Sanremo 2010, vince Valerio Scanu. Secondi I Raccomandati, terzo Mengoni

Valerio Scanu vince il Festival di Sanremo 2010

da , il

    Valerio Scanu vince Sanremo 2010. Il Festival dei record incorona vincitore di nuovo un talento di Amici di Maria De Filippi dopo il trionfo di Marco Carta lo scorso anno. Secondo posto per il Trio Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici, terzo per Marco Mengoni. A Malika Ayane il premio della Critica Mia Martini, assegnato dalla carta stampata, e quello dei giornalisti radio-tv. Insomma le truppe cammellate di Amici, che hanno raccolto i fans di Valerio Scanu, Alessandra Amoroso e Pierdavide Carone (unendo in un’unica missione due edizioni di Amici) hanno portato al successo una canzone fin troppo classica, lontana dai guizzi offerti da Noemi e Malika Ayane (non arrivate al podio) e dalla classe di Marco Mengoni. X Factor si porta via solo il premio di consolazione con Tony Maiello.

    Valerio Scanu bissa il successo di Marco Carta, trionfatore dell’edizione 2009, e il destino vuole che siano anche tutti e due sardi: questa volta non c’è Maria De Filippi a premiarlo, ma dietro le quinte c’è Maurizio Costanzo e la cosa, in fondo, resta in famiglia. Due successi in due edizioni, però, sa di preoccupante: se si va avanti così Sanremo rischia di diventare una succursale di Amici, che quantitativamente può contare su un bacino di voti ben più ampio di quello del competitor X Factor, che però ha schierato due artisti di sicuro valore (e se ci fosse stato anche Morgan…).

    Ormai comanda il fan (televoto è troppo generico): nonostante la giovane età (che condivide con l’autore Pierdavide Carone) Valerio Scanu ha presentato un pezzo classicamente sanremese, che non ha convinto la critica ed è stata pure eliminata dalla giuria demoscopica alla seconda serata, come avvenuto per il Trio dei Raccomandati.

    Rimarrà nella storia del Festival l’annuncio del terzetto dei finalisti: sul palco si è scatenato un vero e proprio pandemonio, con l’orchestra indignata che strappa gli spartiti alla notizia dell’esclusione di Malika Ayane, Noemi e Cristicchi. Lo vediamo in basso.

    Noi restiamo col desiderio di conoscere la classifica dell’orchestra che ha chiesto in diretta di rendere palese la sua votazione: essendoci una finalissima ancoa in corso, il Direttore Aristico non l’ha permesso, ma noi ci aspettiamo un comunicato stampa di ‘dissociazione’ dal secondo posto di Pupo & Co.

    Bosognerà ripensare il meccanismo del televoto se non si vuole davvero ‘scoccombere’ alla Corazzata Amici: ma in fin dei conti Sanremo è uno show, a modo suo un talent che raccoglie anche vecchie glorie. Poco importa al Festival chi vince (la qualità è altrove, non sempre corrisponde al tifo del pubblico). Saranno le vendite, come al solito, a stabilire il podio.

    Noi ci dormiamo su, ringraziando comunque per lo scampato pericolo: non vogliamo neanche immaginare cosa sarebbe successo se avesse vinto il Trio.