Sanremo 2011, la finale in diretta web: vince Roberto Vecchioni, secondi Emma e i Modà, terzo Al Bano

La diretta web della finale di Sanremo 2011: chi vincerà Sanremo 2011?

da , il

    Fiato sospeso per la finale di Sanremo 2011: il caos televoto scoppiato questa mattina, con la rivelazione di Vecchioni in cima alle preferenze del televoto di ieri, ha reso ancora più febbrile la vigilia della quinta e ultima serata del Festival di Morandi. Chiarite però le procedure del voto di stasera, c’è attesa anche per le esibizioni danzerecce di Belen e della Canalis (che si cimenta nel ballo dopo il twist della prima serata) e per gli ultimi interventi di Luca e Paolo. Pronti per la diretta web della finale di Sanremo 2011? Seguiteci!

    Non osiamo immaginare il pomeriggio infernale di Morandi e della sua squadra: come se non bastassero le prove estenuanti, i continui cambi di scaletta (rappresentativa di quel che succede dietro le quinte la lite avvenuta ieri tra Robbie Williams e Morandi, che ha rischiato di far saltare l’esibizione e che ha determinato l’assenza di Morandi durante l’intervista), le pretese dei giornalisti, ci si è messo anche un (ir)responsabile di RaiTrade che ha candidamente rivelato ai 1200 giornalisti accreditati il primo classificato nel televoto di ieri.

    Roberto Vecchioni è stato il più votato dal pubblico a casa nella serata di ieri (quella dei duetti, che lo vedeva accanto) e a questo punto si teme che la notizia possa ‘modificare’ le intenzioni di voto del pubblico: tecnicamente televoto regolare e procedure di votazioni conformi al regolamento, quindi di tratta per lo più di una preoccupazione ‘emotiva’. Noi però ci concentriamo sull’ultima serata di Sanremo 2011, che sta per iniziare. Chi vincerà?

    20.39

    Partenza anticipata questa sera per Sanremo 2011, che si avvia a terminare intorno all’una.

    Nessuna videosigla per l’anteprima ma direttamente la coreografia di Ezralow. Un accenno di spogliarello per i ballerini che poi gattonano in platea sugli spettatori. Le Mazze che diranno?

    Dopo quest’attacco al cardiopalma per la platea in genere anzianotta, entra Morandi che per spiegare che questo era un omaggio allo Studio 54 di New York. “Stasera andrà sicuramente tutto bene” dice in apertura Morandi: ma perché deve chiamarsi la sfiga da solo?

    Entrano intanto Belen e Canalis, che partono con scenetta sulla tristezza dell’ultima sera; ed entrano anche Luca e Paolo cantando Grazie Perché dedicata a Belen e Canalis.

    “Dillo a Corona non sei solo bona ma una scienzata confronto a lui” (applaude la Platea)

    Grazie anche a te elisabetta ma certi balletti non ce l’ fò

    E la prossima volta con de niro non ci parlare..

    Poi si passa agli orchestrali e a Morandi… “la tua pensata fu una cazzata”. Ma ora cerchiamo il testo e ve lo pubblichiamo al volo, anzi qui trovate video e testo di Grazie Perché di Luca e Paolo. E poi LUCA BACIA SULLE LABBRA MORANDI! Si parte in quinta finalmente questa sera.

    Dpo la lunga pappardella sul televoto parte la gara.

    Il primo ad esibirsi è Davide Van De Sfroos con Yanez. Stasera niente sciarpa e cappotto per Van De Sfroos, che compare con maglietta a maniche corte.

    Questa sera anche breve introduzione alle canzoni: il secondo è Roberto Vecchioni, al centro del caso televoto, sul quale però ha dichiarato di non sentirsi penalizzato dalla gaffe di oggi, non crede che possa avere effetti negativi sulla sua gara. Onestamente ce lo auguriamo. E ricanta Chiamami Ancora Amore, per molti la Canzone di questo Sanremo 2011 (Luca e Paolo a parte).

    Altro big in gara Anna Tatangelo con Bastardo: finalmente capello sciolto e vestito grigio/nero lungo e morbido anche se effetto lamè con manicone a pipistrello (Tommassini capirà troppo tardi che gli anni ’80 sono passati, anche il revival).

    21.17

    Tre Big hanno già cantato, ne mancano sette. Sul palco Morandi, Luca e Paolo, che scherzano ancora su Berlusconi: “Se non ha mai telefonato vuol dire che gli è piaciuto e allora ci siamo fatti una domanda …. dove abbiamo sbagliato? No, gli è piaciuto perché è un po’ come casa sua, passano ministri, si canta, ci sono personaggi che vengono messi in imbarazzo con domande inutili, c’è qualcuno che viene per fare un po’ di soldi, entrano ed escono belle ragazze… tutto come ad Arcore! E poi perchè lo conduce uno che non fa il suo mestiere, dice un sacco di cazzate eppure è seguito dal 50% degli italiani! PierGianni, stai conducendo il Festival di Arcore!” Magnifici!

    Ed entrano Luca Barbarossa e Raquel del Rosario per Fino in Fondo. Il testo ormai lo conosciamo a memoria e lo canticchiamo…

    Tocca a Al Bano con Amanda è Libera: beh, come si notava la prima sera, la melodia fa un po’ filastrocca per piccoli cosacchi… il testo però è un’altra cosa.

    21.32

    Entra in scena Belen che canta un pezzo della sua Argentina, Tu, con un accompagnatore d’eccezione: il padre!

    Morandi va a salutare in platea Fernando Alonso, appena rientrato da Barcellona dove ci sono state le prove della nuova monoposto che gareggerà con un alettone tricolore in omaggio ai 150 dell’Unità. Beh, è il fidanzato di Raquel del Rosario. Telepromozione.

    21.40

    Ecco i La Crus con Io Confesso, sempre accompagnato da Susanna Rigacci, lasoprano caro a Morricone.

    Risvolto inatteso nella domandina di prammatica che fa da leit motiv di questa serata. Morandi chiede a Belen cosa farà da domani e lei scherza sulla reazione avuta dal pubblico alla canzone Grazie Perché (nella quale era stata presa di mira per il fidanzato): “Beh cambio fidanzato! (ride) Me lo dicono tutti che è il mio punto debole…”. La platea applaude, Morandi resta spiazzato, volto sgomento della sorella Cecilia in platea, mentre il fidanzato della sorella sorride capendo (pare l’unico) la provocazione della ragazza. Brava Belen! Ancor di più se esci dal tunnel Corona…

    E tocca a Giusy Ferreri: la sua canzone, Il Mare Immenso, più si va avanti più diventa ‘irritante’.

    Nel cambio palco Luca e Paolo ne approfittano per ringraziare uno dei direttori di palco, Paolo Palmentieri che ieri, per reindirizzare Gualazzi, stordito dalla vittoria, ha detto a Pippo Balisteri, altro direttore (purtroppo non conosciamo le precise mansioni, ce ne scusiamo) “Oh, vai a recupera’ Gualazzi che quello non sa manco dove sta de casa…”. Povero Gualazzi. Saremmo davvero curiosi di stare tre minuti dietro al palco…

    Entra Nathalie per cantare Vivo Sospesa. Lei invece mantiene alte le possibilità quantomeno di podio… o comunque di un buon piazzamento.

    E prima della pubblicità Luca e Paolo fanno un paio di incursioni sul palco prendendo in giro i due direttori di palco: “Oh, ma ndò sta Gualazzi? Vedi un po’ se sta a dormì nell’ascensore..”. Sembrano dei fuori programma ed era ora! Anche questo è un modo per ringraziare lo staff ed è un modo bello, coinvolgente non retorico… li hanno fatti diventare dei personaggi. Bello. E in platea si vedono Giulio Scarpati e NIno Frassica, dal 22 febbraio nella nuova serie rai Cugino&Cugino. Pubblicità.

    22.05

    Si rientra dal nero per introdurre i Modà ed Emma Marrone, in abito rosso corto. E cantano Arriverà.

    Chiudono la prima parte della gara dei Big Luca Madonia e Franco Battiato con L’Alieno.

    Televoto ancora aperto e altro sketch di Luca e Paolo che scherzano su che vuol dire essere un uomo di sinistra: e parte una magnifica rappresentazioni delle contraddizioni tra le idee della cultura di sinistra e l’applicazione nella realtà: Non bisognava firmare l’accordo con la Fiat, ma anche sì; non bisogna fare la guerra, ma anche sì; bisogna aprire le porte agli stranieri, “ma se gli zingari mi rubano il portafoglio a casa in calci in culo li mando”. “Berlusconi se ne deve andare! E se si dimette? E vincete le elezioni: chi ci mettete al governo? Bersani? Di Pietro? Casini? Non lo soooo, dimmelo tu…!” Insomma, ricordate Veltroni e il suo ‘ma anche sì’? Perfetto. Pubblicità.

    22.27

    Ancora aperto il televoto: ricordiamo che da questa votazione (unita ai voti dell’orchestra e della golden share) uscirà il podio, i tre finalisti che si contenderanno la vittoria.

    E siamo al balletto della Canalis in Like a Boy. E la ragazza se la cava, in una coreografia che sarebbe piaciuta a Garofalo di Amici.

    E spazio poi a Raphael Gualazzi, vincitore della categoria Giovani di Sanremo 2011. E come previsto ne viene annunciata la partecipazione all’Eurosong (ex Eurofestival): del resto è già noto in Europa, crescono quindi le possibilità di vittoria per l’Italia che torna all’EuroFestival dopo più di 10 anni.

    Davvero ineasuribili Luca e Paolo questa sera: eccoli in una canzone napoletana, Reginella e questa volta non è una parodia. Serve a introdurre MASSIMO RANIERI. I tre cantano insieme una canzone genovese, Ma Se Ghe Pensu, e si commuovono.

    Insieme fanno anche il gesto tipico di questa edizione, che accompagna lo ‘stiamo uniti’ di Morandi e poi piccolo giallo sulla chiusura del televoto: Luca lo legge sul gobbo, ma poi Morandi lo riprende, lo ha chiuso troppo presto. Nuove polemiche?

    22.57

    Entra sul palco Avril Lavigne. Speriamo le risparmino l’intervista…e invece no. “Vieni spesso in Italia? Canti così bene perché usi questo microfono con i brillantini? Ti piace ancora fare questo lavoro?“… MA CHE E’!!!!!! Niente, gli autori non ce la fanno proprio: si scopre che le piacciono la mozzarella e il limoncello ma Morandi le piazza in mano un mazzo di fiori… allucinante. Pubblicità (amen).

    23.10

    Tornano sul palco Massimo Ranieri e Gianni Morandi: i due ricordano i loro trascorsi e anche il grande successo della versione tv di Filumena Marturano, andata in onda lo scorso 1° dicembre. Ora sta preparando Napoli Milionaria, molto più complessa di Filumena anche per la stretta attualità socio-politica. Con lui Barbara De Rossi nel ruolo della moglie Amalia. E parte un piccolo trailer. E ricordano una Canzonissima 1966 (Scala Reale): Morandi canta La Fisarmonica, con Ranieri che fa l’imitazione; ranieri cantava L’Amore è una cosa Meravigliosa. Uno straordinario duetto, con Ranieri che lo prende in giro cantando alla maniera di Morandi. E ricordano la paradossale situazione in cui si trovarono a dover cantare il giorno dopo della strage di Piazza Fontana (12 dicembre 1969) due canzoni che avevano per titolo “Se Bruciasse La Città” e “Ma Chi se ne importa”… La serata per fortuna fu annullata, fu proclamato il lutto nazionale.

    Un po’ lungo questo momento, ma è bello rividere Morandi e Ranieri insieme a ripercorrere la loro storia artistica, e in fondo anche quella del nostro paese, quando, giovanissimi, battevano veri Big come Villa. E poi il loro duetti sono davvero da brividi. E Morandi designa già Ranieri come suo successore al Festival 2012, mentre Mazza dalla platea fa segno che lo condurranno insieme. E scatta l’omaggio a Modugno con Volare, per molti colpevolmente escluso dalla selezioni dei brani per l’Unità d’Italia. E con loro canta tutto l’Ariston e immaginiamo anche il pubblico a casa. Bello, una vera festa popolare. E non c’è mai stata tanta sincera voglia di raccontarsi e di intrattenere come nello spazio Morandi-Ranieri. Bello, bello, bello, alle vecchie zie è piaciuto…

    23.36

    Piccolo fuori programma di Paolo che porta una rosa bianca alla moglie Sabrina Teneri in platea.

    Siamo al verdetto dei primi tre classificati di Sanremo 2011 al netto del Golden Share della stampa.

    I primi tre scelti dal televoto (presentati in ordine sparso) e dell’orchestra sono Al Bano, Emma Marrone e I Modà (ed esplode la platea) e Roberto Vecchioni (e Morandi non riesce a nascondere la sua gioia, ci ha messo tanto a convincerlo). In questa classifica a nostro avviso è fuori posto Al Bano. A questo punto entrano in scena i giornalisti che possono far scattare avanti di tre posti quelli che vengono dopo: alle spalle dei primi tre, sempre indicati dal televoto e dagli orchestrali, ci sono i La Crus, Luca Madonia & Battiato (che dividono la platea) e Davide Van De Sfroos. Fantastico! Ora, se uno di questi tre dovesse risultare il più votati dai giornalisti potrebbe scalzare qualcuno dal podio ‘deciso’ da Televoto e Orchestrali.

    Ci si collega con la sala stampa, per capire a chi va il Golden Share della stampa: parte adesso il voto dei giornalisti che hanno a disposizione 20 secondi e una sorta di telecomando elettronico, un votatore. (E in sala stampa passa gente con cartelli…). Il preferito della Stampa è ROBERTO VECCHIONI. Si conferma quindi il podio scelto da orchestrali e televoto. Precisazione, i giornalisti non conoscono la classifica reale: diciamo che votano alla ‘cieca’. Per esempio se avessero votato uno fuori dal podio non avrebbero saputo prima chi sarebbe uscito dal podio (chiaro, no?). Un modo per far votare il proprio preferito, senza strategie. Pubblicità.

    Ricapitoliamo: televoto, orchestrali e Golden Share stampa hanno stabilito che il podio sia diviso tra Emma Marrone e i Modà, Roberto Vecchioni e Al Bano. Ora a stabilire l’ordine sarà solo ed esclusivamente il televoto: si azzerano i dati finora ricevuti e si riparte da zero. La domanda è: che c’entra Al Bano?

    Intanto sul palco succede la qualunque: qualcuno è caduto, verso le quinte, ma non si capisce chi. Nel frattempo scende dall’ascensore Milly Carlucci. E qualcuno in platea fischia (!). Si lancia Ballando con Le Stelle al via sabato prossimo. E Milly Carlucci conferma anche dal palco di Sanremo che Natalia Titova è incinta di Massimiliano Rosolino. Telepromozione.

    00.11

    Mentre sta per iniziare la fase clou della finale, impazza il ‘Trova il Gufo nei cantanti“: tutti (o quasi) stanno salendo sul palco con indosso o in mano un gufo con gli occhiali. E’ un tormentone è stato lanciato (e come ti sbagli) dalla Gialappa’s, che ha praticamente coinvolto tutti, dai direttori di orchestra ai cantanti. La Gialappa’s sale così virtualmente sul palco dell’Ariston.

    Il primo finalista ad esibirsi è Roberto Vecchioni: si dice tranquillo dal primo giorno. E canta, salutato poi dal calore della platea.

    Tocca quindi a I Modà con Emma Marrone: Arriverà (la vittoria?). Francesco si dice orgoglioso di condividere il podio con il Maestro Al Bano e il Prof Vecchioni, comunque andrà. Emma invece risponde che questo dà la possibilità di cantare ancora e finche c’è da cantare lei è felice.

    Ultimo finalista ad esibirsi Al Bano con Amanda è Libera (e ricordiamo che era stato eliminato nella seconda serata dalla Giuria Demoscopica).

    Il televoto è ancora aperto e si invitano Giulio Scarpati e Nino Frassica sul palco dell’Ariston per lanciare Cugino&Cugino: e Nino Frassica coglie l’occasione per far coinvolgere un po’ il pubblico. Praticamente gli ospiti della serata sono i protagonisti del palinsesto di RaiUno dalla prossima settimana, da Milly Carlucci per Ballando con le Stelle a Ranieri - che però ha regalato con Morandi un po’ di storia della canzone extra-festival – per la prossima commedia di Eduardo, Napoli Milionaria (in lavorazione) alla coppia di cugini fictional.

    Per ingannare l’attesa si lascia il palco al maestro Sabiu che esegue un pezzo dal suo nuovo disco, Sabiu N° 7: bello eh, ma a quest’ora il rischio che cali la palpebra è alto. Domanda di Morandi: “L’hai scritto tutto tu?”, No l’ho copiato! Che domanda è. E Sabiu annuncia che gli orchestrali hanno già pronti spartiti da lanciare in aria….. ahhhhhh, aria di polemicuccia per il verdetto?

    Ma sono pronti Luca e Paolo per omaggiare un’altra coppia comica… no, non sono Veltroni e Bersani, ma Cochi e Renato. E cantano Finchè c’è la Salute. Appriopriata, vista l’ora. Si incartano un po’ con le parole ma si divertono da morire… In realtà la risata nasce dal fatto che su una frase del testo (“e se poi non ci saremo, portateci i fiori a Sanremo”) doveva entrare una con i fiori per loro. E invece la fanno entrare alla fine del pezzo. E loro durante l’esibizione se ne rendono conto, si guardano e si mettono a ridere.

    E la cosa bella è che ricevuti i fiori Luca li dà a Verro che li ha accusati sulla stampa, dicendo inappropriati loro interventi su Berlusconi. “Su non si preoccupi, non glielo tocchiamo più Berlusconi“. E la platea impazzisce!

    Sul finale poi Morandi chiede a Luca e Paolo di omaggiare i vertici Rai schierati in paranza in platea. Luca: “Beh ringrazio la Rai e anche Mediaset che ci ha permesso di essere qui”: “Bravo! Bipartizan!” commenta Morandi, che si prende un cazziatone da Luca: “Eh no, e finiamola, qui uno non può dire una cosa che pensa che è o di qua o di là… io penso ai cazzi miei” ovviamente non con tono polemico. Che detta così non rende, se troviamo il video è meglio. Pubblicità.

    00.54

    Tutta la squadra sul palco per ringraziare tutti, autori, staff, giornalisti, stilisti etc etc, e Gianmarco Mazzi e Lucio Presta. Ma siamo al momento decisivo: terzo Al Bano, VINCE ROBERTO VECCHIONI. Amici sfiora la tripletta con il secondo posto di Emma Marrone e i Modà. Morandi non sta nella pelle, sprizza gioia da tutti i pori.

    Vecchioni: “Grazie. Questo festival è stato costruire per unire, in ogni serata. Dedico la vittoria a un popolo stupendo, gli italiani, e alle donne, che valgono più degli uomini“. E poi scherza dicendo: “Non ce la faccio più a cantare sta canzone, se volete vi faccio Luci a San Siro…”. Ahi ahi, non cadere all’ultimo, prof, è sempre il festival della canzone italiana, non del cantante. Puoi aggiunge: “Non me lo sarei mai aspettato, per di più con questa canzone ho cercato di unire canzone d’autore e canzone popolare, quello che dovrebbe fare la canzone italiana.

    Intanto a Morandi viene consegnato il premio Comune di Sanremo.

    Spazio a Chiamami Ancora Amore di Vecchioni (e la Canalis in sottofondo invece intona Amanda è libera… ma ci fa o ci è?). E l’inizio di Vecchioni e a cappella, ancora più suggestiva.

    “Ce l’hai fatta tu – dice Vecchioni a Morandi – se non mi fossi venuto a prendere tu io qui non ci sarei mai venuto..”.

    E all’1.10 si conclude il 61° Festival di Sanremo, che ha saputo portare sul palco non la retorica dell’Unità ma il desiderio di ritrovare un’unità civile più che politica. Un’operazione assolutamente nuova per la kermesse più ‘pesante’ della tv italiana.