Sanremo 2012, Emma Marrone: Non è l’inferno ha un testo dai forti contenuti sociali

Sanremo 2012, Emma Marrone: Non è l’inferno ha un testo dai forti contenuti sociali

Emma Marrone al Festival di Sanremo 2012 con un brano dal testo molto impegnativo e dai forti contenuti sociali

    emma marrone testo non è linferno

    Emma Marrone è orgogliosa di presentarsi al Festival di Sanremo 2012 con una canzone dai forti contenuti sociali come Non è l’inferno. Il brano, scritto per lei da Kekko Silvestre dei Modà, ha un testo impegnato con cui l’ugola d’oro di Amici 9 confermerà il ruolo di opinion maker che le hanno cucito addosso, da un anno a questa parte, le tante ospitate in tv per parlare di attualità. Forse da me si aspettano una canzone d’amore, invece mi presento con un testo impegnativo, sui temi sociali ha spiegato Emma nell’esclusiva intervista rilasciata al settimanale A in edicola oggi.

    Stando alle dichiarazioni di Kekko Silvestre, autore del brano che Emma Marrone porterà sul palco di Sanremo 2012, Non è l’inferno farà molto discutere: la canzone parla delle difficoltà che vivono molti italiani, soprattutto quelli che hanno fatto molti sacrifici per il nostro paese, ma di cui allo Stato non importa più niente. E secondo il leader dei Modà Emma è l’unica artista ad avere la determinazione necessaria per presentare una canzone del genere a Sanremo.

    Già data per superfavorita al Festival (grazie anche al duetto con Alessandra Amoroso), la cantante salentina ha una visione ottimista e sprona gli italiani a non darsi per vinti di fronte alla crisi attraversata dal nostro paese perché questo Non è l’inferno: Abbiamo superato la fame, le guerre… supereremo anche questa crisi. Cerchiamo di capire cosa possiamo fare – ha spiegato Emma al settimanale A –. L’Italia siamo tutti noi, che poi ci sia un governo a darci delle direttive è giusto, se no saremmo nell’anarchia, come le scimmie sugli alberi. Noi italiani tendiamo a essere esterofili. Ma andate un mese in America o in Francia a vedere come si vive.

    Perché dobbiamo sempre sminuirci rispetto all’Europa e al mondo? Quello che voglio dire è che dobbiamo sentirci tutti colpevoli e artefici del nostro destino.

    Ora non resta che aspettare il 14 febbraio per ascoltare in musica questa bella teoria, contenti soprattutto che la Marrone non abbia proposto la più scontata, facile e classica canzone d’amore sanremese.

    A proposito d’amore, tranquilli, la sua love story con il ballerino di Amici Stefano De Martino prosegue a gonfie vele: Conviviamo da un anno e non ci siamo ancora scannati. Lui mi fa ridere, mi fa stare bene e poi ci bilanciamo: io ho l’ansia della precisione e lui mi ha insegnato a vivere con più leggerezza. Meglio di così…

    462