Sanremo 2012, seconda serata: eliminazioni inaspettate, Soliti Idioti contro tutti

Sanremo 2012, seconda serata: eliminazioni inaspettate, Soliti Idioti contro tutti

Eliminazione inattesa per Marlene Kuntz e Irene Fornaciari, per non parlare di Gigi D'Alessio e Loredana Bertè, Pierdavide Carone e Dalla, dal Festival di Sanremo 2012

    Tra non molto inizierà la seconda serata di Sanremo 2012, iniziato ieri tra le polemiche e destinato senz’altro a continuare in questo modo, visto che Gianni Morandi ha intenzione di sfruttare al massimo le polemiche pre e post Celentano (poco fa al Tg1 ha dichiarato persino che oggi potrebbe essere presente). Ieri, come i più informati sapranno sicuramente, nessun cantante è stato eliminato: a causa di un calo di energia elettrica, il sistema di votazione ha smesso di funzionare e ha costretto i responsabili ad annullare tutti i voti della giuria demoscopica. Per la serata di oggi, lo ha assicurato Mazzi, non ci saranno problemi: sono state già effettuate delle votazioni con carta e penna alle 18.30 e, qualora tutto dovesse andare nel peggiore dei modi, varranno queste. Quattro cantanti, insomma, dovranno per forza abbandonare il palco dell’Ariston e rinunciare alla sensazionale serata dei duetti, oltre che alla vittorie.

    Sono le 20.30 e manca davvero poco: Adriano Celentano farà la sua comparsa? E se sarà presente sul palco, quali altri noiosissimi discorsi terrà? Quali saranno le esibizioni più belle e quali, invece, quelle da dimenticare?

    20.36
    Si inizia con gli attesissimi Soliti Idioti che danno il via a una anteprima davvero divertente. Nei loro piani, questo è ciò che si è detto durante tutta la giornata, c’è un duplice attacco all’ex Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giovanardi. Cosa si saranno inventati? Intanto, pubblicità.

    20.45
    Finalmente il Festival è pronto a partire. Come prestabilito, è I have a dream ad aprire la seconda serata: ballerini dai corpi dipinti di bianco e nero ballano sulle note di una base musicale stupenda. Il messaggio è quello della tolleranza e dell’uguaglianza, della lotta alla discriminazione: i ballerini interpretano una coreografia davvero suggestiva, i colori si mischiano, la musica incalza. Il pubblico è in assoluto silenzio; noi, anche: il messaggio è arrivato forte e chiaro.

    20.48
    Entra Gianni Morandi senza giacca, anche per problemi tecnici questa volta. In realtà, è solo un modo per affrontare con il sorriso le polemiche e dare il via a un divertente siparietto con Francesco Mandelli. Gianni ha subito ricordato cosa è successo ieri e ha sottolineato che, se è vero che i cantanti saranno chiamati a esibirsi di nuovo, lo è anche il fatto che saranno ben quattro, e non due, gli eliminati.

    20.53
    Fatti i dovuti saluti, si inizia subito con la gara: è Nina Zilli a cantare per prima. Il vestito arancione e rosso è orribile; gli orecchini, anche. Questi tacconi sproporzionati anche: qualcuno cadrà prima o poi, vedrete. La canzone, come sapete, è Per sempre, che convince pienamente dopo il primo ritornello. La performance è buona: Nina regala sorrisi a destra e a manca; si guarda attorno e mostra la sua solita (fastidiosa) sicurezza. Gianni si accerta che tutti hanno votato, parte il suono: il conduttore è sollevato; con la sua simpatia e freschezza fa riferimento al successo della serata di ieri e a Celentano (che, strano ma vero, viene applaudito da pochissimi). Entra Rocco Papaleo, vera e propria rivelazione di questa edizione. Lo sketch del comico è completamente incentrato sulle falle del sistema delle votazioni e sulla noia del discorso del Molleggiato: intervento riuscitissimo, Gianni sembra soddisfatto (lo sembra sempre, a dire il vero).

    21.03
    Rocco ci tiene a presentare la seconda artista, dice. E lo fa: Arisa scende le scale con un vestito brutto brutto brutto. Non le hanno preso le misure prima di farglielo indossare: è troppo lungo. Inizia a cantare La Notte. Il testo è molto carino, la sua voce è delicata; il suo talento, indiscutibile: performance strepitosa, a nostro avviso. Brava, Arisa!

    21.09
    E si passa a Gigi D’Alessio e Loredana Bertè, che con il loro Respirare sono destinati alle prime posizioni. Cosa combinerà la Lory nazionale questa sera? ‘Fermati un momento‘? Loredana non ci pensa proprio: durante l’esibizione non fa altro che muovere i fianchi qua e là, mandare baci a un Gigi che non è suo, ma di Anna Tatangelo (purtroppo per le fan). Non ha cambiato vestito, ma lo aveva annunciato, proprio per essere solidale con gli italiani chiamati a numerosi sacrifici in questo periodo di crisi. Il taglio, comunque, è cambiato (i risultati, no). Il duetto è riuscito, inutile negarlo: sui due artisti se ne son dette di cotte e di crude, ma Gigi ha vinto la sua commessa. Pubblicità.

    21.22
    Si torna in studio. Rocco Papaleo chiama a sé Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez. Per entrambe vestito lungo. Peccato che la seconda abbia dimenticato la sottoveste a casa: non si vedono soltanto le mutande, ma, al primo movimento ‘scomodo’, tutto il sedere. Alla faccia del filmino amatoriale! Mah…

    21.26
    Terminato un altro sketch, durante il quale è stato fatto il nome di Ivan(k)a, si passa al prossimo cantante: Pierdavide Carone. La canzone è Nanì, scritta da Lucio Dalla, che dirige in modo squisito anche l’orchestra. L’anno scorso fu Albano a portare una prostituta a Sanremo con Amanda è libera. Oggi sono loro, insieme. Bastano le poche strofe cantate da Dalla per rendere questa canzone magnifica. Anche questa performance è riuscita: gli avversari soni forti, ma Pierdavide se la gioca benissimo.

    21.31
    Ha inizio ufficialmente la gara dei Giovani, sei scelti tramite Facebook; due, invece, da un apposito gruppo d’ascolto. Ci saranno quattro duelli, così come vi abbiamo già annunciato. Il primo sarà tra Alessandro Casillo, lanciato da Io Canto, e Giordana Angi. Un timidissimo quindicenne contro una meno titubante diciottenne: chi la spunterà? Il cucciolo, ne siamo certi. La sua canzone, È vero (che ci sei), gli calza a pennello: la partenza non è stata tra le migliori, ma, una volta superato l’imbarazzo iniziale, il ragazzo ha preso il volo. Bravo.

    Si passa alla diciottenne. Il suo brano è Incognita. Angi è sicura sul palco, non ha dato il minimo segno di incertezza. La sua proposta, però, è troppo ricercata: il televoto non la premierà. Ancora pubblicità.

    21.48
    La nuova voce è inconfondibile: così Morandi annuncia gli storici Matia Bazar. L’orchestra è diretta da Beppe Vessicchio. La canzone è Sei tu. Silvia Mezzanotte è come sempre elegante e semplice (poteva anche mettere una collanina su questo bel vestito lungo rosso). Il testo non è niente di che: è nello stile del gruppo e sicuramente colpirà i più affezionati. Merita, comunque, di passare il turno.

    21.54
    La scena è occupata da Eli e Belen, che sono raggiunte subitamente da Rocco Papaleo. Sono proprio le due showgirl a presentare Eugenio Finardi, che ha portato sull’Ariston E tu lo chiami Dio, un testo senz’altro di nicchia che non può spaccare a Sanremo. Il ritornello è piuttosto orecchiabile; tutto il resto fatica a rimanere impresso (l’abbigliamento orribile sì, purtroppo). Finita la performance, con la sua solita discrezione Finardi saluta tutti e lascia il palco.

    22.00
    Si passa ai Giovani. Chiuso il televoto, inizia un nuovo sketch dei Soliti Idioti. Risate assicurate: preparatevi! Il primo attacco a Giovanardi c’è stato (‘Ma che lo può vincere Jovanotti… Giovanardi il Festival?‘, grida Mandelli). Interviene anche Morandi in questo divertente siparietto (Pupo è stato giustamente preso in giro per la pietosa performance di ieri sera). L’attacco a Marano è stato servito: è con lui che si è chiuso il cerchio delle frecciatine. Cosa ci riserverà questa serata? Per adesso, tutto sta andando nel verso giusto (capito, Adriano?). Pubblicità.

    22.10
    Chiuso il televoto dei Giovani, passa il turno Alessandro Casillo. I nuovi sfidanti sono gli Iohosemprevoglia e Celeste Gaia. Chi la spunterà? La canzone dei primi è Incredibile. Così come è incredibile il modo in cui si sono conciati, sia loro sia lei. Ma sanno che sono in eurovisione? La seconda, in particolare, ci ricorda tanto Nathalie Giannitrapani dell’anno scorso. Il testo non ci è piaciuto, la base neanche. Speriamo che Gaia sappia fare di meglio…

    La sua canzone è Carlo e, in estrema sintesi, parla di una ragazza che insegue il suo principe. A dispetto delle apparenze (l’abbigliamento la fa vecchissima), la sua proposta è interessante. Non siamo ai livelli dell’orecchiabilità (e della semplicità) di Casillo, ma è senz’altro meglio degli altri due. Chissà se anche questa volta il televoto ci darà ragione…

    22.23
    Entrano di nuovo Belen e Canalis. Ma chi è che veste? Si può sapere? Canalis sembra una truzza.

    Lo stesso si può dire di Emma, che oggi è vestita in modo a dir poco inguardabile. Non è l’inferno funziona, ma lei, conciata così, no. Decisamente no. L’esibizione è strepitosa: questa ragazza merita la vittoria. Pubblicità.

    22.38
    In studio fa la comparsa tra le mani di Papaleo il presunto collare di Ivana. Dopo uno scambio di battute tra il conduttore e il comico, tornano sullo studio Belen e Canalis, sempre bellissime ma conciate malissimo. Sarà il Carnevale? Chissà. Ad ogni modo, Ivan(k)a è in studio. Dove sono le l’ex di George Clooney e la fidanzatina di Fabrizio Corona? La cucciola sta facendo il suo primo discorso: è felice di essere qui, sa che il momento è importante e farà del suo meglio. Sintetica, ma incisiva (mica tanto).

    22.45
    Arrivano sul palco i Marlene Kuntz, che cantano Canzone per un figlio. Ieri sembravano peggiori: questo secondo ascolto ha migliorato la situazione. L’effetto colpo di sonno, comunque, ci sta tutto. E continuiamo a dire che da un gruppo rock ci aspettavamo molto di più.

    22.50
    Arriva Irene Fornaciari direttamente dai monti di Annette e dalle montagne di Heidi: lo stile dell’abbigliamento è quello, ma andrebbe canbiato. Per fortuna, lei è simpatica e il suo sorriso le permette anche di andare controtendenza. La canzone è Grande Mistero. Ci piace ma non troppo: è molto orecchiabile, per carità, ma sembra una filastrocca per bambini (con tutto rispetto per le filastrocche).

    22.57
    Bel look anche questa sera per Samuele Bersani, che porta sul palco dell’Ariston Un pallone. La proposta del cantautore è ovviamente valida: il pezzo deve essere riascoltato più volte, non è facilmente memorizzabile, né subito comprensibile, ma non merita l’esclusione. Ci sono altri cantanti da mandare a casa: per Bersani non è ancora arrivato il momento. La performance è buona. Mancano quattro cantanti, ma ora è il turno dei Soliti Idioti.

    23.13
    Si torna in studio dopo la pubblicità. Gianni Morandi annuncia che gli Io ho sempre voglia, strano ma vero, hanno sconfitto al televoto Celeste Gaia. Ma le sfide non sono finite qui: a scontrarsi al televoto ora sono Erica Mou e i Bidiel. La prima cerca di fare un discorso sensato, ma non ci riesce. Che ha detto? Voi avete capito qualcosa? E, soprattutto, capiremo le parole de La vasca da bagno del tempo? La risposta è positiva: la canzone è carina, una degna avversaria in qualunque caso (per quanto lei sia tremendamente snob).

    Sono un errore è la canzone dei Bidiel. L’orchestra è diretta da Beppe Vessicchio, lo sottolinea per l’ennesima volta Morandi, entusiasta alla vista del direttore. I tipi, soprattutto il cantante, possono far impazzire gli ormoni delle ragazzine e non solo; la canzone, per di più, non è malaccio (anche se di livello più basso, a nostro avviso, rispetto a quella dell’avversaria). Che il televoto ci riservi una sorpresa anche in questo caso? Intanto, Morandi sente delle voci: è Adriano Celentano? Speriamo di no… Intanto, pubblicità.

    23.31
    Chiara Civello, tutta rosa shocking, fa il suo ingresso in studio presentata da Papaleo e Ivan(k)a. Canta Al posto del mondo: la presenza scenica c’è; il testo, no. Sa di trito e ritrito: troppo poco per una outsider come lei, non trovate?

    23.36
    Terminata l’esibizione, scendono Belen Rodriguez (con la ‘sorellina’ in bella mostra); Elisabetta Canalis sempre più tamarra e Ivan(k)a, ancora imbarazzata ed elegantissima. ‘Ce le ho cucite sotto l’abito‘, esclama Belen. Chissà cosa… Le mutande sicuramente no. Intanto, è Rocco Papaleo’s show.

    23.43
    Tocca a una frizzante Noemi cantare Sono solo parole, testo scritto da Fabrizio Moro. Lei ci piace, lo scriviamo sin da subito; rispetto a ieri, per fortuna, l’esibizione è riuscita. Peccato per l’orribile colore dei capelli. Va beh, ce ne faremo una ragione. ‘Tecnicamente, ci vediamo fra poco’: Morandi lancia la pubblicità.

    23.52
    Gianni Morandi è assieme a Erica Mou e i Bidiel. Prima di comunicare l’esito del televoto, però, parla della giornata di domani, quando sarà celebrata l’Italia nel mondo con pezzi in tutte le lingue. Erica Mou è in finale.

    23.55
    Marco Guazzone e Giulia Anania sono chiamati a esibirsi. Sono molto carini entrambi. L’apparenza inganna? Non proprio: Guasto, la canzone proposta dal primo, è molto carina (anche se ha strillato un po’ troppo).

    La mail che non ti ho scritto è il testo di Giulia, invece. La canzone è carina, ma, se dipendesse da noi, sceglieremmo senz’altro il primo. Tocca di nuovo ai Soliti Idioti, che stavolta hanno come punto di riferimento il mondo omosessuale. Il momento ‘Giovanardi’ dovrebbe essere arrivato. E, in effetti, arriva, con tanto di battuta sugli ‘organi per raccogliere e organi per espellere‘. Il siparietto termina con una canzone che farà parecchio discutere il mondo LGBT, in quanto ricca di luoghi comuni per molti fastidiosi. Pubblicità.

    00.17
    Francesco Renga entra in studio, acclamatissimo. La tua bellezza sembrava molto più carina ieri. Oggi ci piace comunque, ma non la candideremmo alla vittoria come abbiamo fatto, invece, nel pomeriggio.

    00.23
    Per l’ultima canzone in gara, Morandi ha voluto che ci fossero Elisabetta e Belen. La prima ha voluto presentarla, nonostante avesse dovuto farlo la prima. A scendere le scale è Dolcenera, che al Festival ha portato Ci vediamo a casa, decisamente orecchiabile, ma, a nostro avviso, non ai livelli di qualche altra canzone candidata alla vittoria. Lei, comunque, è sempre fantastica. E poi, è una tra le poche vestite in modo decente questa sera.

    00.29
    Ivana vuole provare il balletto di Franco Miseria, nonostante i problemi al collo. Morandi acconsente e la ragazza si fionda tra i ballerini di Daniel Ezralow. Visti i risultati, poteva risparmiarselo, ma la perdoniamo: passato il dolore al collo, saprà fare di meglio (si spera). Intanto, Gianni comunica i risultati della sfida tra Marco e Giulia. A vincere è il primo.

    I finalisi della sezione Giovani, quindi, sono: Alessandro Casillo, gli Iohosemprevoglia, Erica Mou, e Marco Guazzone, per l’appunto. In questo caso, si può votare anche su Facebook, non dimenticatelo.

    00.47
    L’attesa è finita: finalmente sapremo chi sarà eliminato dal Festival. Prima, però, è il momento di un grande ospite: Martin Solveig. Viene in Italia e dedica la canzone a Parigi. Mah… Il mondo va a rotoli (tanto per citare qualcuno di nostra conoscenza). A dare manforte al DJ accorre Rocco Papaleo, nella parte del discotecaro: il siparietto, ovviamente, è riuscito. Proporre una serata del genere anche ieri no, eh? Peccato che, (forse) offeso, Solveig abbia lasciato il palco, in un clima di imbarazzo generale.

    00.57
    Passa il turno: Chiara Civello, Eugenio Finardi, Samuele Bersani, Nina Zilli, Matia Bazar, Dolcenera, Arisa, Francesco Renga, Noemi ed Emma Marrone.

    Passano il tempo, ma la domanda resta la stessa: chi è che compone quell’assurda giuria demoscopica?

    3202