Sanremo 2011, quarta serata in diretta web: Raphael Gualazzi vince i Giovani, fuori Pezzali e Tricarico

La quarta serata di Sanremo 2011 in diretta web, tra i duetti dei Big e la fialissima dei Giovani con Raphael Gualazzi, Roberto Amadè, Micaela e Serena Abrami

da , il

    Dopo la performance di Roberto Benigni nella serata sull’Unità d’Italia, torna al centro dell’attenzione di Sanremo 2011 la gara musicale, che vede i Big impegnati in duetti d’eccezione per presentare i propri brani sotto una nuova luce e i giovani alla ricerca della vittoria finale. In arrivo Robert De Niro e Monica Bellucci, insieme nel film Manuale d’Amore 3: temiamo che la loro partecipazione si riduca alla tristissima intervista fatta ad Andy Garcia. Sul fronte musicale previste le esibizioni di Robbie Williams con e senza i Take That. Ma c’è curiosità per gli interventi di Luca e Paolo.

    Sanremo 2011 riserva per stasera i duetti dei 12 Big ancora in gara, che attendono l’eliminazione definitiva di altri due cantanti/canzoni decisa dal televoto e dal voto degli orchestrali. Rammarico per il mancato sbarco di Morgan a Sanremo dopo la squalifica dello scorso anno: l’eliminazione di Patty Pravo ha annullato la sua esibizione su Il Vento e le Rose, ma qualcuno ancora spera nella disponibilità dell’organizzazione a fare esibire fuori concorso le due escluse (Oxa e Pravo).

    La scaletta della quarta serata di Sanremo 2011 prevede inoltre il ritorno degli ospiti internazionali dopo la parentesi ‘nazionale’ di ieri, dominata dall’intervento di Roberto Benigni, confidando che vengano ‘utilizzati’ meglio di quanto fatto in occasione della partecipazione di Andy Garcia.

    Non resta che mettersi comodi in poltrona e attendere l’inizio di questa quarta serata di Sanremo 2011.

    21.09

    L’anteprima della quarta serata di Sanremo 2011 è dedicata al backstage degli artisti, ai loro preparativi prima dell’ingresso e scena, tra prove, trucco e parrucco.

    21.15

    Eccola l’amata sigla dell’Eurovisione che apre ufficialmente la quarta puntata di Sanremo 2011.

    Apertura sul Red Carpet davanti al teatro Ariston che si trasforma in un’immensa sala da ballo all’aperto per far ballare il pubblico del Festival, quello vero, la gente comune, sulle note dello Schiaccianoci (se non ci sbagliamo).

    Sul palco, invece, compaiono Belen e la Canalis per un solitario ballo di coppia in abiti che fanno un po’ effetto ‘tutine spaziali’.

    Morandi arriva sul palco per ringraziare pubblico, le Mazze della rai (Mazzi e Mazza), il regista, la squadra del backstage per l’ottimo risultato di ieri, con un principe come Benigni che ha raccolto 19.000.000 di telespettatori.

    Si passa quindi alla lunga trafila pre-televoto e alle 21.24 si apre il televoto per tutte e 12 le canzoni dei Big.

    E siamo al primo duetto: Luca Barbarossa e Raquel del Rosario con Neri Marcoré. Entrata studiata con gag tra Barbarossa e Marcoré – che hanno alle spalle una tournèe teatrale- con Marcorè geloso per la presenza di Raquel. In effetti questo è già il duetto, ma la prendono già troppo alla lunga e vengono ripresi da Morandi che li taglia: il tempo deve essere uguale per tutti e loro ne hanno decisamente approfittato. Di fatto la canzone è la stessa, cantano Barbarossa e la Del Rosario, mentre Marcorè imbraccia una chitarra (facendo finta di suonare?). Deludente: in effetti la parte di Marcorè è quella ‘recitata’, la scenetta tagliata per esigenze di televoto. Il senso è che al termine dell’esibizione Marcorè lascia il campo libero alla rivale, con la quale non può competere.

    21.32

    E’ l’ora dell’ingresso di Luca e Paolo. Paolo porta dei fiori a Gianni, per ringraziarlo di quanto ha fatto per loro e per quanto hanno fatto insieme, “ma ora basta, eh!”. Commentano la serata di ieri e la proclamazione del 17 marzo come festa nazionale: “Qualcuno non era d’accordo e poi hanno detto ‘Facciamo la festa nazionale il 6 aprile e siamo a posto’ (giorno delle ultime Politiche, n.d.r.). Si scherza sulla lunghezza della serata di ieri, sul tempo interminabile per decretare i due eliminati (“pensa che a un certo punto davanti all’Ariston sono comparsi i Jalisse, credevano di poter rientrare in gara anche loro”), si prende un po’ in giro Morandi (“Lo hanno fornito di Telesalvalavita Beghelli”) e via al secondo duetto, i La Crus non Nina Zilli in Io Confesso. E la canzone prende da subito un altro sapore, anche se nel mix di voci le tonalità scelte rischiano di stridere un po’ troppo.

    Decisamente sempre più anni ’60… e non dispiace affatto. La sala stampa applaude.

    Scenetta di gelosia di Belen e Canalis che annunciano che tra poco Morandi le tradirà con Monica Bellucci. Telepromozione.

    21.44

    Morandi continua a ripetere che due Big saranno eliminati (abbiamo capito!!!) e annuncia l’atteso duetto tra Anna Tatangelo e Loredana Errore, altra ex allieva di Amici 9 che assaggia il palco dell’Ariston dopo Marco Carta, Valerio Scanu (in gara e vincitori delle ultime due edizioni) e Alessandra Amoroso, lo scorso anno ospite di Scanu per i duetti.

    Per loro Bastardo. (Alla Tatangelo piace lo stile volant inaugurato ieri per cantare Mamma! Aiuto…).

    Tailleur maschile per Loredana, che rende più maschile anche la voce e sembra voler conquistare il primato da anni di Anna Oxa, quello di non far capire le parole del testo. E fa un po’ di ‘circo’ vocale, per usare un termine caro alla commissione di Amici. Chissà cosa ne pensa Jurman: intanto risalta la linearità e la limpidità della Tatangelo.

    Tocca subito a Max Pezzali accompagnato da Lillo e Greg per Il Suo Secondo Tempo. Entrano in scena solo Lillo & Greg (mentre Vessicchio è l’unico direttore a scatenare applausi a scena aperta) e sono loro a partire in un arrangiamento swing molto accattivante: molto carino, davvero simpatico, che rende ritmato e piacevolemente da night club stile Sinatra questo pezzo, che finora non aveva esaltato.

    Dopo la prima parte i due si fermano per una gag (Greg [o Lillo?] esce per telefonare al suo agente per protestare di essere stato chiamato solo per cantare il ritornello) e Lillo [o greg?] annunciano il ‘secondo tempo’: entra quindi Pezzali che canta la versione hit del brano con qualche incrinatura nell’intonazione. Davvero caruccia la versione di Lillo & Greg.

    Stancante il continuo rimando agli ospiti internazionali (“tra poco la Bellucci… tra poco De Niro”, ma anche se non venissero a noi non cambierebbe più di tanto) ma tocca a Tricarico accompagnato da un coro di bimbi, i Silaso..l. Del resto il pezzo era stato pensato come una filastrocca da Zecchino d’Oro: qui il brano trova anche la sua originaria ‘innocenza’… E la platea gradisce, applaudendo a scena aperta!

    E il tormentone di Belen e la Canalis è ‘Tra poco Gianni ci tradirà’… eh sì, quando entra ‘sta Bellucci? Complimenti agli autori, innovativa e ritmata ‘sta cosa, eh! Ce la stanno già facendo venire a noia… Pubblicità.

