Sanremo 2017, il primo spot su Rai 1 e le critiche degli spettatori

Gigliola Cinquetti e i Massive Attack in un promo che ricorda il 'fertility day' e si scatena la polemica sul web

da , il

    Si dà il via a Sanremo 2017 con il primo spot mandato in onda su Rai 1: un’idea particolare che ha scatenato una serie di critiche da parte degli spettatori. Seguendo il filone di ‘Tutti cantano Sanremo’, la pubblicità sul Festival della canzone italiana si sviluppa in una sala d’attesa di un ginecologo con tre mamme e i loro bimbi che, in grembo, si muovono sulle note di Non ho l’età di Gigliola Cinquetti. Il promo, però, pare non essere stato gradito dai telespettatori che, sul web, si sono scagliati contro le immagini mandate in onda che sembrano richiamare il tanto discusso ‘fertility day’.

    Il primo spot di Sanremo 2017 fa nascere le prime critiche nei confronti della kermesse musicale. Gli spettatori di Rai 1 – e non solo – si sono dimostrati contrari all’idea che quest’anno è stata scelta come primo promo della 67esima edizione del Festival della musica italiana. Il tutto si svolge nella sala d’attesa di un ginecologo con tre donne in gravidanza e i loro bambini (ancora in grembo): seguendo la linea di ‘Tutti cantano Sanremo’, sulle note della canzone che vinse la gara canora nel 1964, Non ho l’età di Gigliola Cinquetti, le signore e i feti si muovono a ritmo di musica. Ma cos’è che non è piaciuto al pubblico da casa?

    Non è stata tanto l’idea che le canzoni di Sanremo restino un evergreen per ogni generazione, quanto il fatto che il primo spot del Festival del 2017 ricorda, da un lato, il tanto discusso ‘fertility day’ promosso da Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, e dall’altro sembra richiamare il video di Teardrop, successo dei Massive Attack, che si apre proprio con l’immagine del feto in grembo, tanto che, in molti, accusano il fautore del primo spot di Sanremo 2017 di aver copiato l’idea. La 67esima edizione, dunque, sembra iniziare tra le polemiche ma, come tutti ricordano, intorno ad ogni stagione che si rispetti aleggia sempre un velo di critica misto a scetticismo, tipico del pubblico italiano.

    Al momento non si conosce il creatore del primo spot su Sanremo 2017 mandato in onda su Rai 1 in questi giorni, certo è che l’associazione tra la canzone di Gigliola Cinquetti scritta da Nisa, Mario Panzeri e Gene Colonnello e il brano dei Massive Attack, gruppo britannico considerato fondatore del genere trip hop, pare essere davvero originale.