Sanremo 2012, caso Civello: rimosso Magro da Youtube e Mazzi cade dalle nuvole

Sanremo 2012, caso Civello: rimosso Magro da Youtube e Mazzi cade dalle nuvole

    All’indomani del primo ascolto de Al Posto del Mondo si riapre il caso Chiara Civello: la canzone ormai è in gara, e vabbè, ma fa specie scoprire che il direttore artistico Gianmarco Mazzi non sapesse dell’esistenza su Youtube dal 2010 della versione di Daniele Magro (del tutto identica a quella ascoltata ieri sul palco dell’Ariston). Interrogato sull’argomento in sala stampa dichiara di non saperne assolutamente nulla e si guarda intorno smarrito, aggrappandosi all’unico salvagente disponibile: ‘La Rai, che ha investigato sul caso, ci ha detto che non esistevano estremi per la squalifica del brano‘. Possibile che Mazzi, sempre presente su tutto (dallo stato di salute della Mrazova ai guai combinati dalla Ipr con le votazioni della Giuria Demoscopica) si sia lasciato sfuggire questo ‘piccolo dettaglio’?
    Update: qualcuno ha caricato un video con le due versoni in sequenza (da non perdere! Fin quando resiste, almeno).

    Chiariamo subito che la Rai non ha aperto ‘nuove indagini’ sull’ammissibilità in gara del brano di Chiara Civello, a lungo sub iudice prima della kermesse e poi ammesso con gran meraviglia degli addetti ai lavori. Ormai la Rai ha dato il suo verdetto, ma se ci fosse la possibilità di un appello, di certo in molti ne potrebbero approfittare.

    Eh sì, perché dopo aver sentito il pezzo ieri sera live sono venuti meno anche tutti i condizionali finora adottati per precauzione in attesa di ascoltare il brano, risultato del tutto identico, anche nella musica oltre che nel testo (e il confronto lo potete fare qui), a quello presentato da Daniele Magro alle selezioni di Sanremo 2010 e circolato sul web fino a poche ore fa. Ora, infatti, il video risulta rimosso dall’utente YouTube che l’aveva (ri)caricato dopo un primo ‘oscuramento,’ seguito all’annuncio dell’ammissione in gara di Chiara Civello.
    Ma ecco un nuovo video, con le due versioni de Al Posto del Mondo in sequenza: e quella di Magro resta migliore.

    La cosa, a nostro avviso, più grave (e incredibile) e che Gianmarco Mazzi abbia dichiarato in conferenza stampa di essere del tutto all’oscuro dell’aspetto ‘YouTube’.

    Ah sì, ma da quanto tempo è stato caricato il video? Sa, da ieri le canzoni sono libere di circolare…‘; ‘Dal 2010‘ risponde allibita la giornalista che in conferenza ha posto la difficile domanda.

    Ora che tutti hanno potuto ascoltare la ‘versione’ di Chiara Civello appare più chiaro come, pur non avendo – a quanto pare – registrato prventi Siae, la canzone violi il regolamento, contravvenendo alla condizione cardine per l’ammissibilità del brano in gara, la ‘novità’: ‘E’ considerata ‘nuova’ la canzone che, nell’insieme della sua composizione o nella sola parte musicale o nel solo testo letterario (fatte salve per quest’ ultimo eventuali iniziative editoriali debitamente autorizzate) non sia già stata pubblicata e/o fruita, anche se a scopo gratuito, da un pubblico presente o lontano o, comunque, non abbia già avuto un impiego in una qualsiasi attività o iniziativa direttamente o indirettamente commerciale o, in ogni caso, non abbia generato introiti derivanti da un eventuale sfruttamento, riscontrabili e verificabili presso gli enti preposti alla riscossione di diritti d’autore e/o editoriali‘ recita l’art. 4 del regolamento di Sanremo 2012. Beh, fate voi. Evidentemente hanno fatto valere solo la ‘clausola’ degli introiti Siae, ma anche qui abbiamo sentito finore solo la voce della Rai. Dalla Siae non è mai giunto nessun comunicato in merito.

    623

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI