Sanremo 2012, i Big: Nina Zilli ‘Per Sempre’ (testo)

Nina Zilli a Sanremo 2012 con Per Sempre

da , il

    Nina Zilli torna a Sanremo dopo la partecipazione nella sezione Giovani del 2010 (all’epoca denominata Sanremo Nuove Proposte) con la canzone L’Uomo che Amava le Donne e che ascoltiamo nel video in alto. La ribalta dell’Ariston ha fatto così conoscere al grande pubblico una delle voci più belle del soul/R&B del panorama italiano. Il pezzo che presenta a Sanremo 2012 per la sezione Big si intitola Per Sempre, di cui proponiamo il testo dopo il salto, mentre per la serata dei duetti internazionali di giovedì 16 febbraio sarà al fianco di Skye dei Morcheeba per cantare Never, Never, Never (ovvero Grande Grande Grande di Mina).

    Me la sto già facendo sotto. Pensa se Mina mi sente e non le piace la mia interpretazione…‘: è il confronto con la voce più bella della musica italiana a impensierire Nina Zilli alla vigilia di Sanremo 2012 più che la gara con gli altri 13 artisti in gara con lei nella sezione Big. Del resto Mina resta un punto di riferimento indiscutibile anche in tv, tanto che la stessa Nina rivela di essere stata scelta da Giorgio Panariello per il suo nuovo show proprio con ‘l’incarico’ di ‘essere la sua Mina’, in ricordo dei suoi varietà del sabato sera della Rai monopolista. E così se Giorgia ha avuto da Fiorello la missione di far rivivere l’atmosfera delle sigle anni ’60 e ’70, Giorgio Panariello punta ad avere una co-conduttrice stile Tigre di Cremona per e sue quattro puntate (e il modello Fiorello ritorna) in onda a marzo su Canale 5.

    Ma leggiamo subito il testo di Per Sempre, brano di Nina Zilli per Sanremo 2012.

    PER SEMPRE

    (di R. Casalino – N. Zilli – R. Casalino)

    Se un giorno tu

    Tornassi da me dicendo che

    È stato un errore

    Lasciarmi andare lontano lontano da te

    Se un giorno tu

    Parlassi di me

    Dicendo che

    Sono il tuo rimpianto e non riesci a dormire

    Allora ti direi

    Stavolta sarebbe per sempre

    Non importerebbe niente se

    Le parole tue

    Mi hanno fatto male ma tanto vale che

    Stavolta sia per sempre

    Perché l’orgoglio in amore è un limite

    Che sazia solo per un istante e poi

    Torna la fame

    Se un giorno tu

    Sentissi che c’è qualcosa che

    Non ti sai spiegare non ti lascia andare

    Non chiedere a me

    Neghi la verità

    Ora che non ti serve piangere

    Puoi lasciarti cadere

    Dimenticare non basterà

    Ma illudimi che sia per sempre

    Non importerebbe niente se

    Le parole tue

    Mi hanno fatto male ma tanto vale che

    Stasera non cedo a niente

    Perché se perdo in amore perdo te

    Che accendi il mondo per un istante e poi

    Va via la luce

    E so che è stupido pensarti diverso

    Da ciò che sei realmente

    Di quello che ho dato non ho avuto indietro

    Neanche quel minimo

    Per cui valga la pena di star male

    Mentre affoghi nei tuoi errori

    E cerco di capire l’irrefrenabile

    Bisogno di cercare amore

    In quel terreno che è fertile neanche a

    Morire

    E invece di morire ho imparato a respirare

    Per sempre uh yeah

    Le parole tue

    Mi hanno fatto male ma tanto vale che

    Stavolta non dirò niente

    Perché l’orgoglio in amore è un limite

    Che sazia solo per un istante e poi

    Torna la fame

    Per adesso l’attenzione è per Sanremo 2012: per Nina Zilli, di fatto, questa è la terza esperienza all’Ariston. Nel 2010 non vinse la sezione Giovani (andata a Tony Maiello) ma portò a casa il Premio della Critica Mia Martini, il premio Sala Stampa Radio Tv e il Premio Assomusica 2010; nel 2011, invece, si presentò invitata dai La Crus nella serata del venerdì, quella dedicata ai duetti dei big impegnati a offrire al pubblico una versione ‘diversa’ della canzone in gara. Rivediamo la Zilli a Sanremo 2011.

    Diciamo, comunque, che la tv non la impensierisce più di tanto: ha debuttato come vj a MTV e ha co-condotto con Red Ronnie l’ultima edizione di Roxy Bar. Ha ammesso, però, di aver detto no a X Factor 5: l’avevano contattata per fare il giudice/capitano, ma lei ha decisamente declinato: ‘Si sono beccati un no grande come una casa. Ma come gli è venuto in mente di proporlo proprio a me, che sono l’antitesi del talent? Questi sono programmi fatti bene, i ragazzi sono bravi. Però, se non sai come muoverti, come vestirti, come cantare, forse è meglio se vai a fare il karaoke! La parola ‘talento’ mi ha proprio nauseato‘, ha raccontato recentemente in un’intervista a Max.

    Il talento a Maria Chiara Fraschetta (suo vero nome), piacentina classe ’80, di certo non manca: aspettiamo solo di vederla all’Ariston.