Sanremo 2015, i costi del Festival di Carlo Conti: attivo da 4 milioni di euro

Sanremo 2015, i costi del Festival di Carlo Conti: attivo da 4 milioni di euro

Festival di Sanremo 2015, i costi del Festival di Carlo Conti: attivo da 4 milioni di euro, costi per 20-22 milioni

da in Festival di Sanremo 2015, Personaggi Tv
Ultimo aggiornamento:

    Sanremo 2015, i costi del Festival di Carlo Conti: per la Rai ci sarebbe un attivo – e quindi un guadagno – di 4 milioni, che in realtà sarebbero oltre 20 milioni (si parla di 22) se non ci fossero quei 15,5/ 16 milioni di euro di spese, inclusi i 5 milioni e mezzo che Viale Mazzini paga per ‘Convenzione’ al Comune di Sanremo. Se tale cifra fosse confermata, Sanremo 2015 costerebbe meno rispetto al 2014 – 18 milioni – e 2013 – 20 milioni: merito anche della valletta anticrisi Emma Marrone? Sì, ma non solo.

    Sanremo 2015, i costi del Festival di Carlo Conti. Definito il Festival della restaurazione, la sessantacinquesima edizione di Sanremo vedrebbe – stando ai calcoli dell’agenzia Ansa – meno spese rispetto al 2014 e al 2013, merito anche del boom della pubblicità: il ritorno al meccanismo della gara – con l’eliminazione di 4 Campioni su 20 e le sfide dirette tra le Nuove Proposte – eil fatto che solo il none di Sanremo garantisce quasi il 40% di share (il doppio della media di rete, che per Rai Uno è al 19%), hanno convinto gli investitori a scommettere sul Festival.

    Nelle oltre tre ore di diretta, ci saranno 12 spazi pubblicitari a puntata, di tre/quattro minuti: Rai Pubblicità ha venduto gli spazi a durata dimezzata, 15 secondi e non più 30, ma a un prezzo solo leggermente inferiore, il che significa che nonostante il calo di ascolti della scorsa edizione, anche qui si crede nel nome di Carlo Conti e del Festival – e in un assestamento dopo il calo fisiologico della scorsa edizione preceduta da ascolti boom nel 2013.

    Oltre alla convenzione più leggera, non va dimenticato il low-profile scelto da ospiti e conduttori (oltre al succitato Conti, Emma, Arisa e Rocio Munoz Morales): l’unico cachet ‘certo’ è quello della Marrone, sui 70-80 mila euro per pagare il suo staff, ma pare che anche i compensi dei superospiti – da Charlize Theron a Will Smith a Conchita Wurst – siano al di sotto degli standard tradizionali. Insomma, detto che il consuntivo su costi e ricavi del Festival si avrà solo a fine kermesse – la settimana prossima – dopo il pareggio festeggiato nel 2013 e l’attivo da 2 milioni del 2014, per il
    2015 le stime parlano di un saldo positivo per almeno 4 milioni.

    421

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Festival di Sanremo 2015Personaggi Tv Ultimo aggiornamento: Lunedì 09/02/2015 11:12
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI