Sanremo 2013: Pippo Baudo bacia la Littizzetto, canta e ricorda i vecchi tempi

Sanremo 2013: Pippo Baudo bacia la Littizzetto, canta e ricorda i vecchi tempi

Pippo Baudo ospite a Sanremo 2013 si diverte a cantare con Fabio Fazio e Luciana Littizzetto

    Pippo Baudo ospite a Sanremo 2013 è una visione che finalmente si è concretizzata nell’edizione targata Fazio- Littizzetto. Tornato sul palco dell’Ariston per ricevere il premio Città di Sanremo, lo storico conduttore della kermesse canora arriva poco dopo la presentazione della statua dedicata a Mike Bongiorno, storico rivale e amico, ed è subito storia della Tv italiana.

    Presentato come una vera istituzione della cittadina ligure, Pippo Baudo si gode gli applausi del pubblico in sala per poi fare quello che tutti ci aspettavamo: baciare nuovamente Luciana Littizzetto sul palco dell’Ariston a dieci anni di distanza dalla prima volta. Insolitamente imbiancato, il Pippo nazionale è per Lucianina come ‘Schumacher intento a fare a il parcheggiatore’, e in effetti, dopo tredici festival condotti con il temperamento noto a tutti è davvero strano vederlo in veste di ospite. ‘Qui si è formata la parte più importante della mia carriera‘, ricorda Pippo che insieme a Fazio non può che rammentare solo alcuni dei momenti clou di quelle conduzioni come la presenza di Louis Armstrong, il signore che voleva buttarsi dalla galleria dell’Ariston (si trattava in realtà di un dipendente licenziato dall’allora sponsor e in cerca di vendetta). Senza smentire l’adagio che lo ha reso famoso grazie ai suoi imitatori, Pippo Baudo è anche colui che ha ‘inventato’ le 5 serate di Sanremo e la gara dei giovani all’interno della kermesse.

    Davvero un gigante di Sanremo, che stasera si contende con il nuovo Fabio Fazio l’amore di Lucianina Littizzetto, ormai baciata da entrambi.

    La comica pur di non scegliere tra i due imiterebbe Marchionne fuggendo all’estero, ma al momento di fare raffronti ci fa divertire: ‘Pippo è Pippo, Fabio è pippa. Se Pippo fosse un aceto sarebbe il balsamico di Modena, Fabio il purgativo di Imperia, se Pippo fosse un libro sarebbe Guerra e Pace, Fabio sarebbe una sfumatura di grigio, se fosse una pietanza Pippo sarebbe trippa al sugo, Fabio una mela cotta, Pippo è un re di cuori, Fabio un due di picche, se Pippo fosse un albero sarebbe una sequoia, Fabio un castagno (bravo è bravo ma ti farebbe due maroni così)‘.
    Così Lucianina si attira un canto a due voci dedicato dai conduttori Rai proprio a lei: ‘Ma ti dirò che muoio per te, mi tratti un po’ male, ma ti amerò‘.
    Giusto il tempo di ricevere il premio Città di Sanremo e Pippo si congeda dal Festival ma non dalla Tv: ‘Devo tutto a questo mestiere, alla televisione, e per questo voglio continuare a farla bene‘.

    469