Sanremo 2012 senza donne e senza soldi

Sanremo 2012 senza donne e senza soldi

Edizione al risparmio quella del Festival di Sanremo 2012, senza superospiti internazionali

da in Festival di Sanremo 2012, Festival di Sanremo 2013
Ultimo aggiornamento:

    62mo Festival della canzone italiana

    Non abbiamo soldi per gli ospiti internazionali‘: Gianmarco Mazzi prende di petto la situazione dei superospiti di Sanremo 2012 sollevata nella conferenza stampa della vigilia e ammette che quest’anno la situazione è particolarmente complessa. Tra Celentano e soprattutto la vagonata di ospiti internazionali impegnata giovedì 16 nella serata celebrativa di ‘Viva l’Italia nel Mondo’, c’è poco da scialare. Senza soldi, quindi, ma anche senza donne: dopo il licenziamento della Ecclestone, anche Ivana Mrazova latita. La sua assenza alla conferenza stampa per un torcicollo insospettisce: dopo le gaffe con la stampa e le polemiche per il servizio del Tg1 meglio tenerla nascosta?

    Sanremo 2012 senza soldi e senza donne: non sembra essere proprio una ‘scelta’ intenzionale, dettata dall’austerity introdotta in Italia dal governo Monti, ma una necessità, dettata dai tempi ristretti per l’organizzazione di questa edizione (soffocata dal ritardo con cui si è arrivati al rinnovo della convenzione tra Comune e Rai) e dall’incognita Celentano, certo (per quanto questa parola abbia senso con lui) solo per la prima serata.

    Sanremo 2012: pochi soldi per gli ospiti internazionali
    Va detto, però, che a parte i Cranberries e Celentano e i nomi italiani già annunciati (Geppi Cucciari, Alessandro Siani, Sabrina Ferilli), Sanremo 2012 non sarà proprio privo di nomi noti della musica nazionale e internazionale: tra i duetti di giovedì 16 e quelli di venerdì 17, in realtà, l’Ariston vedrà sfilare artisti del calibro di Patti Smith, Morcheeba, Goran Bregović, Macy Gray, Sarah Jane Morris senza contare gli italiani Peppe Servillo degli Avion Travel, Samuel Romano dei Subsonica, Gaetano Curreri degli Stadio. Insomma, un cast stellare, peraltro con una missione da compiere e che quindi sale sul palco ‘per fare qualcosa di concreto’ – non solo per qualche battuta ritrita in qualche intervista inutile – il che, a dirla tutta, non ci dispiace. Al di là della mancanza dei soldi, l’assenza di inserti ‘avulsi dal contesto’ dovrebbe aiutare a tenere serrati i ritmi della serata.
    Per certi versi superflua, quindi, la precisazione fatta dal direttore di RaiUno Mauro Mazza in conferenza stampa che motiva l’assenza di Madonna o Lady Gaga – e soprattutto del già annunciato Stevie Wonder – con una ‘razionalizzazione dei costi che in questo momento ci chiede il Paese‘. In realtà lo chiede anche la scaletta, già articolata su quattro ore: è vero che le serate inizieranno alle 20.40, ma la fine è prevista per le 00.30/00.40.

    5.000 euro di troppo per il Question Time?
    Sarebbe più grave se la cancellazione di Sanremo Question Time dipendesse da ragioni economiche: se n’è accennato nell’amaro post pubblicato su Facebook da uno degli autori, Nino Tristano Pirito, cui ha fatto eco il collega Ettore Ardenna (storico autore di Giochi Senza Frontiere), sospettando un taglio di matrice economica da parte della Rai, seppur per un totale di 10.000 euro in due che colleghi invidiosi sarebbero riusciti a togliere loro dopo anni di ostracismo. Questa la loro versione, mentre Mazzi in videochat ha spiegato la sospensione come un necessario alleggerimento degli impegni di Gianni Morandi.

    Che fine ha fatto Ivana Mrazova?
    Cosa dire, invece, delle donne di Sanremo 2012: se la scorsa edizione era stata dominata dalla presenza dirompente di Elisabetta canalis e Belen Rodriguez, quest’anno l’Ariston sembra completamente arreso a una coppia di uomini veraci e ‘atipici’, come Gianni Morandi e Rocco Papaleo, su cui vigila l’onnipresente Gianmarco Mazzi accompagnato dall’agente Lucio Presta, con Celentano protagonista assoluto della vigilia e il direttore Mauro Mazza a fare la spola tra Viale Mazzini e i camerini del teatro Ariston.

    Una squadra tutta al maschile, rafforzatasi con il licenziamento di Tamara Ecclestone: l’attenzione, quindi, si è spostata sulla giovanissima Ivana Mrazova, immediatamente tradita dai suoi 19 anni, che l’hanno resa protagonista di una serie di gaffe. Nella sua prima intervista ha dichiarato di non amare la musica italiana (dopo di che pare si sia concessa solo via mail), quindi è diventata involontaria protagonista di un servizio del Tg1 giudicato sessista (e che rivediamo in basso) e infine è praticamente scomparsa dalla promozione del Festival, limitandosi a comparire negli spot in onda.

    Oggi poi non si è presentata alla conferenza stampa di Sanremo 2012, adducendo un torcicollo micidiale. ‘E quando arriva a 60 anni come si riduce?‘ ironizza Mara Venier a La Vita in Diretta, instillando il sospetto che il torcicollo della Mrazova nasca da una lunga notte con Marco Liorni (felicemente sposato, la Venier ha voglia di scherzare). Che Mazzi e Morandi abbiano deciso di lasciarla a casa prudenzialmente, per evitare altre polemiche alla vigilia? La scelta delle donne quest’anno si sta rivelando davvero infausta: forse proprio per questa ‘voce di bilancio’ si è finito per risparmiare un po’ troppo…

    907

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Festival di Sanremo 2012Festival di Sanremo 2013