Sanremo 2012, i Big: Samuele Bersani ‘Un Pallone’ (testo e video ufficiale)

Samuele Bersani torna a Sanremo dopo 12 anni con Un Pallone e in coppia con Goran Bregovich

da , il

    Continuiamo a scorrere la lista dei 14 Big di Sanremo 2012 per soffermarci su una delle ‘sorprese’ di questo 62° Festival della Canzone Italiana. In pochi, infatti, avrebbero scommesso su un ritorno di Samuele Bersani all’Ariston, visto che nella sua carriera si registra una sola partecipazione in gara, risalente peraltro al 2000. In quell’edizione Bersani vinse il premio della critica con Replay: ne rivediamo l’esibizione nel video in alto. Quest’anno torna con Un Pallone e con un duetto d’eccezione per la serata di giovedì 16, che lo vedrà con Goran Bregovich su una versione inglese di Romagna Mia (My Sweet Romagna). Dopo il salto il testo di Un Pallone.

    Partiamo subito col testo di Un Pallone, con cui Bersani torna al Festival di Sanremo.

    UN PALLONE

    (di S. Bersani)

    Un pallone rubato E’ dovuto passare Dalla noia di un prato all’inglese A un asfalto che fu Garibaldi a donare, Dalle scarpe di Messi Alle scarpe ignoranti, A una rabbia calciata di punta che lo Fa volare più lontano dei santi Un pallone bloccato Fra gli uccelli su un tetto Finge di essere un uovo malato In attesa soltanto di un colpo di becco Per poter scivolare E cadere dal bordo Basterebbe una semplice pioggia però Anche il cielo deve esser d’accordo Ci vuole molto coraggio a rotolare giù in un contesto vigliacco che non si muove più E a mantenere la calma adesso Per non sentirsi un pallone perso Un pallone scappato Se rubare la scena Alle ruote dei camion che in mezzo alla strada Per caso lo sfiorano appena Quando gli manca un metro A una lunga discesa, Una scheggia di vetro lo ferma perché E’ contraria alla libera impresa Un pallone bucato Non è più di nessuno Anzi viene scansato da tutti i bambini E lasciato a ingiallire nel fumo Dei rifiuti bruciati Sotto ai fuochi di agosto Come se fosse giusto un destino così Arrivando alla fine di un corso Ci vuole molto coraggio a rotolare giù in un contesto vigliacco che non si muove più E a mantenere la calma adesso Per non sentirsi un pallone perso Ci vuole molto coraggio a ricercare la felicità in un miraggio che presto svanirà E a mantenere la calma adesso Per non sentirsi un pallone perso

    Torna la musica d’autore in questo 62° Festival della Canzone Italiana grazie alla presenza tra i 14 Big di Samuele Bersani, uno dei cantautori più sferzanti e brillanti del panorama italiano (tenuto peraltro a ‘battesimo’ da Lucio Dalla, altro ‘vip’ di questo Sanremo 2012). Per lui una sola partecipazione, come anticipato già nell’introduzione, che risale a ben 12 anni fa, in quel Sanremo 2000 che ‘ruppe’ un po’ la liturgia del Festival con la conduzione di Fabio Fazio (in realtà già alla seconda conduzione consecutiva) affiancato da Luciano Pavarotti, Teo Teocoli e Ines Sastre.

    In quell’occasione Bersani gareggiò nella categoria Big, forte dei successi già registrati con gli album C’hanno preso tutto, Freak e ***. La sua partecipazione non passa inosservata: guadagna il 5° posto, piazzandosi alle spalle di Avion Travel, vincitori con Sentimento, Irene Grandi (La tua ragazza sempre), Gianni Morandi (Innamorato) e Max Gazzè (Il Timido Ubriaco), e vince il Premio della Critica.

    Per Sanremo 2012 ha scritto Un Pallone e ci regala un prezioso duetto con Goran Bregovich per la serata di giovedì 16 febbraio, dedicata alla grande musica italiana nota nel mondo: la canzone scelta è un omaggio alla sua terra, Romagna Mia, in una particolare versione inglese dal titolo My Sweet Romagna. E siamo già curiosi di sentirla nell’arrangiamento Unza Unza di Bregovich. A proposito, in basso un video di Bregovich, che ha partecipato come ospite a Sanremo una sola volta e proprio nel 2000: quando si dice ‘le coincidenze’…

    Proprio durante il Festival di Sanremo 2012 è uscito il video ufficiale della canzone Un pallone di Samuele Bersani, che vi riportiamo in basso.