Sanremo 2013: l’omaggio a Giuseppe Verdi porta un tiepido applauso

Sanremo 2013: l’omaggio a Giuseppe Verdi porta un tiepido applauso

Omaggio a Giuseppe Verdi sul palco dell'Ariston al Festival di Sanremo 2013: il coro dell'Arena di Verona diretto dal maestro Pagano propone il Nabucco, con l'aria di Va' pensiero

    Omaggio a Giuseppe Verdi

    Fabio Fazio in questo Festival di Sanremo 2013 ha deciso di portare la musica classica sul palco dell’Ariston. E mentre giovedì ci attende l’esibizione di Daniel Barenboim, direttore musicale del Teatro alla Scala di Milano con il suo Chopin, questa sera la kermesse sanremese ci propone un omaggio a Giuseppe Verdi. Aveva avuto ragione il giornalista del Mattino, Federico Vacalebre. Nessuno sapeva quale sarebbe stato il brano eseguito, quindi erano partite le scommesse e Vacalebre ci ha azzeccato in pieno.

    Anche se ad essere onesti, a mente fredda era perfettamente prevedibile che ci sarebbe stato prima o poi a Sanremo 2013 un omaggio a Giuseppe Verdi: quest’anno infatti si celebra il duecentenario del suo genetliaco, quindi era presumibile che lo citassero. Peccato solo che non abbiano citato anche l’altro grande esponente della musica classica che festeggia il genetliaco, ovvero Richard Wagner, ma lui aveva già aperto la nuova stagione della Scala, quindi per par condicio devono aver deciso di farne solo uno.

    Veniamo ora all’esibizione. Sul palco dell’Aritson, immerso in un’atmosfera azzurro/rosata, quasi da sogno, si levano le note di ‘Va’ pensiero’, l’aria più celebre tratta dal Nabucco di Verdi, una delle sue opere più amate e conosciute. A eseguirla ci ha pensato magistralmente il coro dell’Arena di Verona, diretto dal maestro Pagano, ma… che applauso insipido!

    Sanremo 2013 omaggia Giuseppe Verdi

    Ma come, al grido di ‘Viva Verdi!’ ti propongono il Nabucco, interpretato da una delle eccellenze italiane del settore e tutto quello che il pubblico di Sanremo riesce a fare è quell’insulso applauso? Va bene essere educati, non pretendevamo certo una standing ovation, d’altra parte il pubblico è lì per sentire Mengoni, i Modà & Company, però potevano almeno sforzarsi di apprezzarlo un po’ di più.

    E finita l’aria, finito lo scarso amore per la musica classica, ecco che arriva Luciana Littizzetto sul palco dell’Ariston, pronta a fare il suo politica-show e il coro dell’Arena di Verona viene prontamente accantonato. Peccato, l’esibizione era stata bella ed intensa, ottima per iniziare la serata elevando un po’ il livello della manifestazione.

    Se volete rivedere l’esibizione, ecco qui il video:

    439

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Festival di Sanremo 2013
     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE