Sara Tommasi è morta? Il panico si diffonde sul web

Sara Tommasi è morta? Il panico si diffonde sul web

Sara Tommasi è morta? Un'assenza prolungata della showgirl dalla sua pagina Facebook scatena il panico in rete

    Sara Tommasi è morta? Il panico si diffonde sul web

    Sara Tommasi è morta? E’ questa la domanda che si sono posti gli abituali frequentatori del web e, in particolar modo, della pagina Facebook della showgirl. A scatenare il panico in rete è stata infatti una prolungata assenza della giovane dal social network, tale da generare allarmismi collettivi. Non che fossero totalmente ingiustificati, data la natura del soggetto.

    Sono bastate poche ore a creare un vero tormentone internautico sulla presunta morte di Sara Tommasi. Tra chi si è messo alla ricerca furiosa di conferme e chi ha preferito buttarla sullo scherzo, in moltissimi hanno alimentato il sospetto e contibuito a diffondere la notizia. Ma da dove si è originato il caos? A ben vedere, il motivo di tanto rumore sta nell’insolito silenzio della showgirl su Facebook: Sara ha infatti abituato i suoi fan a un contatto continuo con loro, tramite aggiornamenti regolari. Negli ultimi due giorni la pagina è stata però abbandonata a se stessa, senza alcun preavviso, e ciò ha destato preoccupazione.

    Del resto, considerato lo stile di vita sopra le righe e gli atteggiamenti discutibili, non si può dire che fossero timori infondati. Non sono passate nemmeno due settimane da quando la Tommasi postò sul suo profilo un messaggio shock, ovvero: ‘Buongiorno, oggi mi taglio le vene’. E prima di allora gli scandali e le trasgressioni estreme si sono susseguiti uno dietro l’altro: filmini porno, atteggiamenti a dir poco disinibiti, manie di persecuzione, ricoveri per depressione e sottoposizione a cura con psicofarmaci… la lista è lunga.

    Sara non conduce certo una vita equilibrata, è un po’ la Lindsay Lohan italiana, e in molti temono per una sua fine tragica e prematura.

    Tuttavia, c’è anche la possibilità che la bufala sia stata messa in circolazione con lo scopo di accescere la ‘notorietà’ del personaggio. Volente o nolente, il suo nome è tra i più cliccati del web, proprio per la sua straordinaria capacità di far parlare di sè: basta poco per attirare l’attenzione, specie nei confronti di una persona con dei precedenti come i suoi. Non vi è dubbio che in rete ci sia un interesse morboso verso questa ragazza, che di certo non aiuta la sua condizione. E forse sarebbe invece opportuno intervenire attivamente, prima che sia troppo tardi e che la bufala si trasformi in realtà.

    417