Sanremo 2017, Fiorella Mannoia plagia Michele Bravi? L’accusa per ‘Che sia benedetta’

Il brano della seconda classificata al Festival sarebbe simile anche ad 'Accidenti a te' di Fiordaliso, intervenuta a Pomeriggio 5.

da , il

    Fiorella Mannoia è stata accusata di plagio della canzone di Michele Bravi con ‘Che sia benedetta‘, portata in gara tra i Big al Festival di Sanremo 2017. A sollevare le accuse è stato un utente di Facebook resosi conto di quanto accaduto mettendo a confronto entrambe le canzoni: in effetti, l’inizio con il pianoforte del brano ‘Che sia benedetta‘ sembra essere identico all’introduzione di un brano di Michele Bravi risalente al 2014, ‘Un mondo più vero‘, contenuto nell’album ‘A piccoli passi’. Sotto l’ironico titolo ‘Proponiamo un duetto?’, Fabio Gilberti ha sottolineato l’incredibile somiglianza pubblicando un video su YouTube.

    Che sia benedetta‘ è la canzone di Fiorella Mannoia classificatasi seconda al Festival di Sanremo 2017 ed accusata di esser stata un plagio di ‘Un mondo più vero’, brano di Michele Bravi, anch’egli in gara nel corso della kermesse canora.

    A rendersi conto di quanto i brani fossero davvero simili musicalmente è stato un utente social di nome Fabio Gilberti, colui che per primo si è prodigato a creare un video e postarlo sulla propria pagina YouTube: ascoltando il filmato si può notare quanto l’introduzione al pianoforte iniziale di ‘Che sia benedettasia incredibilmente simile a quella di ‘Un mondo più vero’. E ancora, quanto la strofa, il ritmo e l’attacco del ritornello siano compatibili l’uno con l’altro.

    Per ‘Che sia benedetta’ non è stata l’unica accusa pervenuta nelle ultime ore quella di Fabio Gilberti: è intervenuta anche la cantante Fiordaliso a Pomeriggio Cinque per commentare la canzone della Mannoia, riconoscendone la somiglianza con ‘Accidenti a te‘, suo brano presentato sempre al Festival di Sanremo nel 2002. ‘Non ho mai rilasciato una dichiarazione del genere, me l’hanno detto gli altri che la canzone di Fiorella somiglia alla mia. Effettivamente ci somiglia, il mood è simile ma se provi a sovrapporle non sono uguali. Non faccio polemica. Sono contenta, perché vuol dire che Accidenti a Te era bella’, queste le parole di Fiordaliso rilasciate nello studio della D’Urso. Da qui, la risposta di Sgarbi non si è fatta attendere: ‘Mi sembra evidente che Fiorella Mannoia abbia ripreso una canzone bellissima di Fiordaliso‘.

    Ma ancora niente tregua per il Festival di Sanremo 2017 che si ritrova a fare i conti con le dichiarazioni di Selvaggia Lucarelli: la giornalista non prende di mira l’aspetto melodico di una canzone, bensì l’idea di Francesco Gabbani nel proporre sul palco dell’Ariston il balletto con la scimmia. Secondo la giornalista, il vincitore di Sanremo 2017 avrebbe ‘rubato’ l’idea dal video di ‘Cosa vedi tu?‘, un pezzo di Lorenzo Palmeri.