Sanremo 2012, aut-aut di Celentano a Mazzi: ‘Vengo se riveli come la Rai vuole eliminarmi’

Sanremo 2012, aut-aut di Celentano a Mazzi: ‘Vengo se riveli come la Rai vuole eliminarmi’

Adriano Celentano minaccia di non partecipare a Sanremo 2012 e manda un aut-aut a Mazzi, al quale chiede di rivelare alla stampa come la Rai stia 'armeggiando' per farlo fuori dal Festival

    Sanremo2012 Celentano Mazzi

    Continua serrato il braccio di ferro tra Celentano e Gianmarco Mazzi per la partecipazione del Molleggiato a Sanremo 2012 e passa per il blog ufficiale di Celentano, che ospita una lettera aperta del cantante al direttore artistico del Festival dai toni decisamente poco concilianti. Celentano impone un aut-aut a Mazzi: minaccia di non presentarsi a Sanremo se non rivelerà alla stampa il contenuto dei messaggi inviati ieri a Mazzi dal direttore di RaiUno Mauro Mazza nei quali il gran capo di RaiUno dichiarava che Lorenza Lei dichiarava Celentano fuori dal Festival – chiedendo contestualmente il nome di un sostituto. Chiede, inolte, che siano resi noti anche i contestati articoli della bozza di contratto che non sono andati giù al Molleggiato. Celentano, inoltre, smentisce il cachet di 1,2 mln di euro di cui stamattina ha parlato La Stampa.

    Dopo il bailamme di voci circolate ieri sulla partecipazione del Molleggiato a Sanremo 2012 e le dure accuse rivolte alla Rai da Claudia Mori, scende in campo direttamente Adriano Celentano che dal suo blog ufficiale minaccia di non partecipare al Festival se Gianmarco Mazzi non farà chiarezza su quanto dichiarato da Lorenza Lei ieri pomeriggio, e a quanto pare all’origine dello scontro tra il Clan di Celentano e l’organizzazione di Sanremo 2012, e la sostanza delle trattative finora condotte tra le parti.

    Per smuovere Mazzi – mettendolo peraltro in una situazione decisamente delicata – Celentano pubblica una lettera aperta sul suo blog. Ve la proponiamo in basso.

    Caro Gianmarco,

    pur non dimenticando l’impegno e il grosso ‘lavoro ai fianchi’ che hai dovuto esercitare su di me per portarmi a Sanremo (e non da adesso, ma da anni) devo purtroppo darti un aut aut.
    Leggendo i giornali di oggi sulla situazione Sanremo, l’idea che più di tutti emerge, o perché i media non sanno esattamente come stanno le cose e quindi per non sbagliare danno più credito alle false smentite della Rai che non alla verità che il Clan ha espresso sul mio Blog, è che tra le righe prevale una sottolettura secondo la quale mi sarei inventato tutto in nome di una pubblicità di cui non solo da adesso, ma fin da quando ero un umile orologiaio, non me n’è mai fregato niente. Non disdegno la pubblicità e mi piace far casino sui giornali, ma solo se c’è un fondo di verità, altrimenti sarebbe un disgustoso e cattivo gioco sulla buona fede della gente.

    Pertanto sono costretto a dirti che io posso venire a Sanremo solo se tu dichiarerai alla stampa il contenuto dei messaggi che hai ricevuto dal simpatico direttore di RaiUno Mauro Mazza (non è un’ironia, mi è simpatico veramente) con i quali ti faceva la radiocronaca di ciò che la ‘Lei’ aveva sentenziato: ‘Celentano è fuori da Sanremo’. Chiedendoti inoltre di cercare una alternativa alla mia partecipazione al Festival e come comunicare una simile CAZZATA.

    Oltre, naturalmente, alla bozza del contratto ricevuta dalla Rai, il cui articolo 8 faceva riferimento al controllo dei testi e alle altre mail ricevute dall’avvocato della Rai, dove è evidente, per come le ha scritte, che preparava un carteggio ad hoc per giustificare la mia eliminazione dal Festival.

    Tutto questo, solo perché sono un tipo allegro che ha il viziaccio di pretendere una ‘certa libertà di parola’.

    Se tu non chiarirai come stanno le cose, io al Festival non verrò. Tu e Morandi siete due amici. Ma non posso fare altrimenti.

    P.S. Senza contare gli EFFIMERI giochetti a cui si è prestato il giornale La Stampa secondo cui il mio cachet sarebbe di un milione e 200mila Euro. Bella figura che farà questo quotidiano quando si saprà ciò che realmente prenderei.

    Insomma, Celentano non ci sta a passare per il ‘capriccioso’ vip alla ricerca di polemica a tutti i costi. Chiede che il direttore artistico, che di fatto solleva con Morandi da qualunque responsabilità su quanto sta accadendo, faccia piena luce sulle trattative e sui motivi del suo stop: vuole, dunque, che vengano rese pubbliche le affermazioni di Lorenza Lei - riportate da Mazza e denunciate ieri dal blog di Celentano -, gli articoli controversi della bozza di contratto, le comunicazioni intercorse con i legali della Rai, che secondo Celentano, profilavano già la predisposione di un dossier utile a giustificare alla stampa la mancata partecipazione del Molleggiato, con piena ‘manleva’ di Viale Mazzini da qualunque responsabilità.
    E ora si aspetta la nuova puntata della telenovela.

    822