Sanremo 2012, i Big: Irene Fornaciari ‘Grande mistero’ (testo)

Sanremo 2012, i Big: Irene Fornaciari ‘Grande mistero’ (testo)

La carriera di Irene Fornaciari, big di Sanremo 2012, al Festival

    Figlia d’arte, la 29enne Irene Fornaciari è cresciuta a pane e rock accanto al padre Zucchero e da qualche anno calca con regolarità il palco dell’Ariston, in gara o come guest star. Quest’anno è in gara con il brano Grande Mistero, di cui dopo il salto presentiamo il testo scritto per lei da Davide Van De Sfross, che l’anno scorso la scelse come guest per il duetto del venerdì e che ricambierà il favore presentandosi all’Ariston venerdì 17. Per la serata dei duetti internazionali, invece, per la Fornaciari scende in campo nientepopodimeno che il chitarrista Brian May.

    Ecco il testo di Grande mistero, brano di Irene Fornaciari in gara a Sanremo 2012.

    GRANDE MISTERO
    (testo e musiche di D. Van De Sfroos)

    Continuerà a domandarlo il merlo
    Picchiando la grondaia
    Col becco sfoderato
    Che è l’unica sua spada
    Notte, notte
    Perché ci abbracci tutti
    E sembra che alla fine
    Poi non ci guardi mai…
    E lo dirà perfino il gatto nero
    Che dorme sopra un frigo
    Nel campo dei rifiuti
    Tra i fiori calpestati
    Onda, onda
    Perché riporti tutto
    E con un colpo solo tutto riprenderai…
    Lune a dondolo
    Io ne ho cavalcate su strade proibite
    E sotto il rasoio dei giorni
    Di cose ne ho perse ma
    Monete di sole io ne ho messe in tasca
    E palle di ghiaccio, colpite di testa
    Ma questo boato che ho sotto il respiro
    Rimane il mio grande…
    Grande mistero eh yeh…
    Lo capirai guardando il pipistrello
    Che cerca il suo tragitto
    Sotto un lampione rotto
    Con curve che non sai
    Buio, buio
    Perché mi hai quasi preso
    Ma appena io mi arrendo
    Tu dopo te ne vai…
    Ricorderai gomitoli di nubi
    E fili di una pioggia
    Caduta qui per sbaglio
    Sopra il vecchio cancello
    Vento, vento
    Ti attacchi a questi rami
    Ti mescoli ai sospiri
    E poi li ruberai…
    Lune a dondolo
    Io ne ho cavalcate su strade proibite
    E sotto il rasoio dei giorni
    Di cose ne ho perse ma
    Monete di sole io ne ho messe in tasca
    E palle di ghiaccio, colpite di testa
    Ma questo boato che ho sotto il respiro
    Rimane il mio grande…
    Grande mistero eh yeh…

    La sua prima partecipazione di Irene Fornaciari al Festival risale al non lontano 2009, quando gareggiò tra le nuove proposte con Spiove il Sole (che vediamo nel video in apertura d’articolo). L’anno dopo, invece, torna tra i Big con i Nomadi col brano Il mondo piange, per il quale torna all’Ariston anche il padre Zucchero nella serata dei duetti.

    Veniamo quindi al 2011: non partecipa alla gara, ma viene chiamata come guest da Davide Van De Sfross per eseguire insieme Yanez, uno dei pezzi ‘rivelazione’ della scorsa edizione.

    Li riascoltiamo in basso.

    Tra i due, ormai, si è instaurata una vera e propria partnership artistica, ‘celebrata’ anche dalla partecipazione di Van De Sfross alla puntata di Due dedicata a Zucchero.

    A Sanremo 2012 Irene Fornaciari si presenta dunque con un pezzo scritto proprio da Van De Sfross, mentre nella serata dedicata alla musica italiana nel mondo avrà accanto Brian May dei Queen per cantare I Who Have Nothing (Uno dei Tanti).

    565

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI