Sanremo 2012, Solveig offeso da Papaleo lascia l’Ariston

Solveig lascia l'Ariston in tutta fretta: gag o incidente diplomatico?

da , il

    Ci mancava solo l’incidente diplomatico a Sanremo 2012: nella seconda lunghissima serata del Festival il superospite Martin Solveig viene chiamato sul palco alle 00.46 (!) per un’esibizione. Si sente aria di polemica fin dall’inizio e poi quando entra in scena Papaleo per una parodia su un classico della musica partenopea Solveig e il suo gruppo lasciano la scena. Tutto preparato? Beh, potrebbe essere, ma l’imbarazzo della regia e dei conduttori tradisce un certo disagio: ‘Sono permalosi questi dj francesi‘, commenta alla fine Papaleo. Tutto finto, ma fatto male…

    Ma cosa sta succedendo a Sanremo 2012? Dire che si tratta di una edizione sfortunata e costellata di incidenti è dire poco: tra gli acciacchi della Mrazova e la distorsione di Papaleo, la votazione farlocca e il commissariamento da parte del Dg Lei, un Festival tanto ‘maledetto’ non si era mai visto.

    E dire che la seconda serata stava scivolando via tranquilla, anche troppo, visto l’andazzo soporifero e la lunghezza disarmante che ha visto il sipario chiudersi alle 00.10, con una scaletta che recitava ‘chiusura 00.36′.

    Durante i 40′ di recupero avviene quello che non ti aspetti: intanto non ci aspettavamo che alle 00.46 si chiamasse sul palco il superospite Martin Solveig. Certo, per un dj è un orario abituale (anzi anche presto per riempire la pista), ma l’attesa dietro le quinte dev’essere stata estanuante.

    Inaspettata anche la sua dedica iniziale: ‘Dedico questo pezzo a mia mamma e al mio manager‘… il sospetto che stia prendendo in giro l’italico ‘mammismo’ ci assale immediatamente. Quindi esecuzione del suo cavallo di battaglia e ingresso di Papaleo per una gag ‘nazionalista’. Si cerca di mettere su un’improbabile sfida tra Solvejg e Dj Rocco, che si mette ai piatti per una versione dance di un classico della musica napoletana.

    A questo punto la band di Solveig lascia il palco: come gag ci sta tutta, anche se lo stacco improvviso della regia fa pensare a un fuori programma. In qualche modo lo conferma il frettoloso saluto di Solveig, che torna di corsa indietro, con ampio sorriso, per stringere la mano a Papaleo e poi in fretta scappa via. Morandi sembra spiazzato, Papaleo commenta sulla permalosità dei dj e si va avanti, con un leggero senso di incompiutezza.

    Delle due l’una: o Solveig si offeso per davvero per una scaletta che lo ha relegato alla fine di una serata estenuante (allungata per far ballare una ingessata Mrazova e cantare I Soliti Idioti) o la gag messa a punto dagli autori è stata davvero mal interpretata dal dj. Quasi quasi era meglio Pupo come attore?

    La domanda, alla fine, resta sempre la stessa, comunque sia andata: ma a che servono i superospiti internazionali se poi li si ‘usa’ per 5 minuti a notte fonda? Almeno Celentano i suoi 350.000 euro (a ora e per ora) se li è sudati…