Sanremo 2010, parla l’orchestra. Nel televoto testa a testa Scanu-Pupo

Sanremo 2010, parla l’orchestra. Nel televoto testa a testa Scanu-Pupo

Nonostante Sanremo sia finito continua la polemica sul televoto: il Codacons chiede il congelamento del podio e una verifica sul televoto, di cui non è stato reso noto nessun dato

    Ok, lo sappiamo che Sanremo 2010 è finito, ma di certo non si può dire che ‘è andato in pace’. Il televoto resta al centro delle polemiche, con il Codacons che annuncia un esposto, mentre resta ancora ‘blindato’ il voto della Sanremo Festival Orchestra. A squarciare un po’ il velo d’omertà ci ha pensato il direttore Marco Sabiu (per gli amici Wolfman) che difende l’orchestra dalle critiche di Mazzi e del capostruttura Azzalini, che hanno giudicato indegna la protesta degli orchestrali. Il voto più alto dell’Orchestra è andato a Simone Cristicchi, ma anche Malika Ayane era tra i preferiti. E si scopre che Valerio Scanu ha vinto di misura sul trio Pupo, Emanuele Filiberto e Luca Canonici. In alto Marco Sabiu, peraltro personaggio rivelazione di Sanremo 2010.

    Marco Sabiu, direttore della Sanremo Festival Orchestra, difende i suoi musicisti dalle accuse lanciate loro da Mazzi e Azzalini spiegano i motivi della protesta. ”La protesta è stata spontanea e vista la situazione mi è sembrato giusto dire in diretta che i musicisti stavano esprimendo in modo palese il loro dissenso”. “Nello stesso tempo – aggiunge Sabiu – mi è poi sembrato giusto raccogliere l’invito del direttore di Raiuno Mauro Mazza a invitarli a smettere, perché avrebbero rischiato di surriscaldare ulteriormente gli animi dentro l’Ariston dove la temperatura era già abbastanza calda”.
    Sebbene non sia possibile conoscere nel dettaglio il voto dell’orchestra, che ha assegnato i voti per i finalisti pensando a bilanciare l’orda del televoto, Sabiu ha potuto almeno esprimere i suoi preferiti: Morgan (però squalificato) Malika Ayane ed Enrico Ruggeri. E c’è una sorpresa: “Non mi è dispiaciuto Italia amore mio, il pezzo di Pupo-Emanuele Filiberto-Luca Canonici. E’ una canzone tradizionale ma non è male, c’é una linea melodica e un bell’arrangiamento firmato da Renato Serio”. Incredibile.

    Ma si chiede a gran voce trasparenza sui dati del televoto, che sembra abbiano visto fino all’ultimo momento un testa a testa tra Pupo, Emanuele Filiberto, Luca Canonici e Valerio Scanu, che poi l’ha spuntata.

    Sarebbe stata determinante l’ultima esecuzione del suo brano, che gli permesso lo scatto vincente: una vittoria, quindi, maturata davvero negli ultimi minuti.

    Sarebbe interessante conoscere il numero di votanti, numero di voti assegnati a ciascun cantante, l’andamento dei flussi oltre alle preferenze degli orchestrali: la media aritmetica tra le percentuali del voto dell’orchestra e quella del televoto, che ha deciso l’ordine dei 10 finalisti e poi del podio, non è stata resa nota. “Lo impedisce il regolamento” ha detto il capostruttura Azzalini: ma se il televoto è un ‘sistema stagno’, come dichiarato dallo stesso Azzalini al Question Time di sabato mattina che male c’è a rendere tutto palese?

    Il mistero si infittisce.

    503

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI