Sara Tommasi confessa di avere un rapporto difficile col cibo

Sara Tommasi confessa di avere un rapporto difficile col cibo

in una intervista al settimanale vero la showgirl Sara Tommasi ha confessato di avere un rapporto difficile con il cibo

    Sara Tommasi

    Sara Tommasi, ex naufraga dell’Isola dei Famosi 4 ora valletta del programma sportivo di Mediaset Speciale Uefa Europa League, ha fatto un outing che nessuno poteva aspettarsi da una bellissima ragazza come lei: in una intervista al settimanale Vero ha confessato di avere un rapporto difficile, complicato con il cibo. Non è caduta nel tunnel dell’anoressia ma dichiara di sentirsi più bella magra e che per risolvere quello che potrebbe diventare un serio problema sta già lavorando sull’autostima.

    Nonostante una laurea in Economia in tasca, conseguita all’Università Bocconi di Milano, e la presenza fissa al fianco di Paolo Bargiggia nel magazine Speciale Uefa Europa League in onda sulle reti Mediaset, Sara Tommasi evidentemente non è abbastanza soddisfatta di se stessa se è arrivata a confessare di avere problemi alimentari. Alla base del suo rapporto conflittuale con il cibo, peggiorato in quest’ultimo periodo, ci sarebbero una delusione amorosa e la perdita di autostima seguita all’euforia della partecipazione all’Isola dei Famosi 4, anche se le radici del problema risalgono alla sua infanzia e adolescenza.

    Vivo sola e questo non mi aiuta. La sera non ho voglia, né di cucinare né di mangiare – ha ammesso sulle pagine di Vero la 29enne ex calendar girl di Max –. Mia madre è vegetariana, così io ho passato l’infanzia e l’adolescenza senza mangiare carne, uova, pesce.

    Poi, quando avevo 17 anni, i miei genitori si sono separati e io ho sofferto moltissimo, perché non sopportavo che la famiglia perfetta non esistesse più. Da lì – ha continuato la Tommasi – ho cominciato a rifiutare il cibo e ad alternare periodi in cui mangiavo di più a periodi in cui mangiavo di meno”.

    Questo suo errato rapporto con il cibo per fortuna non è mai sfociato in una vera anoressia e non ha mai richiesto il ricovero in una clinica: “Non sono mai finita in ospedale – ha precisato Sara –, ma in passato ci sono stati giorni in cui mangiavo soltanto una mela e un biscotto. E altri, invece, in cui pensavo di aver esagerato e così il giorno dopo, senza nemmeno fare colazione, correvo ad “ammazzarmi” di esercizi in palestra”.

    L’ex naufraga non lo nega: quando è magra si vede più bella e si piace di più in costume e con gli short. Ma è consapevole di dover lavorare sull’autostima per cercare di uscire dal tunnel e riconquistare il necessario equilibrio psicofisico.

    464

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI