Sanremo 2012, tutte le novità. Mazza: ‘Celentano nostro asso’. Ospiti I Soliti Idioti, Geppi Cucciari, la Ferilli e Cranberries

Sanremo 2012, tutte le novità. Mazza: ‘Celentano nostro asso’. Ospiti I Soliti Idioti, Geppi Cucciari, la Ferilli e Cranberries

La diretta della conferenza stampa di Sanremo 2012: precisazioni sul compenso di Celentano (tutto in beneficenza) e sulle canzoni ancora a rischio eliminazione

    Sanremo2012 conferenza stampa 31gennaio12

    Seguiamo in diretta la conferenza stampa di presentazione di Sanremo 2012: dopo l’assaggio di dicembre, quando Gianmarco Mazzi e Gianni Morandi lanciarono SanremoSocial e annunciarono la presenza di Adriano Celentano, vediamo adesso quali sono le news sul cast, soprattutto dopo il ‘licenziamento’ di Tamara Ecclestone. Ci aspettiamo qualche dettaglio in più sugli ospiti di ciascuna serata, ferma restando la partecipazione fissa di Rocco Papaleo come ‘anima comica’ di questa edizione. Magari riusciremo a sapere anche se è stato finalmente firmato l’accordo con Adriano Celentano e per quante sere saranno all’Ariston Belen Rodriguez ed Elisabetta Canalis, primedonne di Sanremo 2011.

    Questa volta si entra nel clima sanremese vero e proprio: del resto mancano solo due settimane al debutto di Sanremo 2012 e per segnare l’inizio della ‘vigilia’ cosa c’è di meglio che un incontro stampa nello storico casinò della città rivierasca?
    Come sempre accade le conferenze non partono mai puntuali… E definire orribile l’inquadratura offerta è dir poco.
    Sanremo2012 cs

    12.25
    Si parte, come prassi, con una mezz’ora di ritardo. Solita bagarre di teleoperatori e fotografi, quindi prime comunicazioni di servizio. Presenti Gianmarco Mazzi, Mauro Mazza e Gianni Morandi (che si fa attendere).

    12.37
    Finalmente si comincia: ‘Siamo quasi in orario‘ dice Tonino Manzi. Ma su quale fuso?
    Rocco Papaleo intanto canta In Ginocchio da Te.
    Prima clip col nuovo promo di Sanremo: ma è sempre quello delle ‘cosacche’. Gira da più di 10 giorni ormai!
    Spazio ai saluti del vicesindaco di Sanremo: soliti salamelecchi per il Festival e per Morandi. Certo, se avessero chiuso la Comvenzione con qualche mese di anticipo, Morandi e il Festival avrebbero potuto lavorare anche meglio.

    12.41
    Ecco Mazza, direttore di RaiUno: terza volta per lui a Sanremo. ‘Anche io sono ottimista per Sanremo 2012, ma non lo dico per evitare scaramanzie. C’è la continuità di Mazzi e Morandi. Squadra altrettanto forte quest’anno e c’è motivo di credere che anche questa sarà una bella edizione. E per rimanere in metafora Calcistica, noi Tevez l’abbiamo ingaggiato e il nostro Tevez è Celentano. E cita Checco Zalone, che però non sarà ospite: ‘Siamo una squadra fortissimi‘.

    12.44
    Tocca a Mazzi: poco interessato (dice) alla sfida degli ascolti, punta sulla sfida artistica. ‘Seguiamo un alinea artistica molto precisa con tutti gli autori e anche quest’anno sarà così‘.
    Prima serata, aprono Luca e Paolo;
    Seconda serata, secondo passaggio di testimone con Belen Rodriguez e la Canalis, con ospiti I Soliti Idioti, chiamati a intrattenere il pubblico giovane. Ci sarà anche Martin Solvejg per un dj contest.
    Terza serata, Viva l’Italia nel Mondo: la star della serata sarà Federica Pellegrini. Per quella sera Morandi voleva invitare Prandelli e Capello, e spera anche in Trapattoni, in vista degli Europei 2012.
    Quarta serata apertura con Daniel Erzalow, con il violinista anglo-tedesco David Garret e Simona Atzori (ballerina senza braccia, per chi non la ricordasse); sempre nella quarta Alessandro Siani e Sabrina Ferilli.
    Nella serata finale Geppi Cucciari e The Cranberries, per adesso. Ma il cast internazionale è aperto fino all’ultimo giorno.
    Adriano Celentano ancora non sa come, quando e quanto sarà presente.