    22.06

    Eccola la Bellucci (amen!) che scende con l’ascensore sulle note di You’re Beautiful. Scontato, sarebbe stato più divertende metterci sotto Berta Filava. Intanto la moglie di Morandi (che lui cita in continuazione) diventa quasi come la moglie di Colombo: sta sempre in mezzo ma non la si vede mai. Tra un sospiro e un altro parte un’altre intervista memorabile: “Cosa si prova a essere la donna più desiderata del mondo?”, “Ehhhhhhh, io non ho un’immagine di me stessa… sono una donna come tutte….”. Bastaaaaaaaa. “Donna coraggiosa perché non dai peso al tempo che passa…”, “Beehhhhhhh, il tempo passa per tutti e io voglio diventare vecchia vecchia vecchia perché voglio seguire le mie figlie che sono piccolissime”. “Sei una mamma presente?”, “Per ora non ho sensi di colpa viaggiano tantissimo con me”…. OSSIGNUR! E meno male che doveva andare meglio di Garcia! Almeno lì c’era un cristiano interessante. Ma Morandi non sta nella pelle: il 66enne sente risvegliarsi i sensi e si alza … dimentica quasi l’intervista preso solo dal desiderio di abbracciarla, di starle vicino.

    Ed entra anche De Niro: oddiosanto, la prima domanda è “E’ contento di essere qui?” E CHE DEVE RISPONDERE??? Preferirei stare a casa mia con i miei amici???

    “Perché ha accettato di fare Manuale d’Amore 3?”, “Ho sentito parlare dell’umorismo di Giovanni Veronesi, ho sentito che c’era Monica e ho detto sì…Penso che in questo tipo di film la storia non è una favola, ma una fantasia, una storia dolce e lei doveva esserci per quello che rappresenta per l’Italia”.

    “C’è stata qualche scena difficile?”, “No”. E basta un ‘sì’ detto da Roberto per far dire a Morandi “Ah che bello parla italiano!” (vabbè allora noi parliamo russo, Da!). “Cos’è che l’affascina nelle donne?”, “Non mi piacciono le donne troppo magre”. E alla Bellucci: “Cos’è che ti affascina in un uomo”, “Lo sguardo” e Morandi si ringalluzzisce sperando di avere possibilità (beh, la Bellucci di certo non è minorenne!). Comunque intervista indegna, complimentoni agli autori…. Intanto parte l’immancabile trailer. Ma siamo al massimo: “E’ stato difficile baciare la Bellucci”????? Aiuto! E mentre Morandi invidia il fisico di De Niro (che ha fatto uno spogliarello nel film) noi non ne possiamo più. Oh, entrano Luca e Paolo: “Ci scusiamo, forse il nonno le ha dato fastidio, se vuole l’accompagnamo fuori signora Bellucci“. Buon modo per portare fuori almeno lei. E praticamente Morandi poi caccia fuori anche De Niro dicendo praticamente ‘Vabbè, ci vediamo tra un quarto d’ora…”. “Bella la Bellucci, eh… si mantiene bene!” ohhh, la gaffe almeno ridà un po’ di senso.

    “L’intervista più bella che abbia mai fatto” dice Morandi: evidentemente era così preso dalla Bellucci da non essersi reso conto di cosa domandava.

    Entrano nuovamente in scena Belen e Canalis con nuovo abito ma sempre più impacciate nello scendere le scale (orrore, la Canalis scende un gradino alla volta): ma non le avevano tolte le scale?

    Ma per fortuna nuovo duetto, Giusy Ferreri con Francesco Sarcina (prontamente letto dalla Canalis Sarcìna): va bene le gaffes, la naturalezza, la maggiore tranquillità, ma qui si esagera, eh. Ma veniamo alla canzone, Il Mare Immenso. E l’attacco non è dei migliori, il leader delle Vibrazioni non aiuta il pezzo..

    22.33

    Si rientra dalla telepromozione per accogliere Madonia e Battiato con Carmen Consoli per L’Alieno. Ecco cosa non ci piace di questo pezzo (non all’altezza del Maestro), la voce di Madonia: basta un ingresso della Consoli per farle cambiare subito faccia (il confronto con Battiato non l’avevamo proprio preso in considerazione). Ma se possibile ci sembra più ‘moscio’ delle altre sere: ma la fusione tra le tre voci non sembra proprio convincente.

    Scenetta tra Paolo ed Elisabetta, con arrivo dei fiori (considerato che in questi giorni ci si è lamentato della loro assenza dal palco). Serata moscetta, poco ritmo, poca concentrazione, poca presenza: la stanchezza è inevitabile, ma il down del dopo Benigni sta inficiando lo show.

    Eccoci a Nathalie con L’Aura in Vivo Sospesa. Due pianoforti in scena per un duetto che però non regala molto al pezzo.

    22.44

    Rientra Robert De Niro, o meglio viene annunciato ma non entra sul palco: empasse poi scende l’ascensore. E noi ne approfittiamo per spostarci su Canale 5 per Scusa Tu di Bisio-Cortellesi. E Canale 5 ringrazia.

    Terminata la canzone su Canale 5 finisce anche l’intervista a De Niro. Per fortuna entrano Luca e Paolo: “Si vede che in Rai c’è crisi, invece di avere due ospiti internazionali ne abbiamo uno solo che entra due vole. E poi a mezzanotte e mezza altro momento importante, con i Take That e sapete chi canta? Robert De Niro!” ahahahahah.

    Poi momento serio dei due per ricordare De André nel giorno del suo compleanno prima di fare entrare la PFM con Roberto Vecchioni per Chiamami Ancora Amore (ma si aspetta Vessicchio che si è perso nel backstage). Le sonorità della PFM all’Ariston sono rare, ma la forza del pezzo va al di là di qualsiasi arrangiamento. Bella l’energia della PFM che lo fa diventare quasi un pezzo rock.

    23.10

    Entrano i Take That, ma Morandi CHIAMA LA CANALIS ‘BELEN’. Fate qualcosa per Morandi, domani sera sennò non riconosce più nemmeno la moglie!

    Terminata l’esibizione anche a loro tocca il giogo delle domande inutili: “Perché vi siete sciolti e com’è stato ritrovarsi? Qual è il pezzo che preferite del vostro album ….” etc etc etc ORRORE E RACCAPRICCIO! Già è storicamente difficile integrare gli ospiti internazionali nel festival, ma averli per poi trattarli in maniera così insipida è veramente insostenibile! E alle 23.10 mancano ancora tre duetti e la gara dei giovani: se Dio vuole ci siamo tolti gli ospiti internazionali dalle (BiiiiP).

    Duetto di Davide Van De Sfroos e Irene Fornaciari in Yanez: buono il mix di voci ma quest’anno gli artisti non si sono sforzati più di tanto. Gli arrangiamenti (fatti salvi al momento quello di Pezzali e di Vecchioni) sono gli stessi, nessuna particolare creatività o volontà di sorprendere il pubblico.

    Il personaggio della serata è Pippo Balistreri, direttore di palco, che smonta e rismonta il palco e guida i conduttori. MA ECCO NUOVA CANZONE DI LUCA E PAOLO.

    “E’ dedicata ai fantastici artisti del circo”: e csul ledwaal escono le foto di tutti i leader del centrosinistra. FANTASTICI! Il pezzo è dedicato alla spasmodica ricerca di un leader nel centrosinistra: Uno su Mille ci Sarà…”Vendola non saprei c’è questa cosa che è un po’ gay, la dc è un po’ all’antica, viva la cara vecchia fi**…Scongelate bertinotti!”. Meravigliosa “Tra i nostri mille non ci sta per compattar le opposizioni c’è solo Berlusconi e allora diamo a lui il mandato! Chissà che per tornare in pista lui non diventi comunista!!!!”.

    Mentre in sala stampa tutti sono impazziti per Luca e Paolo, salgono sul palco Al Bano e Michele Placido per Amanda è Libera: e la parte recitata di Placido è da manuale.

    Chiudono le esibizioni dei Big I Modà con Emma Marrone accompagnati da Renga: la sua voce si sente, ma non dà nulla di più a una canzone e a un’interpretazione convincente.

    Si chiude il televoto e parte la gara tra i Giovani: lunga spiegazione per il meccanismo di voto, che vede televoto e orchestra più il Golden Share, una sorta di Bonus deciso questa sera dalle radio che può permettere a un cantante di guadagnare posizioni.

    E si riapre il televoto con Micaela Foti prima ad esibirsi in Fuoco e Cenere, visto che i suoi 17 anni non le permettono di salire sul palco dopo mezzanotte (e ci siamo quasi). La voce trema un po’, l’emozione si sente. Poi pubblicità.

    23.58

    Continua la gara dei Giovani con Raphael Gualazzi e segue Roberto Amadè in Come Pioggia. Chiude Serena Abrami. Pubblicità.

    00.18

    Si chiude il televoto e si dà ancora spazio a Luca e Paolo (mitici).

    Appaiono seduti a un tavolino con bottiglie di vino e a chiacchierare di uomini anziani, che si dedicano a festini anche un po’ tristi… “insomma, tristi, le belle ragazze piacciono a tutti… è il problema minore, più grave l’apporfittarsi di cariche pubbliche, mi fa male come italiano, è vergognoso… eh, vergognoso, ma è un do ut des, e in effetti quella è la parte meno grave, è l’aver mentito il vero problema, questo mi provoca sdegno e indignazione…. che poi c’è mentire e mentire, quello è il problema minore, è l’aver mercificato il corpo delle donne, hanno fatto bene a manifestare…. oddio, però quelle erano consenzienti, il grave è la mancanza di rispetto delle istituzioni…. che poi chi è che rispetta le istituzioni, perché dovrebbe farlo proprio lui, le telefonate le fanno tutti, mica vuoi fare la fila dal medico… ma allora dov’è che ha sbagliato? beh non ha sbagliato lui, questa volta gli è andata un po’ di sfiga“. Perfetta la rappresentazione di una chiacchierata da bar: e chi vedrà in questo monologo l’ennesimo attacco a Berlusconi non ha capito nulla, prende in giro proprio gli italiani, noi. L’innominato appare come la sntesi dei nostri difetti…

    Spazio poi alla nuova esibizione di Belen Rodriguez che si dedica a un bolero, Perfidia. E questa volta canta dal vivo.

    Siamo alla classifica dei Giovani per televoto e orchestrali, cui si aggiungerà il Golden Share delle radio:

    1) Raphael Gualazzi, applaudito dalla platea

    2) Micaela

    3) Roberto Amadè

    4) Serena Abrami

    Ma il verdetto si saprà solo dopo il parere delle Radio, che permette di far scalare di una posizione. Ma si conferma vincitore Raphael Gualazzi (e siamo contenti).

    00.44

    Siamo ai nomi dei due big definitivamente eliminati da Sanremo 2011: passano Al Bano e Tatangelo, penalizzati dalla giuria demoscopica, mentre ad Anna Oxa e Patty Pravo si aggiungono quelli di Max Pezzali e Tricarico. E sull’eliminazione di Tricarico la platea fischia. E si chiude alle 00.54 la quarta serata di Sanremo 2011: una puntata straordinariamente lenta per 3/4 della sua durata, appesantita inultimente dalle orrende interviste a De Niro, Bellucci e Take That e rivitalizzata solo da Luca e Paolo. A domani per la finalissima di Sanremo 2011.