Sanremo 2011, Luca e Paolo: “‘Ti Sputtanerò’ non satira, ma realtà”

Sanremo 2011, Luca e Paolo: “‘Ti Sputtanerò’ non satira, ma realtà”

Luca e Paolo, protagonisti del Question Time, spiegano che Ti Sputtanerò non è satira politica, "ma una semplice visione della realtà"

    Sanremo 2011, Luca e Paolo con Morandi all'Ariston

    Ti Sputtanerò di Luca e Paolo ha tenuto ovviamente banco nel secondo Question Time di Sanremo 2011, che ha visto in sala (sani e salvi) i due comici accanto al direttore di RaiUno Mauro Mazza. Mazza glissa sulle reazioni del dg Mauro Masi e difende il duo dicendo che in fin dei conti “sapevamo chi ci mettevamo in casa“, mentre Luca e Paolo rispondono a quanti hanno giudicato inopportuna l’incursione di satira politica all’Ariston. “La nostra non è satira politica, Ti Sputtanerò non è un pezzo contro Fini e Berlusconi, ma contro la macchina del fango“.

    Le Iene non hanno tradito, questa almeno la considerazione che ha aleggiato in sala stampa durante il Question Time di oggi. Ma questo riferimento alle Iene non piace molto a Luca e Paolo, che tendono a sottolineare la differenza tra il loro ruolo, meramente intrattenitivo, e il lavoraccio che fanno quotidanamente le vere Iene, in redazione.

    Non amo molto essere chiamato Iena – dice Luca Bizzarri – Noi non siamo Iene, ma i presentatori delle Iene ed è molto più semplice che stare appostati davanti a un portone per ore; ieri non siamo stati Iene, siamo solo comici, aiutati molto dalla situazione politica, che riserva ogni giorno una cosa nuova, da tutte le parti”.

    La puntualizzazione ‘da tutte le parti’ (senza vittime politiche predestinate, insomma) nasce da una domanda pungente di Laura Rio de Il Giornale, quasi indispettita dalla citazione alla sua testata inserita nel testo di Ti Sputtanerò, che chiede al duo se amplieranno “il loro spettro ad altri soggetti politici“.

    Amplieremo in maniera che non potete neanche immaginarlo…” risponde Luca con faccia furbetta, facendo immaginare quasi che nel loro mirino possa entrare anche Papa Benedetto XVI. “Noi non siamo mai stati a senso unico – spiega Luca – e non crediamo di aver fatto satira politica in senso stretto.

    Non abbiamo messo alla berlina Fini o Berlusconi, piuttosto il sistema della macchina del fango, il sistema che stanno usando per deleggittimarsi“. Ed è ben diverso. Aggiunge Paolo: “Non è satira pura… Ti Sputtanerò è una parodia musicale, in voga di questi tempi (e vengno in mente Elio e Le Storie Tese, n.d.r.), e abbiamo parodiato quel che succede, dando una lettura diversa a quello che è successo e che succede tutti i giorni in politica: più che satira è una visione della realtà“.

    Intanto i due annunciano nuove canzoni in stile Ti Sputtanerò: e noi stiamo già pregustando il momento.

    502

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI