Sanremo 2013: Antony and the Johnsons incantano l’Ariston con un inno alla donna

Sanremo 2013: Antony and the Johnsons incantano l’Ariston con un inno alla donna

La terza serata di Sanremo 2013 ha ospita il gruppo Antony and the Johnsons

    La terza serata del Festival di Sanremo 2013 ha regalato momenti di grande musica e profonda commozione. Uno di questi si è consumato quando sono entrati in scena gli Antony and the Johnsons, gruppo musicale newyorkese fondato dal britannico Antony Hegarty. Non sono particolarmente noti al nostro pubblico, ma forse da oggi hanno acquistato diversi fan in più.

    Antony si è accomodato al pianoforte e ha incantato la platea cantando ‘You’re my sister’, uno dei suoi successi più famosi. La voce intensa e l’accompagnamento dell’arpa hanno reso la sua performance quasi magica, meritandosi il caloroso applauso finale. La carica emotiva del pezzo è alle stelle, il suo esecutore ci ha infuso la propria anima e si sente. Al termine dell’esibizione abbiamo appreso che il brano era stato inizialmente composto per la sorella di Hegarty, come dichiarazione di affetto. Il leader del gruppo ha infatti raccontato il difficile rapporto che aveva da piccolo con la sorella, su cui riversava ingiustamente le proprie sofferenze e frustrazioni. Crescendo si è reso conto di quanto avesse sbagliato e in questo testo ha cercato di riversare tutto il proprio pentimento, oltre al rinnovato amore fraterno.

    L’intervista condotta da Fabio Fazio, grande estimatore del gruppo, si è trasformata presto in un elogio alla figura femminile nel suo genere. Antony guarda alla donna come a colei in cui è riposta la speranza per l’avvenire, motivo per cui è necessario offrirle tutto il sostegno possibile.

    A questo punto diventa inevitabile la condanna delle violenze di cui troppo spesso le donne sono vittime, atti ignobili e deprecabili privi di qualunque giustificazione.

    Le parole del leader degli Antony and the Johnsons si sommano dunque al monologo e al flashmob proposti da Luciana Littizzetto ad inizio serata. Anche la comica è intervenuta in diretta con un esplicito inno al genere femminile e un’altrettanto dura denuncia dei maltrattamenti e degli atteggiamenti più o meno abusivi da parte degli uomini.

    Con questa ospitata e quella della pianista Leonora Armellini, Fazio ha dimostrato di volere realmente portare in scena un festival della musica, quella vera. Nessun grande nome o beniamino delle masse, ma reali interpreti di emozioni e passioni.

    Per tutti coloro che non avessero avuto modo di seguirla, ecco la toccante esibizione di Antony and the Johnsons, con conseguente intervista.

    504

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Festival di Sanremo 2013