Sanremo 2013: scenografia al femminile per la prima volta in assoluto

Sanremo 2013: scenografia al femminile per la prima volta in assoluto

E' stata resa nota la scenografia del Festival di Sanremo 2013, per la prima volta affidata a una donna

    A quattro giorni dalla partenza, sono state sciolte le riserve sulla scenografia del Festival di Sanremo 2013. Ogni anno è grande la curiosità per scoprire le forme e i colori che l’Ariston sfoggerà appositamente per la kermesse musicale. Adesso, per la prima volta in assoluto, il compito è stato affidato ad una donna, Francesca Montinaro.

    La realizzazione della scenografia del Festival è stata fino ad oggi prerogativa esclusiva di Gaetano Castelli, che si è occupato di essa nelle ultime edizioni. Quest’anno l’incarico è stato però affidato a un’altra persona, che ha portato un tocco femminilie nel look del teatro.
    Come si legge sul sito della Rai, l’idea della Montinaro è quella di imprimere una visione scenica chiara e precisa, che si riallacci in qualche modo alla storia millenaria del nostro Paese. La volontà era infatti quella di creare un ponte di collegamento tra passato e presente, attraverso varie stratificazioni architettoniche.

    ‘La prima fonte d’ispirazione è lo stupore barocco ideato dai fratelli Bibbiena che si unisce direttamente agli strappi logori di Burri e ai tagli filosofici di Fontana che fenderanno lo spazio.’

    Il risulto è sorprendente, come potete vedere dalle immagini nella fotogallery. Una scenografia che dà un taglio netto alla storia passata del Festival.

    Abbandonate le linee classiche, le luci rassicuranti e le lunghe scalinate, qui sembra di trovarsi di fronte a uno scenario post-apocalittico.
    Da notare in particolare la postazione riservata all’orchestra, che fino ad oggi è sempre stata posizionata ai piedi del palcoscenico. In questa edizione i musicisti sovrasteranno i cantanti, trovandosi a mezz’aria su delle impalcature:

    ‘L’orchestra non è nella buca ma sospesa come tagli obliqui sui fondali del palcoscenico per mostrare uno ad uno tutti gli orchestrali.’

    La famosa scalinata, che tanto terrore ha suscitato in passato, sarà anch’essa completamente rivoluzionata nello stile e nella forma:

    ‘La scala sarà innovativa, diversa, antropomorfica, come a mimare il movimento delle mani e il modo di gesticolare.’

    Molto curato pure l’aspetto tecnologico, grazie al quale sarà possibile assistere a coreografie di forte impatto visivo. In particolare, si utilizzeranno delle sofisticate macchine teatrali che appariranno e scompariranno, creando giochi di luce ed effetti speciali.
    Cosa ne pensate, vi convince questo design futuristico o avreste preferito un aspetto più tradizionale?

    393

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Festival di Sanremo 2013
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI