Sara Tommasi, film a luci rosse: condannato il produttore

Condannato il produttore del film a luci rosse di Sara Tommasi

da , il

    Nuovo capitolo della saga che coinvolge Sara Tommasi. E’ stato condannato il produttore del film a luci rosse che ha visto protagonista la showgirl, secondo il giudice non pienamente in possesso delle proprie capacità fisiche e mentali all’epoca dei fatti. Giuseppe Matera, colui che produsse la pellicola ‘Confessioni private’, è stato così condannato a due anni e dieci mesi di reclusione.

    Secondo quanto concluso dal Giudize per l’Udienza Preliminare del tribunale di Salerno, Renata Sessa, la Tommasi non si trovava nelle condizioni psicofisiche necessarie per partecipare alla realizzazione del film. Il consenso dato dalla showgirl risultava infatti compromesso dall’assunzione di sostanze stupefacenti. Per questo, il giudice ha configurato gli estremi per un reato di violenza sessuale di gruppo: oltre a Matera, risultano coinvolti anche il manager Vincenzo Di Federico, gli attori Fausto Zulli e Pino Igli Papali e il regista Max Bellocchio.

    I legali di Matera hanno dichiarato che si tratta della pena più bassa possibile per tale tipologia di reato, ma anche l’avvocato della Tommasi ha espresso soddisfazione: ‘Con questa sentenza si è potuta finalmente accertare la verità’.

    Il giudice ha anche disposto il risarcimento, la cui liquidazione verrà effettuata in separata sede.