Sanremo 2011, un milione e mezzo per Morandi? E si chiede l’antidroga per Belen

Sanremo 2011, un milione e mezzo per Morandi? E si chiede l’antidroga per Belen

Con un messaggio audio ai fans Gianni Morandi si dice pronto al Festival di Sanremo 2011, per il quale pare abbia chiesto 1

    Con un messaggio audio pubblicato sul suo sito internet (che vi proponiamo in alto) Gianni Morandi si dice pronto a condurre il Festival di Sanremo 2011. “Lavorerò con molto impegno cercando di fare meno danni possibili – dice Morandi -. Parto come un maratoneta: bisogna arrivare in fondo e cercare anche di fare una bella figura“. Entusiasta del ‘castone’ Fiorello, mentre Carlo Giovanardi chiede un test antidroga per Belen Rodriguez. Ma spuntano le prime indiscrezioni sul cachet di Morandi: si parla di una richiesta di 1.500.000 di euro. Il Festival potrebbe tenersi dal 15 al 19 febbraio 2011.

    Gianni Morandi è pronto ad affrontare Sanremo 2011 con lo spirito del maratoneta, disciplina da lui amata e praticata da anni: lo spiega con dovizia di particolari in un messaggio audio rivolto a i suoi fans e pubblicato sul suo sito, nel quale apre il ‘suo cuore’ allo zoccolo duro dei suoi aficionados. Avverte il peso della responsabilità non solo di portare a termine con successo il principale appuntamento del palinsesto della tv di Stato, ma anche di valutare e giudicare i pezzi dei suoi colleghi insieme al direttore artistico Gianmarco Mazzi. A giorni, infatti, inizierà il lavoro di selezione, che passerà – a quanto si capisce – attraverso una serie di ‘inviti’ a presentare brani, che poi verranno ascoltati e scelti.

    Un lavoro certo non facile, che costituisce forse la principale difficoltà per un cantante, che confessa di aver visto Sanremo sempre come un’opportunità per la sua carriera e non come un approdo da conduttore. “Io pensavo al Festival soprattutto come cantante – dice infatti Morandi – poi Gianmarco Mazzi, mio amico da più di trent’anni, me lo ha proposto in maniera diversa, un’idea di squadra che mi è piaciuta. Ho così sciolto gli ultimi dubbi e sono felicissimo che la Rai mi abbia affidato al conduzione e anche la direzione artistica insieme a Mazzi“.

    Sebbene all’inizio del lavoro, Morandi ha già un’idea del ruolo che gli spetterà: “Non sarò un cantante ma un padrone di casa, sarò un caposquadra di una squadra bellissima perché sono tutti ragazzi molto giovani, freschi e simpatici, come Luca e Paolo, Belen e Elisabetta Canalis, che mi consentirà di divertimenti sul palco di Sanremo. Io credo che a questo punto della mia carriera vale la pena giocarsi una carta come questa, divertirsi ma in maniera professionale cercando di fare un bel Festival. La musica deve essere la protagonista, ma oggi è importante anche l’aspetto dello spettacolo“.

    Una squadra che l’amico Fiorello non ha esitato a definire ‘un castone’: i personaggi tv non mancano, considerato anche l’appeal piuttosto trasversale del gruppo messo in piedi per il prossimo Festival, e se poi qualche cantante dovesse dare forfait la presenza di Morandi garantirebbe la prosecuzione della gara. Come dice Fiorello scherzando, “se manca qualcuno, Morandi potrebbe dire: ‘Allora questa la canto io’”.

    Non può dirsi invece molto entusiasta del cast Carlo Giovanardi, che ‘suggerisce’ polemicamente di sottoporre Belen Rodriguez a un test antidroga: “Prima di condurre Sanremo accetti di fare il test. Dimostri che con la droga non ha nulla a che fare. Sarebbe un bel segnale per i nostri giovani e l’Italia seria apprezzerebbe” ha detto il politico in un’intervista ad A che sarà pubblicata domani. Tornando sul caso della cocaina nei locali vip di Milano che ha coinvolto anche la fidanzata di Fabrizio Corona, Giovanardi ne approfitta per lanciare una ‘personale’ crociata sulla ‘bonifica’ della tv dallo spettro droga. “Pongo un problema vero, reale.

    E credo che insieme a me dovrebbero porselo anche i vertici della tv pubblica – continua Giovanardi -. Mauro Masi, il direttore generale della Rai, ha parlato del festival e ha promesso che sarà attento a costi e a protagonisti. Beh, credo che di fronte a un no di Belen una valutazione piu’ approfondita andrebbe fatta“. “Chi prende soldi dalla tv pubblica deve fare il test: conduttori, giornalisti, presentatori… Vedrete, faro’ fare pipi’ a Giovanni Floris e Michele Santoro, Mario Orfeo e Bianca Berlinguer, Antonella Clerici e Massimo Giletti. Tutti in fila a fare il test: senza guardare in faccia a nessuno, senza preoccuparmi di quanto guadagnano e di chi sono amici… E chi risulta positivo va in panchina. Subito in panchina. Altrimenti qualcuno mi dovrà spiegare perché un tennista che si droga non può più giocare e un conduttore può ancora condurre. Io dico se sei drogato, niente contratto” ha chiosato Giovanardi. E confidiamo che includa nella sua reprimenda anche i colleghi politici.

    Ma a proposito di contratto, iniziano a circolare voci sul cachet del conduttore: si parla di una richiesta di 1.500.000 euro da parte di Morandi. Una cifra ben superiore a quella concessa a Bonolis (un milione) e a Antonella Clerici (800-900.000 euro, anche se all’epoca del Festival 2010 si parlò di 500.000) e lontana dai budget Rai. Il consigliere Antonio Verro esclude compensi superiori a quelli degli anni scorsi e si appella al senso di responsabilità degli artisti. Basterà?

    Ultima notazione sulle date del Festival: Morandi dice che i risultati si potranno valutare solo il 20 o 21 febbraio, a Festival finito. Se consideriamo 5 giorni anche per questa edizione, il 61mo Festival della Canzone Italiana dovrebbe tenersi da martedì 15 a sabato 19 febbraio 2010. Vedremo.

    944