    12.50
    Morandi si concentra sulle canzoni, che insieme agli ospiti, guardano al pubblico giovane. Non può non sottolineare il successo di Sanremo 2011: dopo un anno Modà e Gualazzi sono ancora nella classifica delle vendite.
    Morandi sottolinea la presenza di Celentano a Sanremo: ‘Lui è Sanremo: già nel 1961 iniziò le sue provocazioni cantando di spalle al pubblico. Celentano è l’Italia, non si discute: averlo è un successo. Lo consoco da 49 anni e trovarlo ogni volta propositivo è straordinario. Questo è non è il Festival di Sanremo, di Morandi, ma è il festival di Celentano.
    A lui tocca presentare la sua ‘decimata’ squadra formata da Rocco Papaleo e Ivana Mrazova.
    Morandi: ‘Contavamo quest’anno di avere un ospite comico diverso per ogni puntata: per cui avevamo chiesto a Rocco, che l’anno scorso si era presentato anche per la gara, in quale serata volesse partecipare e ci siamo talmente divertiti che gli abbiamo proposto di essere presente in tutte le puntate‘.
    Ivanka (la chiama affettuosamente così il Capitano) ha appena 19 anni e Morandi è sicuro che sarà una sorpresa.

    12.57
    Papaleo afferma di voler cantare e dice di avere un obiettivo preciso, salire all’Ariston e sprigionare la sua potenza vocale. Oddio, quest’anno la vediamo ‘black’. Altro che Luca e Paolo…

    13.00
    La squadra degli autori è la stessa (Ercolani, Valitutti, Moccia, etc), ma cambia il regista. Non è più Duccio Forzano, ma Stefano Vicario, non certo alla prima esperienza festivaliera. E Morandi annuncia un’altra grande scenografia di Gaetano Castelli, al suo 26esimo Sanremo.

    13.02
    Morandi annuncia anche la serata del giovedì vedrà l’assegnazione di un premio realizzato dall’orafo Michele Affidato. Vabbè. Tra e iniziative collaterali al Festival anche una mostra su Morandi, con tanto di convegni e rassegna sui suoi musicarelli: davvero imperdibile. E giustamente Morandi si gratta, mentre Papaleo commenta: ‘Finalmente sei in un posto giusto, Gianni, in un museo‘.

    13.06
    Piccolo spazio per SanremoSocial: già aperto il voto per gli otto concorrenti. Le votazioni pre-festival servono a determinare le sfide (stile Amici) che si terranno durante le serate per rendere meno ‘abuliche’ le esibizioni dei giovani.

    13.07
    E veniamo alle domande.
    Paolo Giordano va subito in medias res: Celentano ha firmato e il compenso andrà in beneficenza? E ancora sulle canzoni sub ‘iudice’ di Civello e D’Alessio e Bertè.
    Mazzi risponde sulle canzoni ancora in bilico: ‘Ci auguriamo che non siano esclusi, ma spetta a RaiUno rispondere.

    Se non fossero ammessi sarebbe un problema e non si sostituiremmo‘.
    RaiUno risponde che al momento non è stato escluso nessuno: ‘Il caso è complesso e ogni giorno si aggiunge qualcosa, l’ultima risale a due sere fa‘. Il problema è stabilire se l’autrice ha dato il sì all’esecuzione del suo pezzo all’epoca di Sanremo Giovani 2010: Morandi, invece, sottolinea come il pezzo della Civello non abbia incassato neanche un euro. Ma voce ufficiale della Siae non c’è. Per D’Alessio e Berté il caso è più semplice e sembra già risolto. L’ufficialità, comunque, sarà data tra qualche giorno.

    Mazzi, invece, va su Celentano: ‘Trovo ipocrite e polemiche sul suo cachet, ho l’impressione che si abbia paura di farlo parlare’. Ricorda che già nella conferenza stampa aveva parlato di un compenso devoluto in beneficenza. Il suo contratto prevede che possa partecipare a una, due o più: se partecipa a una serata avrà 350.000 euro, se due 700.000, se più 750.000.
    Da qualche giorno Celentano ha contatato sette sindaci, quelli che definisce i magnifici sette, sindaco di Verona, Milano, Firenze, Roma, Napoli, Bari e Cagliari e ha chiesto loro di segnalare famiglie che vivono in estrema povertà.
    Se parteciperà a una sola serata, 100.000 andranno a un ospedale di Emergency e gli altri a 13 famiglie;
    se avrà 700.000 euro due ospedali e 500.000 a 25 famiglie. Gli eventuali 50.000 euro in più andranno ad altre famiglie.
    Quando celentano aarriverà a Sanremo, consegnerà a un notaio con i nominativi delle famiglie. I soldi verranno distribuiti dai comuni alla presenza di Claudia Mori e una rappresentanza del Festival. Le tasse sulla beneficenza, che sono alte, saranno a carico di Celentano, così come di altre spese che comporta la sua partecipazione al Festival. Insomma, ci rimette un sacco di soldi (circa 200/250.000 euro dice Morandi, ce li metterà lui), dice Mazzi e devolverà tutto in beneficenza. E di questo Mazzi lo ringrazia. In basso il video in cui Mazzi dettaglia la beneficenza di Celentano.

    Morandi ci mette il suo: ‘Ho sentito politici parlare di immoralità: lo fanno forse solo per apparire sui giornali. Dopo quello che hanno fatto per l’Italia…‘. E non ha torto. ‘Perché si accaniscono sui compensi e sul valore di Celentano, ma scherziamo? Chi costa più di lui? Quando arriva crea interesse e riesce sempre a sorprendere il pubblico. Chi è che discute quanto vale Celentano? Per me vale il triplo di quel che chiede‘.
    Mazzi: ‘Non si getta fango sugli artisti per lavarsi la coscienza. Quei quattro o cinque che hanno parlato ieri devono solo vergognarsi!‘.

    Il contratto non è ancora firmato: l’accordo c’è, è stato sostanzialmente chiuso la scorsa settimana, ma alcuni problemi tecnici hanno richiesto tempi più lunghi. Il responsabile legale risponde: ‘Ieri abbiamo mandato la versione definitiva del contratto di Celentano, con tanto di contrattualizzazione per i collaboratori richiesti da Celentano, che però non potrnno intervenire sulle apparecchiature della Rai. Siamo in attesa che torni finalmente firmato il contratto, confidando che questo non sia un problema dopo quello che è successo in questi giorni, ben più grave. Morandi rassicura: ‘L’ho sentito stanotte e mi ha detto che faremo un grande Festival‘.

    13.23
    Si viene alla questione Battisti: la moglie non vuole dare l’ok all’uso dei pezzi nella serata del giovedì. Per Mazzi è una situazione ‘surreale’. Si sono brevemente sentiti Mazzi e la moglie di Battisti, che però finora non ha mandato nulla di scritto a riguardo. Mazzi vorrebbe che una nota arrrivasse prima della serata del giovedì, per dar modo a Morandi di leggerla in diretta. Assumma, ex direttore Siae, però l’ha rassicurato: la moglie non può vietare di cantare la canzone metà in italiano e in inglese. Se non arriverà una lettera dalla moglie di Battisti, Mazzi chiederà alla Rai di procedere senza farsi tanti problemi.

    13.25
    Si chiede a Mazzi e Morandi spiegazioni sul ‘caso Ecclestone’: erano rimasti positivamente impressionati nel primo incontro, ma poi di fronte alla necessità di essere a Sanremo già dal 30 gennaio ha scatenato l’impossibile. ‘Alla fine sembrava essere una concessione arrivare a Sanremo nella sera del 12 febbraio e quel punto abbiamo detto di no’, dicono i direttori artistici. Qui, invece, la versione della Ecclestone.

    13.34
    Papaleo proverà a cantare all’Ariston la sua canzone, Come Vivere, scartata l’anno scorso: ‘Non hanno scartato la canzone, hanno scartato me‘, precisa Papaleo. Il punto è che la commissione artistica non voleva mettere in gara attori e a nulla sono valse le rassicurazioni di Papaleo sulla sua sostanziale ‘natura’ di cantautore. Ovviamente la sua canzone piace a tutta la sua famiglia, scherza l’attore. Fatto sta che in un anno ha rimesso mano al testo e ne dà un assaggio in conferenza: Mazzi e Morandi non la riconoscono. ‘Fate cantare Papaleo‘, questa la campagna che Rocco lancia a mezzo stampa. ‘Ma canto poco anche io che faccio il cantante‘, dice Morandi e Papaleo risponde ‘Ma tu hai cantato tutta la vita, facciamo un duetto ‘Il Vecchio e un usato sicuro’.
    Morandi vorebbe omaggiare Modugno nella serata del giovedì e cantare due successi di Bigazzi, scomparso qualche giorno fa, Si Può dare di Più (scritta da Bigazzi e portata al successo a Sanremo proprio da Morandi, con Tozzi e Ruggeri) e con Gloria.

    13.44
    In chiusura Mazzi annuncia per la quarta serata del Festival una raccolta fondi per le famiglie alluvionate della Liguria.

    Morandi chiude augurando a tutti ‘Buon Festival!’. Beh, ormai è davvero iniziato.

    1979

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI