Sanremo 2012, i Big: Dolcenera ‘Ci vediamo a casa’ (testo)

Dolcenera a Sanremo 2012 con Ci Vediamo a Casa, brano da lei interamente composto

da , il

    Torna a Sanremo anche Dolcenera, in gara con Ci Vediamo a Casa e in coppia con Professor Green, rapper inglese col quale ha già duettato in Read All About It – Tutto quello che devi sapere (nel video in alto), per la serata dei duetti dedicata ai grandi successi internazionali della musica italiana: per lei My Life is Mine, la versione inglese di Vita Spericolata di Vasco Rossi.

    Torno a Sanremo con una canzone per me importante, che esprime la voglia e l’urgenza di poter costruire un progetto di vita insieme alla persona che si ama, nel diritto di ognuno di avere una casa, una famiglia in un contesto storico e culturale di crisi che sottrae opportunità di realizzazione: queste le prime dichiarazioni di Dolcenera sul pezzo in gara a Sanremo 2012, Ci Vediamo a Casa, di cui leggiamo subito il testo.

    CI VEDIAMO A CASA

    (testo e musiche di Dolcenera)

    La chiamano realtà

    Questa confusione

    Di dubbie opportunità,

    Questa specie di libertà

    Grande cattedrale

    Ma che non vale un monolocale,

    Un monolocale

    Come sarebbe bello potersi dire

    Che noi ci amiamo tanto,

    Ma tanto da morire

    E che qualunque cosa accada

    Noi ci vediamo a casa

    Noi, viviamo senza eroi,

    Per chi ci vuol fregare,

    Esempio di civiltà,

    Contro questa eredità

    Di forma culturale

    Che da tempo non fa respirare,

    Non fa respirare

    Come sarebbe bello potersi dire

    Che noi ci amiamo tanto,

    Ma tanto da morire

    E che qualunque cosa accada

    Noi ci vediamo a casa

    Come sarebbe bello potersi dire

    Non vedo l’ora di vederti amore

    Con una scusa o una sorpresa,

    Fai presto e ci vediamo a casa

    La chiamano realtà

    Senza testimone

    E di dubbia moralità,

    Questa specie di libertà

    Che non sa volare, volare, volare, volare

    Come sarebbe bello potersi dire

    Che noi ci amiamo tanto,

    Ma tanto da morire

    E che qualunque cosa accada

    Noi ci vediamo a casa

    Come sarebbe bello potersi dire

    Non vedo l’ora di vederti amore

    Con una scusa o una sorpresa,

    fai presto e ci vediamo a casa

    Autrice di testo e musica, Dolcenera è soddisfatta anche della partnership con Professor Green: E’ un motivo di orgoglio visto che per la prima vola un artista inglese, conosciuto in tutta Europa, decide di collaborare con un’artista italiana senza costruzioni discografiche. E’ una collaborazione umana e artistica vera, sincera e sentita, iniziata con il duetto del brano Read all about it e ora celebrata anche sul più importante palco della canzone italiana.

    Per Dolcenera l’Ariston è un palco decisamente amato, visto la la sua carriera è iniziata proprio lì nel 2003 con la vittoria nella sezione Giovani col brano Siamo tutti là fuori. Nel 2004, però, non viene ammessa nella sezione Big, caso piuttosto anomalo per il vincitore ‘Proposte’ dell’anno precedente; nel 2005 la sofferta partecipazione a Music Farm, vinta anche sull’onda di una tormentata storia d’amore con Francesco Baccini vissuta sotto le telecamere, quindi nel 2006 il debutto tra i Big di Sanremo con Com’è straordinaria la vita. Ultima partecipazione in ordine di tempo quella a Sanremo 2009 con Il Mio Amore Unico.

    Come sarà Ci Vediamo a Casa? Lo scopriremo il 14 febbraio.