Sanremo 2017: Maria De Filippi a Caterina Balivo: ‘La Leotta può vestirsi come vuole’

La conduttrice del Festival ha sottolineato come la polemica su Twitter abbia riportato il dibattito sulle libertà personali indietro di anni luce

da , il

    Sanremo 2017: Maria De Filippi a Caterina Balivo: ‘La Leotta può vestirsi come vuole’

    Al Festival di Sanremo 2017, Maria De Filippi risponde a Carina Balivo riguardo ai recenti tweet polemici diretti a Diletta Leotta. La giornalista sportiva, che si è vista hackerare dal telefono alcune foto intime, è salita sul palco del Festival e ha incoraggiato le vittime di cyberbullismo a farsi avanti, a denunciare ogni volta le angherie imposte. Il problema è che mentre Diletta esortava alla resistenza anti hater, su Twitter andava in scena proprio un esempio del bullismo telematico che si stava tentando di combattere. L’ha capito bene Maria De Filippi, ricordando alla Balivo che ‘siamo nel 2017 e se una si mette una minigonna non merita di essere violentata‘.

    Maria De Filippi non è una che te le manda a dire, quindi a Caterina Balivo si rivolge con schiettezza, facendole notare di aver scritto la boiata del giorno. Diletta Leotta, ospite di Sanremo 2017 per il suo successo televisivo ma anche come vittima di cyberbullismo, è salita del palco del Teatro Ariston mettendoci la faccia, raccontando con serenità dei commenti aspri che le sono piovuti addosso e lo ha fatto rimanendo sé stessa. Sarebbe stato ipocrita far sfilare la Leotta in abito talare, nel fiacco tentativo di riabilitare la sua reputazione, come se quelle foto l’avessero in qualche modo screditata. Diletta è stata la vittima, colei che ha visto il suo corpo riprodotto sugli schermi di tutto il paese, ma non è il suo corpo l’elemento scabroso. A quello, e a come vestirlo, ha pienamente diritto.

    Proprio durante il discorso di Diletta Leotta, che indossava un coraggioso e opulento abito rosso damascato, la Balivo si è rivolta dicendo che ‘non puoi parlare della violazione della #privacy con quel vestito e con la mano che cerca di allargare lo spacco della gonna #sanremo2017′. Se il commento voleva essere ironico è decisamente uscito male. Gli utenti del social hanno prontamente fatto notare quanto le parole della Balivo fossero sembrate sessiste e retrograde, ma una risposta da parte della conduzione del Festival di Sanremo era certamente auspicabile.

    Maria De Filippi ha quindi riportato Caterina Balivo sui binari del buonsenso, sottolineando che a volte le cose stupide si dicono, ma se vengono messe nero su bianco c’è qualche problema di pianificazione… La co-conduttrice del Festival ha anche esortato a dare alle dichiarazioni il giusto rilievo, ovvero nessun rilievo. Se una donna ha il fegato di fare slut shaming verso un’altra donna è già un problema abbastanza grave di per sé, aggiungiamoci Twitter e la miscela diventa esplosiva.