sparirà! Intanto Alba entra in un bar per cercarlo, poi all’esterno incontra un ragazzo travestito da coniglio che il figlio Francesco ha picchiato perché – lo scherzo questo prevede – si vuole far credere ad Alba che sia una cattiva madre.

    Alba Parietti

    23:20Alba Parietti è costretta a ritornare a casa con la macchina del figlio, mentre Francesco è scomparso. I due si sentono al telefono e la showgirl è praticamente furiosa perché lui le ha messo giù. Quindi chiama gli amici del figlio, ma le riattaccano. ‘Ma che ca**o ho fatto stavolta?’, si chiede Alba in macchina da sola. Non è che la Parietti rischia un incidente? Chiama persino Franco Oppini, il padre del figlio.

    23:30 – La crudeltà de Le Iene passa anche da qui: lo scherzo ad Alba diventa uno contro-scherzo al figlio. Gli fanno credere che ora sia Alba ad essere sparita. E Francesco, dalla voglia di essere indipendente, si ritrova spaventato perché la mamma gli dice che da oggi non sarà più sua madre. E Alba si vendica del figlio… w il cordone ombelicale, insomma! Se ne parla in studio con Paolo Bonolis. Carina l’idea di parlare di genitori-figli dopo lo scherzo.

    Lo scherzo ad Alba Parietti

    23:40 – Bonolis di ritorno in studio ci parla di antipatia, di quelli che si stanno sulle pal*e… ‘I giornalisti devono essere antipatici’, e si rivolge, dice, al più antipatico: David Parenzo, e vediamo lo scherzo con la complicità di Giuseppe Cruciani. Riccardo da Roma più volte ha chiamato La Zanzara per insultare il programma… è una sorta di persecuzione per Parenzo…ma non sa che dietro di lui, nel bus da Roma a Siena, c’è proprio quel Riccardo che lo importuna con improperi. Via con provocazioni e sfotto’ e addirittura il pullmann lo abbandona in strada.

    Davide Parenzo

    24:00 – Parenzo in studio parla di ‘haters’, quelli che odiano quelli famosi. Bonolis gli fa le domande, ma lui va a ruota con aneddoto: una volta prese un taxi, l’autista lo ha riconosciuto e l’ha mandato a quel paese… Ora il collegamento con Razzi, Bonolis gli parla per telefono, ma lui non reagisce a nessuno stimolo. Quello che è sconvolgente è che al senatore Razzi va bene stare lì: ‘lo spettacolo prima di tutto’, dice. Pubblicità.

    00:10 – ‘Siamo arrivati alla fine’ per Bonolis. ‘Voi ora se volete potete raggiungere i vostri cari, però abbiamo uno (Razzi) che sta ancora là. La cosa che mi fa impazzire è che sono passate ore, non è successo niente e non si muove da là. Non è possibile’, dice del senatore. ‘Quasi quasi lo rivoto, per tanta tenacia…’, chiude Bonolis. Questa prima puntata di Scherzi a parte termina qui con Razzi per strada, mentre il pubblico esce dallo studio ancora in diretta… ‘Come si dice in questi casi: buonanotte ai senatori!’. ‘Su queste immagini forse cade la terza Repubblica’, questa la buonanotte di Bonolis con Razzi (che è ancora per strada!), ma finalmente esplode: ‘Ancora qua. Basta! E che ca**o!’, proprio così sui titoli di coda. A lunedì prossimo!

    Scherzi da prete (a parte), anzi da senatore: la derisione paradosso che fa riflettere

    La prima puntata di Scherzi a parte

    Ci volevano le Iene per ridare cattiveria al punto giusto alle marachelle di Scherzi a parte. Lo stile da “iena” in questa prima puntata c’è stato e s’è visto. Totalmente stravolto l’impianto originario del format, la spiegazione step to step degli scherzi è affidata ad una voce narrante, mentre a Paolo Bonolis, annunciatore prima, commentatore poi con le interviste, il compito di misurarsi con l’ospite vip, oggetto sia dello scherzo registrato, sia in diretta con una ‘chiacchierata a due’ al centro dello studio.

    La prima vera constatazione che ci sentiamo di fare è che gli scherzi, non tutti, ma la stragrande maggioranza, stasera hanno funzionato per via dell’autenticità, mancata probabilmente nel corso delle precedenti edizioni. La difficoltà di un programma come Scherzi a parte sta nel fatto che seppur commesso lo scherzo, è difficile che la vittima accetti di mandarlo in onda…quindi, ad esempio, nel caso di Paolo Brosio vittima della telefonata di (un finto) Papa Francesco, alla fine, il giornalista convertito alla Fede accetta perché la cosa gli permetterà di sostenere un progetto di beneficenza a cui tiene a cuore.

    Il vero tema interessante, complice la figura di Paolo Bonolis in uno studio essenziale, è che si possa utilizzare lo scherzo in chiave innovativa: cioè per divertire, intrattenere, raccontando attraverso le clip girate, ma anche per far riflettere, parlando di Fede in diretta con leggerezza (è il caso di Brosio), di rapporto genitori-figli (Alba Parietti), mentre forse meno riuscito – e soprattutto più lento – è stato lo scherzo realizzato con Amadeus geloso della moglie Giovanna.

    Lo scherzo ad Antonio Razzi è forse l’emblema di questo meccanismo: si deride il senatore (in Commissione Cultura alla Camera dei Deputati – sì avete capito bene!) ma per restituire a fine serata, con lo stesso Razzi ancora per strada abbandonato a se stesso, una riflessione più ampia sui politici attuali, disposto, forse come tutti gli altri, a fare dello spettacolo una garanzia ‘prima di tutto’, come dice lo stesso senatore in TV.

    Buona anche l’idea di ‘usare’ personaggi dello spettacolo come aiutanti e complici dello scherzo: è il caso di Federica Panicucci confidente ‘traditrice’ di Alba Parietti, o di Ilary Blasy segretaria in una finta agenzia per lo scherzo a David Parenzo. Il paradosso della risata che fa riflettere intrattenendo, ma, alla fine dei conti, ciò che doveva essere la punta di diamante dello show, Bonolis, il matador di Avanti un altro, si è rivelata, con particolare riferimento ai monologhi, decisamente sottotono. Auguri!

    2173

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI