Sanremo 2010 spiegato da Antonella Clerici

Sanremo 2010 spiegato da Antonella Clerici

Presentata ieri la 60ma edizione del Festival di Sanremo 2010

    Presentata ieri la 60ma edizione del Festival di Sanremo 2010. Antonella Clerici svela qualche retroscena nella conferenza stampa di presentazione e rivendica per sé il ruolo di conduttrice unica. Intanto Gigi D’Alessio smentisce una sua partecipazione a Sanremo con Pino Daniele e Massimo Ranieri, di cui si era vociferato nelle ultime ore. In alto Antonella Clerici ospite di Paolo Bonolis a Chi Ha Incastrato Peter Pan.

    Antonella Clerici parla di Sanremo 2010, in onda dal 16 al 20 febbraio su RaiUno, svelando qualche ingrediente della sua prima conduzione sanremese. Dopo la notizia dell’apertura agli autori e ai compositori stranieri vediamo quali sono le principali ‘rivelazioni’ fatte dalla Clerici in queste ore.

    Conduzione
    Antonella Clerici rivendica a sé il ruolo di padrona di casa: non ci sarà nessuna co-conduzione, solo ospiti di rilievo che occuperanno il Palco dell’Ariston per una decina di minuti. Nessun nome ufficiale: tutti quelli finora contattati (tra cui Paolo Bonolis, Teo Teocoli, Luciana Littizzetto, Fiorello, De Sica etc.) non hanno detto no, ma è presto per stilare una scaletta delle presenze. “Non parlo di presenze perché le trattative ancora non sono chiuse, ma non ci sarà nessuna co-conduzione – chiarisce la presentatrice – circondarmi di bei valletti sarebbe stato più facile, ma il mio ruolo sarà quello di padrona di casa, sarò la conduttrice e sarò da sola. Dopo 25 anni di televisione penso di avere tutte le caratteristiche per salire su quel palco. Quando a condurre è un uomo si dà troppo per scontato che funzioni, per una donna non è mai lo stesso“.
    Riguardo agli ospiti – continua la Clerici – l‘idea è che vengano a trovarmi grandi artisti italiani e internazionali, anche più di uno a serata, che stiano sul palco dai 10 ai 30 minuti e che abbiano voglia di mettersi in gioco. L’importante è che non siano miei omologhi: non ho bisogno di aiuto per annunciare le canzoni e non voglio cadere nel “vallettismo”, è svilente“.

    La Gara
    14 i big in gara per la sezione Artisti, 8 invece i giovani della sezione Sanremo Nuova Generazione. Torna la giuria demoscopica composta dalla Sanremo Festival Orchestra, che peserà per il 50% sul verdetto: l’altro 50% è affidato al televoto, ma solo per le fasi eliminatorie degli Artisti, il cui vincitore sarà decretato dal pubblico. Per i giovani, invece, il voto da casa non sarà decisivo. “Per noi il giudizio competente è quello della Sanremo Festival Orchestra” ha sottolineato il direttore artistico Mazzi.

    Non ci sarà il trio formato da Gigi D’Alessio- Massimo Ranieri-Pino Daniele: il trio di glorie napoletano non ‘esiste’ almeno stando alle dichiarazioni di Gigi D’Alessio che ha smentito la sua partecipazione a Sanremo 2010. Su Vladimir Luxuria invece Antonella non si sbilabcia: al momento l’unico concorrente certo è il vincitore di X Factor 3, che verrà proclamato il 2 dicembre.

    Sezione Sanremo Nuova Generazione e il web
    I giovani potranno partecipare con canzoni non inedite: chi vuol far sentire la propria voce può inviare la propria canzone entro il 15 dicembre al sito www.sanremo.rai.it, dove il pubblico potrà ascoltarle dal 3 dicembre. “Sulle canzoni che arriveranno via internet nessuno selezionerà: tutti i file che ci arriveranno potranno essere ascoltati da tutti. Noi della SanremoAcademy controlleremo solo che non ci siano volgarità” ha spiegato il direttore artistico Gianmarco Mazzi. Un’idea lanciata dalla Clerici, che così intende dare spazio ai talenti nascosti: “Poi la commissione sceglierà e avrà responsabilità maggiore perché se esclude dal Festival di Sanremo il nuovo Vasco gli italiani potranno farglielo notare, e sarebbe grave” ha aggiunto Mazzi.

    Serata Leggenda
    Giovedì 18 febbraio, terza serata di Sanremo 2010, si esibiranno otto grandi artisti italiani e internazionali per celebrare la leggenda del Festival. Un modo per ripercorrere i 60 anni di Sanremo attraverso otto grandi voci chiamate a scegliere ed interpretare, anche riarrangiandola, la canzone più amata tra quelle presentate nelle precedenti 59 edizioni.
    Sui superospiti massimo riserbo, anche in questo caso i contatti sono ancora in corso.
    Non vogliamo fare una trasmissione celebrativa o un amarcord – hanno spiegato la Clerici e Mazzi – anche se la tentazione è stata forte. Otto artisti che possano cantare un brano che per loro ha rappresentato la storia del Festival da’ un’idea di pelle d’oca. Pensiamo possa essere un serata indimenticabile. E’ il nostro modo di celebrare le canzoni, che restano eterne se affidate a grandi artisti contemporanei“.

    Ospiti internazionali
    Antonella Clerici fa capire di preferire ospiti di casa nostra: “E’ un festival italiano, perché dobbiamo andare a pescare fuori? Poi, certo, se c’è magari l’attore straniero che può far sognare…” ha detto la Clerici. Ma si sa, il capitolo ospiti è quello più complicato, passibile di variazioni finoa ll’ultimo momento. Siamo solo all’inizio, la macchina del Festival è ormai in moto da tempo: ora aspettiamo i nomi.

    866