Sanremo 2012, live conferenza stampa 16/2/2012: ‘Non è il Festival della Sony’, Mazzi sclera

Sanremo 2012, live conferenza stampa 16/2/2012: ‘Non è il Festival della Sony’, Mazzi sclera

Siamo arrivati a venerdì: mancano due giorni alla fine di Sanremo 2012, un Festival chiacchieratissimo che ieri ha dato spazio ai duetti internazionali

    sanremo 2012 conferenza stampa gianni morandi

    Gianni Morandi e gran parte dei responsabili del Festival di Sanremo 2012 saranno i protagonisti della conferenza stampa di oggi, con buona pace di tutti i fan di Adriano Celentano, che ha prima confermato e poi subitamente smentito la sua partecipazione. La serata di ieri, seguita da noi minuto dopo minuto, è stata la più bella delle tre già andate in onda: Brian May ha riportato Freddie Mercury sul palco, anche se solo per una decina di minuti; Loredana Bertè ha ricordato la sua, la nostra Mimì; Patty Smith e i Marlene Kuntz hanno dato il meglio di sé sulle note di Because the Night. Ma non è finita qui: ieri Gianni Morandi e Rocco Papaleo hanno fatto discutere le principali associazioni gay per l’ennesima volta, a causa di un momento a dir poco imbarazzante, che ha messo in evidenza una realtà finora nascosta: il conduttore non è omofobo, ma semplicemente inadatto ad affrontare determinate questioni. Se avesse taciuto, avrebbe fatto meglio, insomma. Ma solo in quella occasione: parlare in conferenza stampa, infatti, non ha mai fatto male a nessuno.

    Seguiremo continuamente ciò che accadrà e vi aggiorneremo sistematicamente su ciò che emergerà, attraverso la nostra blogcronaca. Non perdete questo appuntamento, perché, arrivati a venerdì, le emozioni che il Festival ci riserva sono tante: oggi si tornerà a parlare di Sanremo Giovani e dei suoi piccoli talenti, dei duetti tutti nostrani di questa sera e di molto altro ancora. Stay tuned!

    rocco papaleo foca

    Si parte con lo share: il 62,9% è stato raggiunto dalla clip dei ripescati, Bertè e D’Alessio. Questo Festival ha fatto registrare un successo strepitoso, che ha superato persino Paolo Bonolis: un buon inizio. Ma veniamo ai dettagli: Rocco Papaleo, vera rivelazione dell’evento, ha superato il 58% con la diverente canzone sulla ‘foca’; Patty Smith è arrivata seconda, con il 57%; Brian May, strano ma vero, terzo, con il 53%. Mazza: ‘Siamo tutti molto soddisfatti. Molto importante aver assistito a una serata con presenze straordinarie ed esibizioni quasi tutte mirabili. Qualunque televisione al mondo avrebbe dovuto fare investimenti mastodontici e magari impiegarci qualche anno. Io credo che un plauso importante vada a Gianmarco Mazzi per questa impresa e, ovviamente, alle imprese che hanno contribuito‘.

    Mazzi: ‘Era una serata molto ambiziosa, complicata. Non è che mi voglio prendere tutti i meriti, visto che Gianni ha lavorato tantissimo. Ieri è stato veramente faticoso, durissimo. Ci abbiamo creduto, però. I costi sono stati irrisori e la nostra tenacia nel portare avanti un evento del genere, con tutti questi duetti, è stata premiata. Tutti i manager ci hanno aiutato: hanno rinunciato a qualsiasi tipo di speculazione‘.

    ivanka mrazova ivana sanremo 2012

    Ivan(k)a saluta tutti (anche lei sa dire ‘buongiorno’). Morandi le ha passato la parola, prima di intervenire: ‘Sono stati gli artisti stranieri a indicare le canzoni che avrebbero voluto cantare. Tutti hanno guardato l’Italia con grande affetto. Sono orgoglioso perché quando Mazzi mi invitò a fare questa serata, pensavo che non ce l’avrei mai fatta. La sua ostinazione, però, è stata trascinante. Ho iniziato a chiamare tutti, discografici, artisti, in mesi e mesi di tensione che sono stati ripagati dai numeri musicali di ieri sera. Rimarrà tantissimo di quella serata. E poi, il sedici è un numero che mi porta fortuna: il sedici sono andato a letto con una donna [tutti se la ridono, ndr], il 16 aprile è uscito il mio primo cd, il sedici…

    Ivan(ka) ritorna a parlare: intervento imbarazzante, non ha fatto altro che ripetere ciò che gli altri hanno detto. Si passa al sindaco, che si dice felicissimo.

    Finalmente le domande:

    Radio Interland: ‘Gianni, fossi stato in gara, avresti accettato questo carico di impegni?
    Gianni: ‘La partecipazione al Festival di Sanremo merita tutto questo. Sanremo è cambiato: per arrivarci bisogna anche dimostrare che se ne ha veramente voglia‘.
    Interviene Mazzi: ‘C’è anche da dire che gli artisti quando realizzano le cose sono felici, perché cantano tutte le sere canzoni diverse. Il fatto di poter variare credo che dia loro soddisfazione‘.
    Gianni: ‘E poi gli spettacoli devono essere sempre diversi. Sanremo non è più come venti trent’anni fa, oggi viene chiesto qualcosa di più. Sono momenti irripetibili‘.

    Rosario Arzeo di Radio Base: ‘Vedevo le persone all’Ariston un po’ stanche. Non è durato un po’ tanto?
    Mazzi è indispettito: ‘Ma perché se siete delle radio, parlate di televisione?
    Gianni: ‘Valeva la pena che lo spettacolo durasse così tanto. Potevamo chiedere agli artisti di fare solo il duetto con i nostri cantanti, ma poi c’è stato qualcosa di più. Ripeto, sono momenti irripetibili‘.

    Prima Radio: ‘C’è un certo monopolio dell’etichetta Sony. Gli agenti di Sony hanno effettuato una blindatura degli artisti, che non possono essere intervistati. Siccome veniamo qui apposta, ci chiedevamo se anche il prossimo anno sarà il Festival della Sony
    Gianni: ‘Non c’è il tempo, sarebbe utopico realizzare tutte queste interviste‘.
    Mazzi: ‘Questi sono argomenti datati, perché il mondo della musica è cambiato. Queste domande sono noiose. Non tutti possono essere uguali‘. Mazzi, Mazzi, no comment.

    Radio Kappa Erre: ‘Complimenti per la serata di ieri sera, mi sono divertita. Ivan(ka), ti chiami Ivana o Ivanka? Come vivi questo Festival?
    Ivanka: ‘Il mio nome è Ivana, però mi chiamano Ivanka perché è più dolce [davvero?, ndr]‘.
    Mazzi interviene al posto della showgirl: ‘Questo Festival è pieno di donne, il cast è totalmente al femminile, anche quello dei cantanti‘.

    QN: ‘Mi scuso per la domanda datata. Quanti voti sono arrivati all’una e un quarto?
    Mazzi interviene con Morandi: ‘Non lo sappiamo‘.
    QN: ‘Ma all’una e un quarto quanta gente si mette a votare? I call center possono agire meglio. Perché non avete agito diversamente?
    Mazzi: ‘Per mantenere gli ascolti alti. Non si poteva aprire il televoto prima e far esibire gli artisti prima, perché altrimenti si sarebbero sovrapposti due momenti diversi. Non ci sono mai state contestazioni negli anni passati‘.
    QN: ‘Ma il pubblico è diverso…
    Mazzi: ‘Gli ascolti sono stati comunque altissimi, ci hanno seguito‘.

    Mazzi in seguito precisa che si sarebbe aspettato una dichiarazione pubblica ‘di maggior sostegno‘, che è arrivata, invece, solo dal suo amico Mario Mazza. I suoi rapporti con Rai, insomma, non sono tra i migliori: non lo dice, ma lo si capisce facilmente. E, in fin dei conti, per quanto oggi sia decisamente insopportabile, non ha tutti i torti: una serata come quella di ieri sera merita molto ma molto di più.

    P

    Mazza interviene: ‘Quel contratto [fa riferimento a Celentano, ndr] è frutto del concorso di tutte le strutture dell’azienda Rai, ognuno con la propria competenza. Il contratto è stato caldeggiato da me, perché io volevo che Celentano fosse a Sanremo [purtroppo, ndr]. Ogni passaggio saliente e sicuramente il momento conclusivo è stato avallato dal Direttore Generale Lorenza Lei‘.

    Mazzi: ‘Tengo comunque a precisare che in questi anni in cui ho lavorato da consulente esterno, è andato tutto benissimo. Sono cresciuto professionalmente, anche grazie alla Rai, che mi ha messo a disposizione mezzi, risorse… Io ci metto molto del mio, devo dire che avverto anche una fiducia non manifestata, perché ho un carattere un po’ brusco [ce ne siamo accorti, ndr]. In questo momento uno si aspetterebbe, diciamo, di essere accarezzato‘.

    Gianni: ‘Se i risultati degli ultimi quattro Festival sono stati così alti, il merito è soprattutto tuo. Io ti farei un contratto di vent’anni. Tu sei la nostra guida‘.

    Il Cittadino Canadese di Montreal: ‘Anche noi siamo italiani che viviamo all’estero e non ci hai fatto neanche un saluto. Adriano viene in sala stampa? Vieni a cantare da noi dopo il Festival?
    Gianni: ‘Non son più capace di cantare
    Il Cittadino: ‘Sei un grande

    Civello Shaggy duetto sanremo 2012

    Andrea Spinelli: ‘Visto che avete seguito le prove dalla mattina alla sera, perché aprire con il duetto più debole [Shaggy e Civello, ndr]?’
    Gianni: ‘Shaggy è partito alla rovescia. Per me Io che non vivo senza te è una canzone così importante che il Festival andava aperto, secondo me, proprio in questo modo. Poi c’è stato un problema di scenografia. Fare delle scalette è una delle cose più difficili; infatti, c’è stato qualche intoppo. Pensavamo che Io che non vivo fosse la più adatta per aprire‘.
    Mazzi: ‘Possono esserci anche problemi tecnici‘.

    Gianni Morandi ringrazia i giornalisti, le testate; tutti coloro, insomma, che ‘creano attorno a Sanremo un interesse straordinario‘: ‘Ieri sera siamo stati lunghi, è vero, ma volevamo che fosse una serata speciale. Penso che stasera sarà molto più breve [poi però si ricrede, pensando a tutto ciò che c'è da fare e mandare in onda ndr]‘.

    Tgcom: ‘A proposito di Celentano, Dagospia ha rivelato una indiscrezione secondo cui Celentano ha rifiutato una intervista con Giovanni Floris
    Mazzi: ‘Notizia priva di fondamento‘.
    Tgcom: ‘Ma perché non ci sarà?
    Mazzi: ‘Perché non c’entra
    Tgcom: ‘Quindi, ancora esibizione di trenta minuti?
    Mazzi risponde affermativamente, ma evita di scendere nei dettagli…

    Si torna a parlare di compensi (8mila euro per ogni artista, precisano sia Mazzi sia Morandi). Gianni sul terzo Festival: ‘A me piace, però, è anche ora di cambiare faccia… Ogni tanto ci vuole un cambiamento. Comunque mi metto sull’attenti‘.

    Servizio Pubblico al direttore: ‘Cos’è per lei il servizio pubblico? Celentano ha trasgredito il codice etico?
    Direttore: ‘Celentano ha trasgredito il codice etico in alcuni dei suoi punti: il giudizio sulla chiusura dei due quotidiani e l’offesa ad Aldo Grasso

    Corriere di Bologna: ‘Qual è l’ordine esatto delle golden share? Radio o Facebook?
    Mazzi: ‘Prima le radio, poi Facebook, come da regolamento. Sono quattro gli artisti, che vengono votati dall’orchestra e dal televoto. Poi avremo il voto che hanno dato le radio scelte e poi su Internet si può, fino alle 17:00 di oggi, si può dare il voto. Noi faremo vedere i quattro artisti, daremo la classifica del televoto e dell’orchestra, e poi aggiungeremo la golden share delle radio. Poi applichiamo quella di Facebook. La logica non è capziosa o maniacale. Cercate di capire anche noi, a volte. La qualità delle nostre risposte dipende dalla qualità delle domande‘.

    Il Fatto: ‘C’è un conflitto di interessi tra la società di cui lei è cooproprietario [che produce videoclip, ndr] e Sanremo?
    Mazzi: ‘Non c’è nessun rapporto tra quella società con la Rai. Non è che nella vita faccio soltanto Sanremo. Non ho niente da nascondere. Andate alla Camera di Commercio e informatevi‘.

    Si passa al futuro di Morandi. Gianni risponde con il solito sorriso: ‘Sono in pensione… Non ci sto pensando‘. Sembra più probabile, insomma, che continui a condurre Sanremo che non che faccia un nuovo album. Peccato…

    La conferenza stampa, iniziata con il solito ritardo, si chiude ora, alle 13.45, con un avviso ai presenti: ‘Dalle 13.00 è possibile votare per l’assegnazione del premio Mia Martini‘. Che vinca il migliore (Loredana?)

    2256

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI